Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Catalogna

MotoGP | Marquez: "E' strano dire che è una buona giornata finendo 11°"

Marc Marquez ha sfruttato al meglio la sua posizione in griglia per cercare di stare davanti, ma ha concluso all'undicesimo posto la Sprint del GP di Catalogna della MotoGP.

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez può dire di aver vissuto un buon sabato al Gran Premio di Catalogna. È vero che ha solo concluso all'undicesimo posto nella Sprint della MotoGP, ma anche così la sua posizione contrasta con il resto delle moto giapponesi, visto che Lecuona è stato il secondo dei piloti Honda, ma solo in 19° posizione davanti a Takaaki Nakagami e Joan Mir, mentre il miglior pilota della Yamaha è stato Franco Morbidelli, 15°.

L'otto volte campione del mondo ha iniziato a dare forma ad una positiva gara breve nelle qualifiche, ottenendo la dodicesima posizione sulla griglia di partenza ed entrando nella Q2 sfruttando la scia di Jack Miller nella Q1.

In gara, Marquez è stato in grado di fare un'ottima partenza ed è arrivato fino al settimo posto, mentre per gran parte dei 12 giri è stato ottavo, quindi in zona punti. Tuttavia, con il passare dei giri ha iniziato a perdere ritmo ed è stato superato da altri piloti, finendo dodicesimo, a quasi 12 secondi dal vincitore, Aleix Espargaró, e a quasi quattro secondi dalla zona punti.

Una volta terminata l'azione in pista, il pilota di Cervera ha ammesso che è stata una buona giornata, anche se ha avuto bisogno del riferimento del pilota australiano della KTM in qualifica, e che si è concesso il lusso di spingere a fondo in gara, in barba alla nuova filosofia di non rischiare più del necessario, e di guidare solo per raccogliere dati che potrebbero essere utili per la Honda.

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Marc Marquez, Repsol Honda Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Per me, personalmente, è stata una grande giornata", ha detto il numero 93. "Soprattutto nella Q1. È vero che ero alla ruota di Jack, ma bisognava farlo. Poi nella Q2 non ho voluto prendere altri rischi. Nella Sprint volevo spingere al massimo, ma nei primi giri ho spinto troppo sulle gomme, sia quelle anteriori che quelle posteriori. L'ho fatto soprattutto per me stesso, per stare vicino ai primi e per rimanere motivato".

Tuttavia, il più esperto dei fratelli Marquez è consapevole che, con la lunga distanza della gara principale di domenica, ripetere quanto fatto sabato sarà quasi impossibile: "Questa domenica soffriremo di più", ha detto con enfasi.

Marquez ha anche riconosciuto che sta ancora faticando ad abituarsi alla sua difficile situazione sulla RC213V, quindi è importante avere questi momenti di gioia: "Sono contento del mio ritmo personale. È strano dire che è stata una buona giornata se sono partito dodicesimo e ho finito undicesimo. È importante non perdere questa velocità, perché a volte si corre il rischio di adagiarsi".

"Ma questa volta ho rischiato, soprattutto nella Q1, ed è lì che si è visto che il mio gene viene fuori, quello che sto gestendo ora", ha concluso Marquez con una risata e felice di aver avuto una giornata positiva a casa.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Aleix: "Dov'erano le altre Ducati? Pecco incredibile!"
Prossimo Articolo MotoGP | Quartararo: “Proviamo a cercare qualcosa che non c'è”

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia