MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

MotoGP, Misano, Libere 1: Quartararo vola, Rossi nono

condivisioni
commenti
MotoGP, Misano, Libere 1: Quartararo vola, Rossi nono
Di:
13 set 2019, 09:03

Il pilota della Yamaha Petronas e Maverick Vinales hanno messo nella morsa delle M1 la Honda di Marquez, che però paga tre decimi. Il "Dottore" prova tutto il pacchetto nuovo, ma è a 1". Bene Pirro quarto, ma le altre Ducati sono indietro. Lorenzo a 2".

Fabio Quartararo ha ripreso da dove aveva lasciato. Il pilota della Yamaha Petronas è stato il grande mattatore della due giorni di test di fine agosto a Misano e si è subito proposto come il riferimento anche nella prima sessione di prove libere del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini.

Nonostante un brivido al Curvone, quando ha perso il controllo della sua M1 ad altissima velocità, il rookie francese ha girato in 1'33"153, distanziando di ben 376 millesimi il diretto inseguitore, che è il leader iridato Marc Marquez, che con la sua Honda si è visto cancellare diversi giri per essere andato oltre i limiti consentiti della pista.

In terza posizione c'è un'altra Yamaha, quella dello spagnolo Maverick Vinales, che paga ben 446 millesimi però rispetto a "El Diablo". In generale però le M1 si sono comportate bene, perché anche Franco Morbidelli ha staccato il settimo tempo, anche se con otto decimi di ritardo sul compagno di box.

Bisogna invece scorrere la classifica fino al nono posto per trovare Valentino Rossi: il "Dottore" oggi ha portato in pista tutto il nuovo pacchetto provato nei test, perché la sua M1 montava il forcellone in carbonio, lo scarico doppio e la nuova cover del freno anteriore. Per ora però il suo ritardo è di un secondo.

Tornando a scorrere la classifica nelle posizioni più alte, stupisce che la migliore delle Ducati sia quella del collaudatore Michele Pirro, quarto davanti ad altre due rivelazioni come i fratelli Espargaro, con l'Aprilia di Aleix che si è issata in quinta posizione davanti alla KTM di Pol. Nonostante l'assenza di novità da provare nei test, il più vecchio dei due quindi sembra aver preparato al meglio la sua RS-GP per il weekend.

Rientrando nel tema Ducati, i due piloti ufficiali per ora sono stati un po' in ombra: Danilo Petrucci è ottavo, mentre Andrea Dovizioso è addirittura 11esimo e questo vuol dire che al momento sarebbe costretto a passare alla Q1. In ogni caso non c'è allarme, perché le previsioni meteo sono buone per l'intero weekend, quindi c'è tutto il tempo per rimediare.

Davanti al forlivese, in decima posizione, ha stupito Tito Rabat, bravo a portare la sua Ducati Avintia in decima piazza, prima di incappare in un highside alla curva 10. A terra ci sono finiti anche Jack Miller ed Andrea Iannone, entrambi alla curva 8 per una chiusura dell'anteriore. Non bisogna essere sorpresi quindi se sono solo 15esimo e 19esimo rispettivamente.

Non se la passano particolarmente bene neanche le Suzuki: il vincitore di Silverstone, Alex Rins, si ritrova in 12esima piazza, ed il compagno Joan Mir, al rientro dopo l'infortunio nei test di Brno è 14esimo. Le due GSX-RR hanno messo a sandwich tra di loro la Ducati Pramac di Pecco Bagnaia, che se non altro ha girato su tempi non troppo distanti da Dovizioso.

Ancora evidenti, infine, le difficoltà di Jorge Lorenzo. Il maiorchino non ha ancora recuperato completamente la forma fisica dopo l'infortunio di Assen ed ha staccato solo il 20esimo tempo, con un ritardo di oltre 2". Un ritardo non da cinque volte campione del mondo, che dimostra che il maiorchino ha ancora bisogno di tempo per ritrovare il feeling giusto.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 France Fabio Quartararo Yamaha 21 1'33.153     163.395
2 Spain Marc Márquez Alenta Honda 23 1'33.529 0.376 0.376 162.738
3 Spain Maverick Viñales Yamaha 24 1'33.599 0.446 0.070 162.617
4 Italy Michele Pirro Ducati 16 1'33.704 0.551 0.105 162.434
5 Spain Aleix Espargaro Aprilia 17 1'33.762 0.609 0.058 162.334
6 Spain Pol Espargaro KTM 19 1'34.002 0.849 0.240 161.919
7 Italy Franco Morbidelli Yamaha 21 1'34.039 0.886 0.037 161.856
8 Italy Danilo Petrucci Ducati 19 1'34.149 0.996 0.110 161.667
9 Italy Valentino Rossi Yamaha 19 1'34.016 0.863   161.895
10 Spain Tito Rabat Ducati 21 1'34.261 1.108 0.245 161.475
11 Italy Andrea Dovizioso Ducati 18 1'34.274 1.121 0.013 161.452
12 Spain Alex Rins Suzuki 21 1'34.284 1.131 0.010 161.435
13 Italy Francesco Bagnaia Ducati 19 1'34.324 1.171 0.040 161.367
14 Spain Joan Mir Suzuki 19 1'34.374 1.221 0.050 161.281
15 Australia Jack Miller Ducati 18 1'34.487 1.334 0.113 161.088
16 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 20 1'34.512 1.359 0.025 161.046
17 Japan Takaaki Nakagami Honda 20 1'34.568 1.415 0.056 160.950
18 France Johann Zarco KTM 20 1'34.760 1.607 0.192 160.624
19 Italy Andrea Iannone Aprilia 18 1'34.990 1.837 0.230 160.235
20 Portugal Miguel Oliveira KTM 17 1'35.264 2.111 0.274 159.774
21 Spain Jorge Lorenzo Honda 20 1'35.292 2.139 0.028 159.727
22 Czech Republic Karel Abraham Ducati 18 1'35.320 2.167 0.028 159.681
23 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 19 1'36.180 3.027 0.860 158.253
Prossimo Articolo
Espargaro: "Non siamo al livello a cui dovrebbe essere l'Aprilia"

Articolo precedente

Espargaro: "Non siamo al livello a cui dovrebbe essere l'Aprilia"

Prossimo Articolo

MotoGP, Misano, Libere 2: Vinales guida il dominio Yamaha

MotoGP, Misano, Libere 2: Vinales guida il dominio Yamaha
Carica commenti