Meregalli: "Si è rotto qualcosa tra Valentino e Jorge"

condivisioni
commenti
Meregalli:
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
29 ott 2015, 10:26

Maio conferma al Corriere dello Sport il clima incandescente in Yamaha: Lorenzo se ne va alla fine dell'anno?

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing e Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing e Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi e Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing and Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing, Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing and Marc Marquez, Repso
Marc Marquez, Repsol Honda Team sorpassa Jorge Lorenzo, Yamaha Factory Racing

Non si può di certo dire che Jorge Lorenzo e Valentino Rossi fossero amici, ma gli va dato atto che da quando il "Dottore" è tornato in Yamaha hanno collaborato in maniera molto professionale. Dopo tutto quello che è accaduto a Sepang, la sensazione è che tra loro però ormai la spaccatura sia di quelle difficili da sanare.

È vero che il momento caldo di domenica scorsa ha visto opposto Marc Marquez al pesarese, ma il maiorchino si è lasciato sfuggire frasi e gesti che lasceranno sicuramente un segno: sul podio ha fatto il pollice verso mentre il compagno di squadra veniva premiato e poi si è lasciato scappare di "aver perso il rispetto per Valentino". Senza dimenticare che aveva invocato una sanzione esemplare per il rivale nella corsa al titolo.

In un'intervista rilasciata al Corriere dello Sport, Maio Meregalli ha confermato che il clima è incandescente e che quindi la squadra vuole parlare con i due piloti prima di partire con Valencia, per evitare che possano accadere cose spiacevoli: "Vogliamo parlare con loro, è indubbio che qualcosa si è rotto. Non è che prima si amassero, ma lavorano insieme nello stesso box, anche se ognuno con la sua squadra".

Potrebbero quindi prendere quota le voci legate ad un Lorenzo pronto a lasciare la Yamaha nonostante abbia ancora un anno di contratto. L'alternativa più plausibile parrebbe essere quella della Ducati, per il noto rapporto di stima che lega lo spagnolo a Gigi Dall'Igna. Non a caso, già diversi mesi fa si era parlato di un contatto, proprio prima che Jorge firmasse l'opzione per rimanere in Yamaha. Inoltre provare a far fare alla Rossa l'ultimo step per tornare alla vittoria dopo la grande crescita del 2015 potrebbe essere uno stimolo importante.

È anche vero che a Borgo Panigale hanno ancora dei contratti in essere con Andrea Iannone ed Andrea Dovizioso, ma c'è anche un precedente della Honda, che pur di prendere Casey Stoner schierò tre moto nel 2011, quindi non si può escludere a priori che magari alle porte di Bologna non possano tentare la stessa operazione.

Più difficile l'opzione Honda, perché a quel punto la convivenza difficile da gestire potrebbe essere quella all'interno del box HRC, perchè con la coppia Marquez-Lorenzo ci sarebbero di nuovo due galli in un pollaio. E ci sarebbe da gestire anche l'uscita di Dani Pedrosa, che però potrebbe essere a questo punto un pilota appetibile per la Yamaha. È chiaro che al momento si tratta solo di ipotesi, ma la sensazione è che il mercato possa davvero esplodere subito dopo la bandiera a scacchi di Valencia.

Prossimo articolo MotoGP