MotoGP: Marini svela i segreti dell'holeshot Ducati

Dopo averlo provato per la prima volta al GP di Stiria, Luca Marini ha svelato alcuni dettagli inediti dell'holeshot della Ducati, a oggi il dispositivo più avanzato tra quelli proposti dai team nella classe regina del Motomondiale.

MotoGP: Marini svela i segreti dell'holeshot Ducati

Luca Marini, uno dei due piloti titolari del team Esponsorama di MotoGP, ha avuto modo di correre per la prima volta con il dispositivo holeshot sulla sua Ducati Desmosedici lo scorso fine settimana, al Red Bull Ring, al Gran Premio di Stiria.

Dopo un comprensibile lasso di tempo in cui ha avuto bisogno di prendere confidenza con il nuovo dispositivo, che permette al posteriore della moto di abbassarsi e migliorare la trazione in uscita di curva, Marini ha iniziato a usarlo con naturalezza. In fondo si tratta di un pulsante in più da premere, ma al momento giusto.

Se l'innesco del dispositivo sembra molto semplice, Marini ha rivelato aspetti molto interessanti dell'holeshot, rimasti inediti sino a oggi. Al GP di Stiria lui ha utilizzato un assetto standard del device inventato e portato per la prima volta in gara dalla Ducati, ma dietro - o meglio, dentro - a questo sistema c'è molto di più. Si tratta di una serie di assetti variabili che permettono ai piloti di fare diverse regolazioni, abbassando e alzando la moto con la velocità più gradita.

"L'holeshot è molto interessante, un sistema molto tecnologico e la Ducati a mio avviso ha fatto davvero un grande passo avanti. E' nettamente avanti alle altre, anche come funzionamento. E' un sistema che si può proprio modificare molto, il tempo della discesa o anche come risale il posteriore".

"Per il momento non abbiamo ancora toccato nulla, nel primo fine settimana abbiamo usato i parametri standard che ci ha fornito Ducati. Vediamo se in questo fine settimana riusciremo a perfezionare qualcosa. Perché ci sono piloti a cui piace che la moto si abbassi il più tardi possibile, ad altri piace che si sieda subito. Io sono partito con l'assetto standard, ma credo che si possa anche provare a lavorare per vedere se riusciamo a trovare anche altri miglioramenti".

Marini ha rivelato anche che, sebbene l'holeshot sia un dispositivo molto complesso e variegato nelle sue possibilità d'assetto, l'attivazione in gara si è rivelata piuttosto semplice e praticamente immediata. Dopo aver provato il sistema nella sua versione standard, Marini potrebbe provare a modificare i primi parametri in questo weekend, in vista del Gran Premio d'Austria.

"Per quanto riguarda l'automatismo, diciamo che durante la gara ogni giro era più facile usarlo. Nei primi giri è stato più complicato, perché ogni giro devi premere tanti pulsanti, e quindi non è facile se si considera che ora dobbiamo premere anche quello. Però verso metà gara in poi è diventata proprio una cosa automatica. Spero di ripartire da quel punto in questo weekend. Mi sento già capace di usarlo".

"Come detto, possiamo iniziare a lavorarci, sistemare e modificare qualcosa. Magari il tempo di abbassamento o risalita del posteriore. Però più o meno mi sento al pari degli altri. Anzi, non necessito di ulteriore tempo per imparare. Anzi, mi piace imparare cose nuove e velocemente".

condivisioni
commenti
Ufficiale: al Red Bull Ring arriva una chicane per la MotoGP dal 2022
Articolo precedente

Ufficiale: al Red Bull Ring arriva una chicane per la MotoGP dal 2022

Prossimo Articolo

Petrucci: "L'offerta KTM per la Dakar mi piace. Ci devo pensare"

Petrucci: "L'offerta KTM per la Dakar mi piace. Ci devo pensare"
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021