Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Prove Libere
MotoGP GP di San Marino

MotoGP | Misano, Prove: Bezzecchi da record, Bagnaia è 7°

Nonostante la mano dolorante, il pilota della Mooney VR46 firma il nuovo record del tracciato romagnolo, precedendo l'Aprilia di uno scatenato Vinales. Terzo sorprende Pedrosa con la KTM, che offre anche a Marc Marquez la scia che gli permette di infilarsi sesto. Bagnaia limita i danni e riesce a centrare la Q2 con il settimo tempo, mentre Quartararo sarà costretto a passare dalla Q1.

Marco Bezzecchi, VR46 Racing Team

Per fortuna che Marco Bezzecchi ha una mano dolorante, altrimenti verrebbe da chiedersi cosa sarebbe stato in grado di fare oggi a Misano. Il portacolori della Mooney VR46 è risultato il più veloce nella giornata inaugurale del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, facendo segnare il nuovo primato del tracciato romagnolo.

Fino ad oggi, nessuno era mai sceso sotto al muro dell'1'31", ma proprio all'ultimo giro il riminese ha firmato un 1'30"846 che lo ha portato in cima alla lista dei tempi. Ad onor del vero, va detto che in precedenza anche Maverick Vinales aveva infranto questa soglia nel turno pomeridiano con un 1'30"972. Una prestazione arrivata alla faccia di chi ritiene che Misano non sia una pista congeniale all'Aprilia.

Non smette mai di stupire Dani Pedrosa: il veterano spagnolo è tornato nella mischia per disputare la sua seconda wild card stagionale in sella alla KTM ed ha sfoderato un 1'31"101 che lo ha portato in terza posizione. Una prestazione che non solo dice che Dani non ha assolutamente dimenticato cosa serva per andare forte, ma anche che il nuovo telaio in carbonio introdotto dalla Casa di Mattighofen sulla sua moto può essere una soluzione molto interessante.

Su una pista che offre tanto grip, le Ducati però sono tornate a brillare dopo una Barcellona un po' complicata. A seguire infatti ci sono le altre due Desmosedici GP di Jorge Martin e di Luca Marini, che occupano la suqadra e la quinta posizione staccate di poco più di tre decimi.

Alla voce sorprese, anche se non dovrebbe essere così parlando di un otto volte campione del mondo, possiamo indicare anche Marc Marquez, perché il pilota della Honda è riuscito ad infilarsi in sesta posizione. Bisogna dire però che per riuscire in questa piccola impresa è stata fondamentale la scia che gli ha offerto l'ex compagno di box Pedrosa, che alla fine ha anche ringraziato infatti.

Pur essendo ancora piuttosto dolorante alla gamba destra a causa dell'incidente di domenica scorsa a Barcellona, Pecco Bagnaia è riuscito a guadagnarsi l'accesso diretto alla Q2, infilandosi in settima posizione. Il leader del Mondiale ha rischiato, perché si era visto cancellare un tempo nel finale a causa delle bandiere gialle, ma poi a tempo scaduto ha risalito la china con un 1'31"220.

Il quadro dei dieci piloti che hanno centrato la Q2 si completa con la Ducati di Alex Marquez, con la KTM di Brad Binder e con una grande sorpresa: l'Aprilia RNF di Raul Fernandez. Lo spagnolo ha avuto la meglio per un soffio su entrambi i fratelli Espargaro, che nel finale sono finiti entrambi ruote all'aria alla curva 15, con Pol che ha chiuso 11° davanti ad Aleix.

Proprio sulla pista dove due anni fa si era laureato campione del mondo, Fabio Quartararo ha faticato ancora una volta, ritrovandosi 13° a poco meno di otto decimi. Il limite della Yamaha però sembra essere quello, perché Franco Morbidelli è nella sua scia ed è stato più lento di appena 66 millesimi.

In 15° posizione troviamo poi Stefan Bradl, che oggi ha portato al debutto la base del prototipo 2024 della Honda, con la quale è riuscito a fare meglio di tutte le altre RC213V ad eccezione di quella di Marquez. Le altre infatti sono tutte oltre la 20° posizione. Tra quelli che dovranno passare dalla Q1 ci sono anche Michele Pirro e Fabio Di Giannantonio, rispettivamente 16° e 19° con le loro Ducati. Out anche Jack Miller, che ha pagato a caro prezzo una caduta alla curva 3 con la sua KTM.

 
 
         
Driver Info
 
 
 
   
Cla Pilota # Moto Giri Tempo Distacco km/h Speed Trap
1 Italy M. Bezzecchi Team VR46 72 Ducati 26 1'30.846   167.545  
2 Spain M. Viñales Aprilia Racing Team 12 Aprilia 24 +0.126 0.126 167.313  
3 Spain D. Pedrosa Red Bull KTM Factory Racing 26 KTM 27 +0.255 0.129 167.076  
4 Spain J. Martin Pramac Racing 89 Ducati 28 +0.331 0.076 166.936  
5 Italy L. Marini Team VR46 10 Ducati 28 +0.341 0.010 166.918  
6 Spain M. Marquez Repsol Honda Team 93 Honda 27 +0.371 0.030 166.863  
7 Italy F. Bagnaia Ducati Team 1 Ducati 24 +0.374 0.003 166.858  
8 Spain A. Marquez Gresini Racing 73 Ducati 25 +0.401 0.027 166.808  
9 South Africa B. Binder Red Bull KTM Factory Racing 33 KTM 26 +0.410 0.009 166.792  
10 Spain R. Fernandez RNF Racing 25 Aprilia 26 +0.690 0.280 166.282  
11 Spain P. Espargaro Tech 3 44 KTM 18 +0.714 0.024 166.238  
12 Spain A. Espargaro Aprilia Racing Team 41 Aprilia 24 +0.773 0.059 166.131  
13 France F. Quartararo Yamaha Factory Racing 20 Yamaha 26 +0.798 0.025 166.086  
14 Italy F. Morbidelli Yamaha Factory Racing 21 Yamaha 24 +0.864 0.066 165.966  
15 Germany S. Bradl Honda World Superbike Team 6 Honda 26 +0.869 0.005 165.957  
16 Italy M. Pirro Ducati Team 51 Ducati 24 +0.897 0.028 165.906  
17 Australia J. Miller Red Bull KTM Factory Racing 43 KTM 26 +0.935 0.038 165.838  
18 France J. Zarco Pramac Racing 5 Ducati 25 +0.939 0.004 165.831  
19 Italy F. Di Giannantonio Gresini Racing 49 Ducati 25 +0.975 0.036 165.766  
20 Japan T. Nakagami Team LCR 30 Honda 27 +1.261 0.286 165.251  
21 Spain J. Mir Repsol Honda Team 36 Honda 25 +1.295 0.034 165.190  
22 Portugal M. Oliveira RNF Racing 88 Aprilia 27 +1.508 0.213 164.809  
23 Spain A. Fernandez Tech 3 37 KTM 26 +1.767 0.259 164.348  
24 Japan T. Takahashi Team LCR 7 Honda 27        

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Video MotoGP | Ducati: guardate quanto si abbassa ora in partenza!
Prossimo Articolo MotoGP | Bezzecchi: “La mano mi fa preoccupare per le due gare”

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia