Marquez: "Darò il 100% per provare a vincere"

Marc non è contento della sua qualifica, ma se non altro è riuscito a centrare l'obiettivo prima fila

Solo un decimo ha diviso Marc Marquez dalla settima pole position stagionale nelle qualifiche di Misano, ma il pilota della Honda non ha avuto problemi a raccontare di non essere affatto contento per come sono andate le cose oggi pomeriggio. Lo spagnolo non è riuscito a trovare il giro perfetto, quindi c'è un pizzico di delusione, anche se alla fine l'obiettivo primario era la prima fila.

"Non sono felice per come sono andate le qualifiche. Penso che avrei potuto fare un tempo migliore, ma a volte le cose non vanno come avresti sperato e non sono riuscito a fare il giro perfetto. La cosa più importante comunque è che, nonostante tutto, scatterò dalla prima fila e quello era il nostro obiettivo. Poi il distacco da Lorenzo è solo di un decimo" ha detto "El Cabronsito".

Per domani comunque si attende una gara molto combattuta: "Sarà interessante vedere come si svilupperà la gara di domani, perché io, Jorge e Valentino abbiamo tutti un passo abbastanza simile. Inoltre non bisogna commettere l'errore di sottovalutare Pedrosa, che a sua volta è molto veloce".

Quando gli è stato fatto notare che per i piloti della Yamaha c'è qualcosa di più del Gp in ballo, Marc ha fatto capire che per lui non fa troppa differenza: "So che Valentino e Jorge sono impegnati a battagliare per il campionato, ma io devo solo pensare a fare la mia gara e a provare a vincere. Se non sarà possibile vincere, allora punterò al secondo posto, ma quello che è certo è che darò il 100% per provare a vincere".

Dal punto di vista della messa a punto, il campione del mondo in carica pensa che la sua RC213V sia già abbastanza a posto: "Credo che il nostro set-up sia abbastanza buono, quindi domani mattina sicuramente non faremo delle modifiche radicali, anche se sicuramente proveremo a sfruttare il warm-up per provare a fare ancora un passettino in avanti se è possibile".

Un'incognita potrebbe essere legata al degrado delle gomme, abbastanza alto in questo weekend per via del nuovo asfalto: "E' vero che la Yamaha probabilmente gestisce in maniera migliore il consumo della gomma e lo abbiamo visto anche nelle altre gare. Qui però devo dire che mi sento più a mio agio sulla moto quando abbiamo la gomma consumato rispetto a quando montiamo quella nuova. La moto scivola un po' di più, ma in generale diventa migliore da guidare. Domani comunque vedremo come andranno le cose, perché ci aspetta una gara molto lunga".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di San Marino
Circuito Misano Adriatico
Piloti Marc Márquez Alenta
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Commento