Kallio: "Spero di tornare a correre nel 2017 con KTM"

Oltre a far crescere la RC16, il finlandese vuole dimostrare di meritarsi un'altra chance in MotoGp

Lo scorso weekend Mika Kallio ha avuto a Valencia il primo assaggio della KTM RC16, la moto con cui la Casa austriaca farà il suo esordio in MotoGp nella stagione 2017. Il finlandese ha fatto una scelta difficile, preferendo il programma di sviluppo di questa nuova creatura ad un'altra stagione in classe Moto2. Tuttavia, spera di poter dare un contributo importante alla crescita della moto e magari di dimostrarsi abbastanza veloce da guadagnarsi un ingaggio per tornare sulla scena della MotoGp nel 2017.

In un'intervista rilasciata al sito ufficiale della KTM, Mika ha lasciato intendere di sentirsi l'uomo giusto al posto giusto: "Penso che la prima volta che abbiamo parlato è stato quasi un anno fa, di quanto sarebbe stato bello tornare alla KTM ora che stava partendo il progetto MotoGp. Abbiamo mantenuto i contatti per tutta la stagione e in estate gli ho chiesto cosa avevano pianificato a livello di test per il 2016. Sono sempre stato un pilota a cui piace sviluppare la moto, perché sono molto interessanto ai dettagli. Anche durante i weekend di gara mi piace controllare sempre tutti i dati. Per questo sono ansioso di iniziare con questa KTM per portarla al miglior livello possibile".

Viste le difficoltà incontrate in questa stagione, dopo essere stato vice-campione nel 2014, la Moto2 aveva perso un po' di attrattiva: "Ho corso in Moto2 per diverse stagioni e quest'anno è stato abbastanza complicato per me riuscire a fare dei buoni risultati. Diciamo che è stato l'opposto della stagione precedente. Ho faticato molto per trovare un buon feeling con le modifiche che ha apportato la Dunlop e sapevo che avrebbero continuato con queste anche nel 2016: questo è stato un altro motivo per guardare a qualcosa di diverso dalla Moto2".

Le gare sicuramente gli mancheranno nel 2016 ma, come detto, non nasconde che l'obiettivo è farsi notare in ottica 2017 e magari ritrovare quella MotoGp che gli manca dal 2010: "Di sicuro ho guardato a tutte le possibilità, ma il punto negativo è che mi mancheranno le gare, perché un pilota ha sempre voglia di essere in competizione con gli altri. Devo gestire la cosa e spero di poter tornare a correre nel 2017, quindi devo dimostrare alla KTM che sono abbastanza veloce per farlo con loro. Penso che la mia carriera non sia finita perché ho deciso di dedicarmi ad un anno di test per aiutare questo progetto".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento KTM, test
Sub-evento Test
Circuito Valencia
Piloti Mika Kallio
Team Red Bull KTM Factory Racing
Articolo di tipo Ultime notizie