Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Francia

MotoGP | Marquez disposto a lasciare Red Bull per la Ducati ufficiale

Il mercato piloti sta già entrando nel vivo e sono ben tre piloti a contendersi il posto nel team ufficiale accanto a Pecco Bagnaia. Marc Marquez è tra questi e sostiene di non avere ancora chiarito il 2025, ma di crearsi più possibilità andando forte. C'è però un nodo da sciogliere: in ufficiale lasciando Red Bull? Marc glissa, ma...

Marc Marquez, Gresini Racing

Dopo una “caldissima” Jerez, la MotoGP è arrivata a Le Mans, un tracciato altrettanto carico di passione dei fan. L’atmosfera sarà sicuramente un valore aggiunto alla motivazione che Marc Marquez ha nell’affrontare il Gran Premio di Francia. Lo storico tracciato sarà teatro di una nuova sfida, a cui il pilota Gresini arriva carico dopo l’ottimo risultato ottenuto nella gara di casa.

Il ritorno sul podio a Jerez nella gara di domenica è stato una boccata d’ossigeno per l’otto volte iridato, che non ha guardato tanto al risultato, ma dalla fatica fatta per arrivarci: “È stata speciale pensando da dove venivamo. Non è stata una gara super incredibile in sé, ma venivo da un momento molto complicato e non salivo sul podio da tantissimo tempo in condizioni di asciutto”.

“Lottare corpo a corpo con il vincitore della gara e avere il passo per essere lì è stato bellissimo. Era da tanto che non mi sentivo così veloce in una gara domenicale. Questo è solo il primo passo, ovviamente in alcune piste avremo qualche problema in futuro. Ma per me è un piacere lottare con i due piloti che lo scorso anno hanno corso a un livello altissimo e si sono contesi il titolo mondiale”, ha raccontato Marquez nella consueta conferenza stampa del giovedì.

Alla vigilia del Gran Premio di Francia, lo spirito è positivo, a giudicare anche dai risultati del passato: “Mi sento bene, Le Mans è una buona pista per me. È vero che quest’anno arrivo su piste dove fino all’anno scorso faticavo, mentre ora sono più competitivo. Qui ho lottato con Jorge fino agli ultimi due giri, vediamo quest’anno. Dovremo iniziare nel modo giusto, passo dopo passo. Ma i test di Jerez sono già stati molto positivi perché abbiamo continuato a imparare nuove cose. Ora devo trovare il modo di essere più veloce e di essere sempre più vicino ai piloti davanti”.

Marc Marquez, Gresini Racing

Marc Marquez, Gresini Racing

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

I “piloti davanti” sono quelli equipaggiati della Desmosedici GP24. Chi l’ha provata, ha lodato l’ulteriore passo in avanti compiuto rispetto alla GP23, di cui dispone Marc Marquez. Tuttavia, l’otto volte iridato sostiene di non vedere, dall’esterno, grandi differenze a giudicare anche dai risultati: “Le differenze sono piccole. Se li seguo, non trovo distinzioni. Quello che sento con la GP23 è che sto con loro e posso lottare se guido bene. Ovviamente ci sono delle differenze, ma vanno chieste a chi guida la GP24. Io mi concentro sulla mia moto e sapevo prima di arrivare qui cosa avrei avuto. Quindi continuo a spingere e mi sto divertendo, che è la cosa più importante”.

I buoni risultati sono anche un bel “biglietto da visita” in ottica futura. Il posto nel team ufficiale accanto a Pecco Bagnaia è conteso fra Enea Bastianini (che cerca la conferma), Jorge Martin e lo stesso Marc Marquez. Chi la spunterà fra i tre? L’alfiere Gresini non si sbilancia sul futuro prossimo spiegando principalmente qual è la sua situazione: “Rispetto a Jorge, io sono nuovo in Ducati. Sono arrivato in una situazione particolare”.

“Pian piano mi sento sempre meglio in pista, più forte e ho sempre maggiore fiducia”, ha spiegato. “Questo è l’obiettivo per quest’anno. Ovviamente, se continuerò in questo modo, nel 2025 o nel 2026 l’obiettivo sarà differente, ovvero lottare per il titolo. Per questo, bisogna avere il materiale più nuovo sulla moto per avere più opportunità. Ma, più sarò veloce, più avrò opzioni per il futuro. Se avrò la possibilità, deciderò per il meglio”.

C'è solo un nodo da sciogliere affinché Marc possa vestire di rosso nel 2025 (oltre alla battaglia con i suoi compagni di marca): Red Bull e Monster. I due colossi dell'energy drink sono rivali e, mentre il primo sponsorizza Marc, il secondo attacca gli adesivi sulle Ducati ufficiali. Come risolvere il "conflitto"? Marquez ha le idee abbastanza chiare anche da questo punto di vista, lasciando intendere di considerare anche l'ipotesi di lasciare Red Bull per unirsi al team ufficiale. 

"A volte nella vita si devono prendere decisioni che non piacciono o che non si vogliono prendere. Siamo tutti qui per vincere, per questo bisogna cercare le migliori condizioni in ogni momento. Va tenuto in considerazione tutto", ha spiegato l'alfiere Gresini. Questo cambiamento riguarda anche Red Bull? Il catalano non ha risposto direttamente, glissando la domanda. "Se un pilota finisce un contratto e un marchio, qualsiasi, ha delle moto libere, sarebbe stupido non avere almeno una conversazione con questo. Bisogna parlare con tutti e, ovviamente, ci sono delle conversazioni". 

Dopo il futuro più prossimo, arriva quello a lungo termine: a tenere banco questo fine settimana è il nuovo regolamento, che entrerà in vigore nel 2027. Cosa ne pensa Marc Marquez? “Scherzavo con i giornalisti spagnoli dicendo che non so dove saremo nel 2027. Ho guardato un po’ le nuove regole, ma sembra che si vada un po’ più sullo spettacolo. Ci sono restrizioni dal punto di vista tecnico, penso che questo sia buono per i piloti. Se hai meno cose tecniche sulla moto, il pilota può fare più la differenza e il valore del pilota sarà migliore. Quindi si cercherà il pilota ed è una cosa che mi piace”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Bagnaia: "Non voglio Marc in Ducati ufficiale? Sono str...!"
Prossimo Articolo MotoGP | Martin: "Le regole 2027 daranno più valore ai piloti"

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia