Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Analisi
MotoGP GP d'Italia

MotoGP: mercato fermo, Marquez e Martin restano in lista d'attesa

La Ducati prende tempo per scegliere il pilota da affiancare a Bagnaia nel 2025, ma Marquez e Martin sembrano subire in silenzio, sapendo che chi ha in mano le carte del mazzo è Dall'Igna. Ma in questa situazione a cottura lenta chi rischia di bruciarsi? KTM e Aprilia non staranno con le mani in mano...

Jorge Martin, Pramac Racing, Francesco Bagnaia, Ducati Team, Marc Marquez, Gresini Racing

Orgoglio e pregiudizio. La Ducati ha fatto sapere che la questione di mercato su chi sarà il pilota nel team di Borgo Panigale accanto a Pecco Bagnaia non si chiarirà al Mugello come era stato promesso. Serve ancora tempo per prendere una decisione e scegliere fra Jorge Martin e Marc Marquez. Due campioni spagnoli, perché Enea Bastianini non sembra avere alcuna chance per restare nella squadra ufficiale.

Se dipendesse da Gigi Dall’Igna la scelta sarebbe già stata fatta: il Direttore Generale di Ducati Corse vorrebbe Marc Marquez, ma questa decisione aziendale passa da scelte più complesse di quelle di cuore. Claudio Domenicali, presidente del marchio bolognese, non sarà certo estraneo alla delibera, così come avranno un peso gli incastri che si dovranno creare con i team satellite.

Luigi Dall'igna, Ducati Team

Luigi Dall'igna, Ducati Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

La partita, dunque, è più complessa di quello che sembra, ma a stupire è l’atteggiamento dei due piloti che sembrano disposti a prendere tempo, come se le carte sul tavolo è in grado di darle solo la Ducati che in questo momento si trova nella condizione di dettare le regole del gioco.

Jorge Martin ha detto chiaro che l’anno prossimo vuole correre per un marchio ufficiale: il suo messaggio è chiaro. Se non mi volete sulla moto rossa sappiate che ho un’alternativa in KTM che già gli ha messo sotto al naso una proposta di contratto.

E non ci stupiremmo affatto se anche Massimo Rivola, CEO di Aprilia Racing, ora che è certo di avere una moto libera a fine anno con il ritiro di Aleix Espargarò ufficializzato la scorsa settimana a Barcellona, non sia pronto a fare le sue avances a quello che sarà il pilota “scartato” da Ducati, perché sulla tuta non avrà i galloni del pilota “ufficiale”.

L’otto volte campione del mondo di Cervera sembra avere meno fretta di chiudere la questione mercato: il 31enne iberico è ben capace di fare i conti, consapevole che, forse, potrebbe guadagnare di più guidando la Desmosedici impacchettata da Borgo Panigale per la Pramac, potendo mantenere sponsorizzazioni proprie che, invece, potrebbero andare in contraddizione con alcuni marchi che supportano il team factory.

È curioso notare, in questa situazione, come i piloti non abbiano il coltello dalla parte del manico per dettare le condizioni di una trattativa che in altri momenti e altri rider aveva portato a separazioni che potevano sembrare incredibili. Basti citare un esempio per tutti: Valentino Rossi.

È incredibile fotografare come la “calamita” Ducati sia attrattiva per i top driver. Uscire dall’orbita di Borgo Panigale sarebbe un atto di coraggio o solo una inutile provocazione? La prospettiva di guadagnare meno perché la fetta di budget più importante se l’è mangiata Bagnaia non è una chiave utile a dirimere la questione: Dall’Igna si prende tempo e sembra in grado di giocare le carte del suo mazzo. Martin e Marquez aspettano la cottura lenta. Chi si brucerà?

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Taramasso: "Anteriori più rigide al Mugello con l'incognita maltempo"
Prossimo Articolo MotoGP | Bagnaia punta al tris con Ducati al Mugello

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia