Misano: il nuovo asfalto promette tempi da record

Misano: il nuovo asfalto promette tempi da record

Secondo il progettista Jarno Zaffelli le moto della classe regina potrebbero addirittura scendere sotto all'1'32"

Il nuovo manto steso lo scorso marzo ha reso molto più veloce l'autodromo di Misano. L'approdo del Mondiale Superbike nel mese di giugno lo ha confermato, con un miglioramento di quasi sette decimi del record sul giro e di addirittura oltre due secondi e mezzo per quanto riguarda i protagonisti della Superstock 1000.

Le previsioni di Jarno Zaffelli, grande capo dello Studio Dromo, che si è occupato dei lavori, dicono che vedremo una grande progressione anche per quanto riguarda le prestazioni della MotoGp : "Misano ora è nel suo momento migliore. Non solo la pista è più veloce, ma tutti gli interventi hanno migliorato la sicurezza attiva e passiva, come dimostrato dai calcoli fatti con il nostro software certificato DroCAS".

"Basandoci su questi fatti, grazie ai lavori realizzati da noi, possiamo aspettarci un miglioramento del tempo sul giro che potrà variare tra lo 0,7% ed il 2,5% a seconda delle condizioni climatiche e della categoria. Le MotoGp potrebbero essere in grado di infrangere la barriera dell'1'32"" ha aggiunto.

Scendere sotto all'1'32" sarebbe davvero una grande prestazione, visto che il primato del tracciato romagnolo è di 1'32"915, realizzato da Marc Marquez. I tempi quindi si potrebbero abbassare di circa un secondo.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP di San Marino
Circuito Misano Adriatico
Articolo di tipo Preview