La miglior gara di Smith termina con una caduta

La miglior gara di Smith termina con una caduta

Il britannico però deve prendere la bella prova di Losail come un punto di partenza per un futuro brillante

Bradley Smith è stato senza dubbio una delle grandi rivelazioni del Gp del Qatar. Dopo un 2013 da comprimario, il pilota della Yamaha Tech 3 si è guadagnato un posto in prima fila a Losail ed anche in gara è rimasto agganciato al trenino dei primi praticamente per tutta la gara, al punto che a pochi giri dal termine era ancora in lotta per il gradino più basso del podio con Alvaro Bautista e Dani Pedrosa. Purtroppo i sogni di gloria del pilota britannico sono andati in fumo al 19esimo dei 22 giri previsti, quando ha perso l'anteriore della sua M1 alla curva 6, finendo ruote all'aria. Ovviamente ora per Bradley c'è molto rammarico per la possibilità sprecata, ma c'è anche la consapevolezza di avere il potenziale per fare bene in questa stagione ed è da qui che vuole ripartire. "Ovviamente questo non era il modo ideale per terminare la prima gara della stagione, ma ho dato veramente tutto me stesso in questa corsa. Mi sentivo molto a mio agio sulla moto. Sapevo che sarebbe stato difficile salire sul podio, ma a cinque o sei giri dal termine mi ero convinto che avrei potuto riprendere i piloti che mi precedevano, ma purtroppo poi sono caduto" ha detto Smith. "Ora, anche se non è facile, devo cercare di pensare solo agli aspetti positivi di questo weekend, per presentarmi ad Austin con fiducia e provare ad essere competitivo tanto quanto lo sono stato qui" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie