MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Rinviato
G
GP delle Americhe
15 apr
Rinviato
G
GP del Portogallo
18 apr
Prove Libere 1 in
3 giorni
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
19 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
33 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
47 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
54 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
68 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
75 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
89 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
138 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
152 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
159 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
173 giorni
G
GP della Tailandia
10 ott
Gara in
180 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
194 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
201 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
215 giorni

Misano, Libere 1: Hernandez nel festival delle cadute

Una pioggia torrenziale ha caratterizzato il turno. A terra Rossi, Iannone ed i fratelli Espargaro tra i tanti

Misano, Libere 1: Hernandez nel festival delle cadute

Una pioggia decisamente battente è stata la grande protagonista della prima sessione di prove libere del Gp di San Marino e della Riviera di Rimini di MotoGp. Un turno in cui quasi tutti hanno girato molto poco, anche perché sono tantissimi i piloti che sono finiti ruote all'aria.

Si farebbe quasi prima a fare l'elenco di quelli che sono rimasti in piedi, perché la lista di quelli che hanno fatto la conoscenza con l'asfalto e le vie di fuga dell'autodromo di Misano sono davvero tanti.

A cominciare dal padrone di casa Valentino Rossi, autore di una scivolata innocua dopo appena quattro giri. Il "Dottore" comunque è in ottima compagnia, visto che a terra ci sono finiti anche i due fratelli Espargaro, Bradley Smith, Andrea Iannone, Cal Crutchlowm, Hiroshi Aoyama, Danilo Petrucci e Karel Abraham.

Fortunatamente sono state tutte cadute senza particolari conseguenze, ad eccezione di quella di Iannone, che ha accusato un po' di dolore al piede destro e si è allontanato dalla sua GP14 zoppicando.

Andando a guardare la classifica, dunque, ci si accorge subito che i valori non sono quelli che ci si potrebbe attendere normalmente: basta pensare che il più veloce è stato Yonny Hernandez con la Ducati del Team Pramac. Il colombiano ha girato in 1'50"310, precedendo di ben 1"6 la Honda del leader del Mondiale Marc Marquez.

Terzo tempo per l'alta Ducati di Andrea Dovizioso, seguito dalla Honda di Stefan Bradl e da un Petrucci che con i suoi 12 giri è stato anche il più attivo della sessione. Almeno fino a quando non è caduto nei minuti conclusivi del turno. Più indietro gli altri big con Rossi che comunque è nono davanti a Dani Pedrosa, mentre Jorge Lorenzo è 12esimo.

condivisioni
commenti
Tutti pronti a dare battaglia a Marquez a Misano

Articolo precedente

Tutti pronti a dare battaglia a Marquez a Misano

Prossimo Articolo

Pernat "infermiere" per Iannone dopo la caduta

Pernat "infermiere" per Iannone dopo la caduta
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Yonny Hernandez
Autore Matteo Nugnes
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021
Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail Prime

Ducati: le ufficiali "steccano" nell'amica Losail

Andiamo a scoprire come mai le due Ducati ufficiali sono da considerarsi le vere sconfitte della doppia gara di MotoGP disputatasi sul tracciato qatariota di Losail. In una pista amica come quella araba, a brillare sono state altre Desmosedici di Borgo Panigale, non quelle che ci si sarebbe aspettati...

MotoGP
6 apr 2021
La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader Prime

La MotoGP trova una nuova stella in Martin, ma manca un leader

L'esplosione immediata del rookie della Ducati Pramac ha aggiunto un nuova stella all'elenco sempre più lungo dei piloti che possono ambire a fare grandi cose in MotoGP. Per lui, come per tanti altri, si prospetta un grande futuro, anche se al momento all'orizzonte non si vede ancora un talento capace di prendere l'eredità di quella leadership che è stata prima di Valentino Rossi e poi di Marc Marquez.

MotoGP
6 apr 2021
Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas Prime

Pagelle MotoGP: al GP di Doha stupisce Martin, disastro Petronas

Tanti promossi e tanti bocciati nel secondo appuntamento in Qatar, il Gran Premio di Doha. Ecco le pagelle stilate e commentate da Matteo Nugnes, Responsabile MotoGP per Motorsport.com, e Franco Nugnes.

MotoGP
6 apr 2021
Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco Prime

Yamaha a due facce: il Factory Team convince, Petronas a picco

Umori opposti nelle due squadre della Casa di Iwata: quella ufficiale ha iniziato il 2021 alla grande, con una vittoria a testa per Vinales e Quartararo. Il box Petronas invece sembra entrato in crisi, con appena 4 punti a testa per Morbidelli e Rossi. I giapponesi stanno puntando tutto sui Factory?

MotoGP
5 apr 2021
MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha Prime

MotoGP: la griglia di partenza del GP di Doha

Martin conquista la prima pole in MotoGP nel GP di Doha, seconda gara del Motomondiale 2021. Disastro Valentino Rossi, solo 21°.

MotoGP
4 apr 2021
MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon Prime

MotoGP: ecco perché c'è grande attesa per la serie di Amazon

La MotoGP avrà una sua versione di Drive to Survive su Amazon Prime nel prossimo futuro: una notizia accolta positivamente dai principali piloti della griglia, visto l'impatto della serie sulla Formula 1, con la speranza che sia uguale per le due ruote, che ne hanno un disperato bisogno.

MotoGP
4 apr 2021