MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Prossimo evento tra
2 giorni
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
9 giorni
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
72 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
79 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
93 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
107 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
122 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
129 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
142 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
150 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
156 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
171 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
178 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
185 giorni

MotoGP, Le Mans, Libere 2: Vinales vola, quarto un redivivo Lorenzo

condivisioni
commenti
MotoGP, Le Mans, Libere 2: Vinales vola, quarto un redivivo Lorenzo
Di:
17 mag 2019, 13:15

Il pilota della Yamaha precede Marquez e l'idolo locale Quartararo, con Jorge che però risale a meno di tre decimi. Le Ducati sono quinta e sesta, ma paiono più in difficoltà. Male Rossi, solo 13esimo e al momento fuori dalla Q2.

Gioie e dolori in casa Yamaha al termine della prima giornata di prove libere del GP di Francia, con Maverick Vinales che è stato il più veloce, mostrando anche un grande passo, e Valentino Rossi che invece non è riuscito a fare meglio del 13esimo tempo anche nella FP1 e al momento sarebbe costretto a passare dalla Q1.

Lo spagnolo è parso davvero a suo agio sul tracciato francese di Le Mans, dove ha già vinto con la M1 nel 2017, ed è arrivato vermanete vicino alla best pole con il suo 1'31"428. Del resto, con le previsioni che danno praticamente per certa la pioggia domani, la parte finale del turno pomeridiano si è trasformata quasi in una mini qualifica volta a centrare l'accesso diretto alla Q2.

Alle spalle del pilota della Yamaha c'è Marc Marquez, che con la sua Honda ha chiuso distanziato di 190 millesimi da un Vinales che oggi sembra aver fatto la differenza soprattutto nel T4. La grande notizia per la Honda però è la rinascita improvvisa di Jorge Lorenzo: il maiorchino si è piazzato quarto, staccato di meno di un decimo dal leader iridato. Che stia finalmente arrivando la luce al fondo del tunnel?

Tra le due RC213V ormai non possiamo più parlare di sorpresa per Fabio Quartararo, quarto dopo essere stato il più veloce in mattinata con la sua Yamaha Petronas. Il rookie francese è stato più veloce di appena tre millesimi rispetto a Lorenzo ed è a 285 millesimi dalla M1 di Vinales.

A seguire ci sono le due Ducati di Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci, che in questo momento sembrano essere un passettino indietro rispetto a Honda e Yamaha, anche su una pista che sulla carta doveva essere favorevole alle Desmosedici GP. "Petrux" è stato anche protagonista di una caduta davvero particolare, perdendo l'anteriore in uscita della curva 8, quando ormai era quasi a ruote dritte.

 

A terra c'è finito addirittura due volte Pol Espargaro (curva 14 e curva 11), che però ha confermato la buona competitività mostrata dalla KTM, che ha introdotto un nuovo forcellone in carbonio, affidando anche una nuova configurazione di motore allo spagnolo, che ha chiuso settimo a poco meno di mezzo secondo.

Nella top 10 c'è spazio anche per l'Aprilia del fratello Aleix, ottavo, ottavo a poco più di sette decimi, ma anche lui vittima di una scivolata alla curva 3 nel finale. A completare la top 10 troviamo poi la Honda di Takaaki Nakagami e la Yamaha Petronas di Franco Morbidelli, anche se al momento l'italiano sarebbe costretto a passare dalla Q1.

Nella top 10 cumulativa infatti figura Jack Miller grazie al tempo realizzato nella FP1, nonostante un pomeriggio complicato per il pilota della Ducati Pramac, che ha chiuso 16esimo dopo due cadute (curva 3 e curva 11). E' andata peggio a Cal Crutchlow, caduto alla curva 4 mentre stava facendo segnare dei buoni parziali: il britannico della Honda LCR si è così ritrovato 11esimo alla fine davanti alla Ducati Pramac di Pecco Bagnaia.

Come detto, è solo 13esimo Valentino Rossi, che quindi al momento sembra essere il più in difficoltà tra i piloti della Yamaha, come certifica il suo distacco di quasi nove decimi dal compagno di squadra Vinales. Non se la passano meglio le due Suzuki, che al momento sono nella sua scia con nell'ordine Joan Mir, caduto alla curva 8, ed un fin qui molto deludente Alex Rins.

Dopo il buon nono tempo della mattinata, Johann Zarco è invece precipitato al 17esimo nel pomeriggio con la seconda KTM. Continua a faticare, infine, anche Andrea Iannone, 19esimo a 1"7 con la seconda Aprilia.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Maverick Viñales Yamaha 21 1'31.428     164.785
2 Spain Marc Márquez Alenta Honda 22 1'31.618 0.190 0.190 164.443
3 France Fabio Quartararo Yamaha 23 1'31.713 0.285 0.095 164.273
4 Spain Jorge Lorenzo Honda 22 1'31.716 0.288 0.003 164.267
5 Italy Andrea Dovizioso Ducati 21 1'31.736 0.308 0.020 164.232
6 Italy Danilo Petrucci Ducati 17 1'31.899 0.471 0.163 163.940
7 Spain Pol Espargaro KTM 12 1'31.923 0.495 0.024 163.898
8 Spain Aleix Espargaro Aprilia 17 1'32.132 0.704 0.209 163.526
9 Japan Takaaki Nakagami Honda 20 1'32.203 0.775 0.071 163.400
10 Italy Franco Morbidelli Yamaha 22 1'32.239 0.811 0.036 163.336
11 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 18 1'32.270 0.842 0.031 163.281
12 Italy Francesco Bagnaia Ducati 18 1'32.285 0.857 0.015 163.255
13 Italy Valentino Rossi Yamaha 20 1'32.320 0.892 0.035 163.193
14 Spain Joan Mir Suzuki 23 1'32.322 0.894 0.002 163.189
15 Spain Alex Rins Suzuki 22 1'32.385 0.957 0.063 163.078
16 Australia Jack Miller Ducati 15 1'32.573 1.145 0.188 162.747
17 France Johann Zarco KTM 19 1'32.574 1.146 0.001 162.745
18 Czech Republic Karel Abraham Ducati 18 1'32.999 1.571 0.425 162.001
19 Italy Andrea Iannone Aprilia 18 1'33.141 1.713 0.142 161.754
20 Portugal Miguel Oliveira KTM 20 1'33.401 1.973 0.260 161.304
21 Spain Tito Rabat Ducati 23 1'33.431 2.003 0.030 161.252
22 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 19 1'33.903 2.475 0.472 160.442
Prossimo Articolo
Dramma a Le Mans: muore un commissario per un attacco di cuore

Articolo precedente

Dramma a Le Mans: muore un commissario per un attacco di cuore

Prossimo Articolo

Petrucci avverte: "Bisogna fare attenzione ai cordoli, sono molto scivolosi"

Petrucci avverte: "Bisogna fare attenzione ai cordoli, sono molto scivolosi"
Carica commenti