Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Gran Bretagna

MotoGP | Mir: “Non andrei in Yamaha, voglio sistemare le cose in Honda”

Dopo l'infortunio al Mugello e due mesi di stop, Joan Mir tornerà con Repsol Honda questo fine settimana per il Gran Premio di Gran Bretagna della MotoGP. Il maiorchino lancia una stoccata ad Alex Rins, assicurando di voler risolvere i problemi in Honda senza andare via.

Joan Mir, Repsol Honda Team

Nel suo primo anno con la Honda, Joan Mir ha dovuto abituarsi a convivere con cadute e infortuni, come quello subito durante il Gran Premio d'Italia all'inizio di giugno, che lo ha tenuto fuori gioco per quasi due mesi. Un infortunio alla mano destra, che a prima vista non sembrava così grave, ha finito per diventare un vero e proprio problema che ha impedito al campione del mondo 2020 di prendere parte ai due appuntamentisuccessivi, in Germania e nei Paesi Bassi.

"C'è stato un infortunio, con qualche fastidio, e con la pausa e la situazione in cui mi trovavo, ho deciso di sistemare le cose. Ora siamo qui, con le batterie ricaricate e con la voglia di ribaltare la situazione", ha detto il maiorchino giovedì a Silverstone.

Le cadute hanno portato a situazioni di infortunio per tutti i piloti Honda, che sembrano vivere più da vicino il pericolo di una caduta inaspettata. "Non ho avuto paura della moto. Quello che succede è che quando le cose non funzionano ci si demotiva. Ero demotivato, sono demotivato. Quando sei abituato ad avere buoni risultati e non smetti di cadere, è difficile", spiega.

Joan Mir, Repsol Honda Team

Joan Mir, Repsol Honda Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Qualsiasi atleta d'élite si nutre di risultati, di cose positive, e io da un po' di tempo assorbo solo le cose negative. Ho bisogno di un po' dell'altro lato. Se avessi paura della moto non sarei qui", ha avvertito il pilota della Honda. L'infortunio del Mugello è arrivato dopo 12 cadute in soli cinque fine settimana, il suo record in una singola stagione. "Questa situazione spinge qualsiasi atleta al limite".

Tuttavia, questa situazione non ha messo a dura prova i rapporti tra il maiorchino e la sua nuova squadra. "Il trattamento che ho ricevuto dalla Honda in una situazione difficile come la mia è impeccabile", ha detto.

Uno scenario che però non ha impedito di speculare su una possibile partenza di Mir, qualora se ne presentasse l'occasione, come è accaduto al suo ex compagno di squadra alla Suzuki e ora alla Honda, Alex Rins, che ha già annunciato il suo passaggio alla Yamaha. "Non andrei alla Yamaha, voglio ribaltare la situazione con la Honda", ha detto il maiorchino.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Pressione gomme: penalità, come viene misurata e perché
Prossimo Articolo MotoGP | Silverstone, Libere 1: Bezzecchi brilla nella doppietta VR46

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia