MotoGP | Miller: "Ingiusto il divieto dell'abbassatore anteriore"

Jack Miller ritiene che la decisione di vietare l'abbassatore anteriore dal 2023 sia ingiusta nei confronti della Ducati, ritenendo che sia stata un po' imposta dagli altri costruttori.

MotoGP | Miller: "Ingiusto il divieto dell'abbassatore anteriore"
Carica lettore audio

I regolatori di altezza sono ormai parte integrante del panorama tecnico della MotoGP da diverse stagioni, ma la prima ad introdurre questo concetto è stata la Ducati.

A Borgo Panigale sono stati sempre un passo avanti su questo fronte e l'ultima evoluzione infatti è stata avvistata sulla GP22 nel corso dei test pre-stagionali, con l'integrazione della possibilità di abbassare anche l'anteriore con la moto in movimento. Un sistema che ha ancora bisogno di essere perfezionato e che infatti per ora è stato portato in gara solo dai piloti del Pramac Racing.

Ma, dopo che cinque dei sei costruttori hanno chiesto in Qatar di vietare gli abbassatori anteriori per motivi di costi e di sicurezza, la Gran Prix Commission ha ratificato la cosa nel mese di marzo, mettendoli al bando a partire dalla stagione 2023.

"Il divieto è ingiusto secondo me, che noi lo usiamo o meno", ha detto Miller. "Non ha importanza. Ducati ha speso soldi e tempo, più di ogni altra cosa, per sviluppare questo sistema e per farlo funzionare".

"Quando si fa un lavoro di questo genere, si tolgono risorse ad altre aree della moto, alle quali potresti dedicare tempo ed energia per cercare di svilupparle".

Jorge Martin, Pramac Racing

Jorge Martin, Pramac Racing

Photo by: MotoGP

"Alla fine, la Ducati non è un'azienda enorme come alcune delle altre, che si lamentano e chiedono di mettere una regola come questa, ma dicono che l'abbassatore posteriore va bene, perché ora ce l'hanno tutti e vogliono tenerlo".

"Quindi per me non è giusto, non puoi scegliere quali regole vuoi e quali non vuoi. L'abbassatore anteriore, per esempio, si potrebbe ancora utilizzare in partenza: non ha senso per me e non sono d'accordo con la sentenza".

"Lo abbiamo lì, se lo usiamo o no, dipende da noi. Ma noi ce l'abbiamo ed abbiamo lavorato per svilupparlo. Gli altri potevano provare a mettersi al passo oppure no".

Leggi anche:

"Dipende da loro, ma non si dovrebbe essere in grado di dire ad una squadra cosa può o non può utilizzare se è all'interno delle regole. Non si dovrebbe inventare una regola che non c'era per vietarlo".

Parlando del weekend di Termas de Rio Hondo, si pensava che la squadra ufficiale Ducati fosse una di quelle colpite dal ritardo dell'ultimo cargo che trasportava il materiale, ma Miller ha confermato che da giovedì la squadra ha preso in consegna tutto quanto ad eccezione delle pareti del box.

condivisioni
commenti
MotoGP | Alex Marquez: "Non ho mai visto Marc così giù"
Articolo precedente

MotoGP | Alex Marquez: "Non ho mai visto Marc così giù"

Prossimo Articolo

MotoGP | Espargaro: "Dobbiamo alzare il livello degli ingegneri IRTA"

MotoGP | Espargaro: "Dobbiamo alzare il livello degli ingegneri IRTA"