MotoGP | Misano: pole di Bagnaia nel tris Ducati, Quartararo 15°!

Passare dalla Q1 non spaventa Pecco, che ne approfitta per studiare la pista che asciugava e sfodera una grande pole davanti alle altre Ducati di Miller e di un super Marini. Il tutto mentre Quartararo invece viene eliminato in Q1 e scatterà 15°. Bene anche Morbidelli e Petrucci, in seconda e terza fila, mentre Rossi è ultimo.

MotoGP | Misano: pole di Bagnaia nel tris Ducati, Quartararo 15°!
Carica lettore audio

Il Gran Premio del Made in Italy e dell'Emilia Romagna sarà il primo match point iridato per Fabio Quartararo, ma le qualifche della seconda gara sul tracciato di Misano hanno sorriso decisamente a Pecco Bagnaia, che oggi ha completato un vero e proprio capolavoro.

Dopo essere rimasto escluso dalla Q2 alla fine del turno di libere di questa mattina, il pilota della Ducati non si è disunuito minimamente. Anzi, il dover affrontare la Q1 si è trasformato in un'opportunità per capire la pista che andava via via asciugando e le condizioni che cambiavano di giro in giro.

Ne è venuto fuori un vero colpaccio del ducatista, che dopo essere stato il più veloce nella Q1 è andato a prendersi anche la sua quarta pole position consecutiva, la quinta stagionale, firmando un crono di 1'33"045. La Q1 però ha regalato il colpo di scena che può dare un po' di pepe alla corsa al titolo, ovvero l'eliminazione del leader iridato Quartararo. Il pilota della Yamaha non si è inchinato solo al rivale Bagnaia, ma anche ad un Iker Lecuona che ormai abbiamo cominciato a conoscere come uno specialista delle condizioni miste.

Come se non bastasse, poco più tardi è arrivata anche la doccia fredda della cancellazione del suo miglior tempo in Q1 per non aver rispettato delle bandiere gialle, quindi "El Diablo" domani dovrà accontentarsi di prendere il via addirittura dalla 15° casella dello schieramento, dando al rivale una bella occasione per provare a ridurre i 52 punti di distacco.

La Ducati però ha davvero tanto da festeggiare, perché le Desmosedici GP hanno monopolizzato la prima fila, con Jack Miller secondo per appena 25 millesimi, ma soprattutto uno stratosferico Luca Marini che è andato a conquistare la prima fila per la prima volta nella sua carriera in MotoGP. E anche il portacolori della Sky VR46 Avintia è andato ad un soffio dall'impresa, chiudendo a soli 85 millesimi da Pecco.

Non è andata altrettanto bene ai due portacolori del Pramac Racing, perché Johann Zarco e Jorge Martin sono entrambi finiti ruote all'aria (lo spagnolo addirittura due volte) e quindi scatteranno 10° e 12°. Poco male comunque per la Ducati, che avrà un altro "scudo" con cui provare a contenere la rimonta di Quartararo.

Leggi anche:

Il primo inseguitore delle tre Ducati è Pol Espargaro, che con la sua Honda ha chiuso a 268 millesimi, tallonato dalla KTM di Miguel Oliveira, ma anche da un ottimo Franco Morbidelli, unico tra i piloti Yamaha ad essere riuscito a centrare la Q2 e capace finalmente di dare un segnale positivo dopo il rientro dall'infortunio al ginocchio.

Bisogna arretrare in terza fila per trovare Marc Marquez, vittima di una caduta alla curva 6 dopo essersi reso protagonista di un salvataggio clamoroso nelle primissime fasi della Q1. A terra ci sono finiti poi anche i due piloti della KTM Tech3, Lecuona e Danilo Petrucci, che comunque hanno portato a casa una buona qualifica e completeranno la terza fila. Il quadro dei piloti che hanno disputato la Q2 si completa poi con l'11° tempo dell'Aprilia di Aleix Espargaro.

Non è stata una buona qualifica per le Suzuki, escluse entrambe al termine della Q1. Alex Rins ha provato a sfruttare la scia di Quartararo e alla fine ha approfittato della penalità francese, quindi scatterà 13°. E' andata anche peggio a Joan Mir, che si è steso nel tentativo di migliorarsi e quindi sarà addirittura 18°.

Tra Rins e Quartararo ci sarà la Honda LCR di Alex Marquez, mentre ad aprire la sesta fila troviamo un Enea Bastianini che domani sarà chiamato all'ennesima rimonta se vorrà togliersi qualche soddisfazione. Il ducatista però è incappato in ben tre cadute tra la FP4 e la Q1 e alla fine l'ha pagato a caro prezzo.

Tra i piloti che si sono visti cancellare i giri migliori per le bandiere gialle ci sono poi anche Takaaki Nakagami e Maverick Vinales, che prenderanno il via rispettivamente in 17° ed il 19° posizione.

Da dimenticare poi la qualifica di Andrea Dovizioso e Valentino Rossi, 21° e 23°. Una disfatta in particolare per il "Dottore", che si troverà ad iniziare la sua ultima gara in Italia dall'ultima casella dello schieramento (Lorenzo Savadori è unfit per la frattura di una clavicola) con la sua Yamaha, con addirittura un ritardo di quasi 5".

Tra i due portacolori della Petronas SRT si è infilato poi Michele Pirro, che sicuramente avrebbe sperato in qualcosa in più nella sua wild card con la Ducati, ma anche lui ha pagato a caro prezzo una caduta.

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Francesco Bagnaia Ducati 9 1'33.045     163.585
2 Australia Jack Miller Ducati 9 1'33.070 0.025 0.025 163.541
3 Italy Luca Marini Ducati 9 1'33.130 0.085 0.060 163.436
4 Spain Pol Espargaro Honda 9 1'33.313 0.268 0.183 163.115
5 Portugal Miguel Oliveira KTM 9 1'33.439 0.394 0.126 162.895
6 Italy Franco Morbidelli Yamaha 7 1'33.526 0.481 0.087 162.744
7 Spain Marc Márquez Honda 8 1'33.850 0.805 0.324 162.182
8 Spain Iker Lecuona KTM 6 1'33.893 0.848 0.043 162.107
9 Italy Danilo Petrucci KTM 7 1'34.140 1.095 0.247 161.682
10 France Johann Zarco Ducati 6 1'34.687 1.642 0.547 160.748
11 Spain Aleix Espargaro Aprilia 9 1'34.963 1.918 0.276 160.281
12 Spain Jorge Martin Ducati 2 2'24.631 51.586 49.668 105.238

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Francesco Bagnaia Ducati 9 1'33.393     162.975
2 Spain Iker Lecuona KTM 9 1'34.099 0.706 0.706 161.753
3 Spain Alex Rins Suzuki 9 1'34.418 1.025 0.319 161.206
4 Spain Alex Marquez Honda 9 1'34.454 1.061 0.036 161.145
5 France Fabio Quartararo Yamaha 9 1'34.476 1.083 0.022 161.107
6 Italy Enea Bastianini Ducati 8 1'35.236 1.843 0.760 159.821
7 Japan Takaaki Nakagami Honda 9 1'35.641 2.248 0.405 159.145
8 Spain Joan Mir Suzuki 5 1'35.683 2.290 0.042 159.075
9 Spain Maverick Viñales Aprilia 9 1'35.835 2.442 0.152 158.822
10 South Africa Brad Binder KTM 8 1'36.478 3.085 0.643 157.764
11 Italy Andrea Dovizioso Yamaha 9 1'36.639 3.246 0.161 157.501
12 Italy Michele Pirro Ducati 5 1'37.880 4.487 1.241 155.504
13 Italy Valentino Rossi Yamaha 9 1'38.261 4.868 0.381 154.901
14 Italy Lorenzo Savadori Aprilia 0        
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP | Gran Premio d'Emilia Romagna: Libere 4 e Qualifiche
Articolo precedente

LIVE MotoGP | Gran Premio d'Emilia Romagna: Libere 4 e Qualifiche

Prossimo Articolo

Bagnaia: "La Q1 mi è servita tanto per la pole"

Bagnaia: "La Q1 mi è servita tanto per la pole"
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021