MotoGP | Mir soddisfatto: “La Suzuki 2022 è quasi pronta”

Secondo il pilota Suzuki Joan Mir, la GSX-RR 2022 è vicina all’essere pronta, dopo quanto visto durante il primo test di pre-stagione MotoGP a Sepang.

MotoGP | Mir soddisfatto: “La Suzuki 2022 è quasi pronta”
Carica lettore audio

Lo scorso anno l’impresa di difendere il titolo 2020 è stata ardua per Joan Mir, che nel 2021 ha raccolto solamente sei podi e ha concluso la stagione in terza posizione nella classifica generale a causa di una mancanza di sviluppo della GSX-RR.

Fino ad ora, la reazione di Suzuki per il 2022 è stata giudicata molto positiva da entrambi i piloti, sia Mir sia il suo compagno di squadra Alex Rins, quest’ultimo quarto nella classifica generale dei tempi al termine dei due giorni di test MotoGP a Sepang. Mir ha chiuso 12esimo a 398 millesimi dal miglior crono, ma non è riuscito ad effettuare il time attack durante il pomeriggio della domenica a causa della pioggia che si è abbattuta sul circuito.

Leggi anche:

Il pilota Suzuki sente che la velocità di punta della moto sia evidentemente migliorata, anche se afferma che ci sarà del lavoro da fare questo weekend nei prossimi test in Indonesia. Tuttavia, ritiene che la GSX-RR sia quasi pronta: “Siamo vicini e ne siamo contenti. Abbiamo migliorato la velocità di punta, siamo nel mezzo e questa è una cosa molto importante”.

“Sappiamo che abbiamo una moto veloce, ma era difficile superare quando dovevamo lottare con le Ducati sfruttando il motore di cui disponevamo. Ogni gara era la stessa storia, è sempre stato un po’ complicato. Un pizzico di potenza in più è di grande aiuto per me, e mi aspetto che questo vantaggio vada molto meglio. Sono soddisfatto, ma non sono estremamente contento, perché c’è del lavoro da fare. Ma tutto va bene, mi sento soddisfatto di tutto. Posso dire di essere contento”.

Mir ha spiegato che il carattere del motore della nuova Suzuki, provata per la prima volta nei test pre-stagione in Qatar lo scorso anno, è identico a quello della versione 2020 che ha corso l’anno scorso a causa della riduzione dei costi per il Covid. Tuttavia, il maiorchino non è entrato nello specifico nello spiegare dove il motore 2022 fosse migliore: “Il carattere è lo stesso, ma sulla moto non lo senti. Si vede dai dati, quando segui qualcuno. Ci sono più giri”.

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Joan Mir, Team Suzuki MotoGP

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Podcast MotoGP | Test Sepang: Ducati e Aprilia brillano e innovano
Articolo precedente

Podcast MotoGP | Test Sepang: Ducati e Aprilia brillano e innovano

Prossimo Articolo

MotoGP | Di Giannantonio: "Abbiamo fatto passi in avanti in ogni sessione"

MotoGP | Di Giannantonio: "Abbiamo fatto passi in avanti in ogni sessione"