Lorenzo: "Meglio squalo, ma con i punti del pesce"

Dopo la bella pole di oggi Jorge scherza sul casco di Valentino ed pronto a sfidarlo domani nella sua Misano

"Non penso di assomigliare ad uno squalo, non ho denti tanto affilati. Tra i due però spero di essere lo squalo e non il pesce. O meglio, l'ideale sarebbe essere lo squalo con i punti del pesce". Così Jorge Lorenzo ha scherzato sul ruolo che gli è stato assegnato nel casco speciale che Valentino Rossi sta utilizzando nel weekend di Misano (sul quale c'è uno squale che insegue il pesciolino Valentino, ndr). In un certo senso lo spagnolo della Yamaha ha anche mandato un messaggio chiaro al compagno di box, con il quale si sta giocando il titolo iridato.

Nonostante la cabala sia contro di lui, visto che negli ultimi anni qui non ha mai vinto nessuno dalla pole position, Jorge è parso bello carico quando ha raccontato la sua qualifica: "Fino ad ora è stato un ottimo weekend per noi. Tranne il primo turno di prove libere, nel quale ho chiuso secondo, negli altri sono stato sempre primo. Abbiamo impostato la strategia della qualifica per utilizzare tre gomme e non è stato semplice perché ho tenuto la stessa sull'anteriore: la seconda moto mi dava un feeling leggermente peggiore, quindi ho preferito non cambiarla".

Nell'ultimo dei suoi tentativi c'è stata anche un'incomprensione con Valentino, ma i due si sono già chiariti: "Ero abbastanza contento del tempo che avevo fatto nel secondo giro lanciato, anche se probabilmente ho perso qualcosina all'ultima curva. Con l'ultima gomma stavo spingendo ed ho trovato Valentino in traiettoria nel T4. Inizialmente mi sono arrabbiato perché credevo di essere più veloce, ma in realtà ero in ritardo di un decimo rispetto al tempo che avevo fatto con la seconda gomma. Dunque, considerando l'errore, credo che alla fine avrei fatto più o meno lo stesso tempo. Ho già accettato le scuse di Valentino e la cosa più importante è che in ogni caso sono rimasto in pole position. Poi queste sono cose che possono capitare, in passato è successo anche a me con altri piloti".

Secondo lui nella gara di domani sarà fondamentale soprattutto la gestione del consumo delle gomme: "Credo che abbiamo fatto un buon lavoro nell'arco di tutto il weekend, quindi abbiamo già un buon setting. Domani nel warm-up dobbiamo solo controllare gli ultimi dettagli per la gara. Inoltre credo che sarà interessante vedere come sarà il degrado delle gomme, perché questo nuovo asfalto è molto abrasivo: sarà dura tenere lo stesso passo per tutta la durata della gara, ma se non altro siamo tutti sulla stessa barca".

E se sarà battaglia con il "Dottore", spera di invertire il trend del passato: "In passato ho avuto modo di battagliare diverse volte con Valentino, soprattutto nel 2010. Devo ammettere che nella maggior parte dei casi sono uscito sconfitto, ma magari questo trend cambierà in futuro".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di San Marino
Circuito Misano Adriatico
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Commento