Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie

MotoGP | Marquez convinto: “Posso vincere almeno un altro titolo”

Il prossimo anno, Marc Marquez sarà un pilota ufficiale Ducati e l’obiettivo è chiaro: tornare a vincere. L’otto volte campione del mondo però sogna in grande e rivela di sentirsi in grado di vincere almeno un altro titolo.

Marc Marquez, Gresini Racing

Marc Marquez, Gresini Racing

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Quando lo scorso anno fu annunciata la manovra di mercato MotoGP più sbalorditiva degli ultimi anni, in molti faticavano a prenderla sul serio. Marc Marquez in Gresini? Era impensabile per alcuni. Eppure, da quando è stata ufficializzata, nessuno ha mai messo in dubbio il fatto che, in sella alla Ducati, la moto più competitiva della griglia, potesse tornare a lottare per le vittorie, se non addirittura per il titolo.

Tuttavia, arrivati alla prima metà di stagione, il bilancio alla pausa estiva vede l’otto volte iridato a digiuno di successi. Sorprendente per molti, ma non per Marc Marquez, che ha tenuto i piedi per terra sin dall’inizio ritenendo l’avventura in Gresini un modo per ritrovare fiducia nelle proprie capacità e tornare a divertirsi in moto. Le vittorie e le soddisfazioni sarebbero arrivate successivamente.

La vittoria l’ha sfiorata in più di un’occasione, ma gli è sempre sfuggita di mano per diversi motivi. All’inizio della pausa estiva, però, l’alfiere Gresini è terzo in campionato a 56 punti dal leader Pecco Bagnaia. Guardando la classifica generale, viene spontaneo pensare che l’otto volte iridato possa puntare al nono, ma ancora una volta è lo stesso pilota ad abbassare le aspettative, raccontandolo in un’intervista a DAZN Spagna.

Marc Marquez, Gresini Racing

Marc Marquez, Gresini Racing

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

“La gente me lo dice, sono vicino. Ma avete visto la realtà”, spiega Marc. “E la realtà è che come faccio a lottare per il campionato se salvo le domeniche al meglio che posso, se non finisco le gare, se una cosa, se l’altra…? Ci sono due piloti che sono costantemente più veloci e davanti a noi. Lottare per il mondiale? Devono succedere tante cose, non mi vedo in lotta. L’obiettivo è finire in top 3, ma non sarà facile tenere dietro Bastianini”, riconosce Marc, che ha un vantaggio di sole 11 lunghezze sul riminese della Ducati.

Marquez però non nasconde di aver accarezzato l’idea di potercela fare davvero: “Ci sono stati momenti… Quando fai gare come Jerez o Le Mans ti dici ‘vediamo cosa succede alle prossime’. Ma la successiva, al Montmelo, mi sono visto di nuovo lontano. Al Mugello ero più vicino di quanto mi aspettassi, ma anche in Olanda ero lontano. Per vincere il campionato, e l’ho detto a inizio stagione, devi essere costante su ogni pista. E se sei anche veloce, questo fa la differenza”.

Marc Marquez, Gresini Racing

Marc Marquez, Gresini Racing

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Costante e veloce sono aggettivi che si addicono ai due grandi favoriti per il titolo, Jorge Martin e Pecco Bagnaia. Quest’ultimo, negli ultimi quattro weekend ha vinto 6 delle 8 gare disputate, mentre lo spagnolo ha ceduto la leadership proprio al Sachsenring dopo essere finito nella ghiaia quando dominava la gara. “Vedo meglio Pecco al momento”, sostiene Marquez, che guarda da fuori la lotta tra i due. “Ha la stabilità mentale, che è molto importante, e fa risultati. Poi può cambiare tutto in due gare”.

Proprio il campione in carica e attuale leader del mondiale sarà il compagno di squadra di Marc nel 2025: “Come ha preso questa notizia? Credo bene. Se fossi in lui, la prenderei come una sfida. Sei in squadra con il pilota che ha vinto più titoli sull’attuale griglia della MotoGP, avrai la sua stessa moto e mostrerai alle persone che puoi batterlo. Se fossi Pecco, la prenderei così, ma bisogna chiedere a lui come l’ha presa”.

Ducati, nonostante le titubanze iniziali, alla fine ha scelto proprio Marc come pilota da affiancare a Bagnaia, preferendolo a Jorge Martin. Oltre alla moto “rossa”, c’era un’alternativa valida o il suo è stato un “bluff” per mettere sale sulla coda a Ducati? “No, si trattava di un approccio che era l'opzione C, la terza, nemmeno la seconda, ma sì, perché no? Ci sono altri due marchi europei che stanno lavorando bene e hanno fatto passi avanti negli ultimi anni. Quindi sì, erano opzioni reali ed efficaci”.

Marc Marquez, Gresini Racing, Jorge Martin, Pramac Racing.

Marc Marquez, Gresini Racing, Jorge Martin, Pramac Racing.

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Poi la scelta è ricaduta su Ducati. A Borgo Panigale temevano di lasciar andare il più vincente degli ultimi anni e cederlo alla concorrenza? “Se fossi Ducati, non avrei timore di un altro marchio, anche con un altro pilota. Ora hanno il più veloce che è Pecco. Ma ce ne sono altri due o tre che sono veloci. Non avrei paura che un altro pilota se ne vada, perché se non fossi io sarebbe Martin, che sta andando molto veloce”.

“La risposta che mi è stata data è sempre stata diretta e chiara: ‘Vedendo i tuoi progressi in queste prime sei gare con la moto 2023, siamo molto contenti e pensiamo che tu possa fare molto bene con la moto ufficiale’. Ho accettato, abbiamo parlato delle condizioni, ero soddisfatto, felice, e quando mi sento soddisfatto e competitivo, non c'è bisogno di guardare altrove”, prosegue Marquez.

Una volta riacquisita fiducia con la guida, una volta ritrovato il divertimento, Marc sta continuando a conoscere questa Ducati, con cui farà un passo in avanti nel 2025. Il prossimo anno ronza in testa l’idea di agguantare quel nono titolo e Marquez non lo nasconde: “Quanti altri mondiali penso di poter vincere? Andiamo per il prossimo. Uno. Almeno uno”.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Martin “regala” a Ducati tesi per puntare tutto su Pecco
Prossimo Articolo MotoGP | Pol Espargaro wild card con KTM al Red Bull Ring

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia