MotoGP | La stagione 2022 conta più cadute degli ultimi 13 anni

La stagione 2022 della MotoGP si è chiusa con 335 cadute ed è stata quella con il maggior numero di incidenti degli ultimi 13 anni.

MotoGP | La stagione 2022 conta più cadute degli ultimi 13 anni
Carica lettore audio

Le cadute sono parte integrante del motociclismo e la MotoGP ne è un esempio lampante. Il campionato ha reso note le cifre ufficiali del 2022 e ciò che ne emerge è sorprendente. Ogni anno ci sono più cadute in MotoGP. È un dato di fatto. Nel 2022 abbiamo visto un totale di 335 cadute (solamente nella classe regina), e questo numero rende la stagione 2022 quella con più incidenti degli ultimi 13 anni.

Torna così una tendenza già vista a metà del decennio scorso. In quell’occasione si era toccato l’apice nel 2017, con 313 cadute nella classe regina. Dopo quell’anno, le cifre si sono abbassate sempre di più fino al 2019.

Il 2020 si è concluso con 180 cadute, ma non è molto rappresentativo, perché la pandemia ha costretto ad avere un calendario ridotto in via eccezionale. Nel 2021, già con il numero di gran premi consueto, sono tornati gli incidenti, fino a raggiungere il massimo storico nel 2022.

Ma a cosa si deve questo incremento? Cadono di più i piloti attuali? Per capirlo, dobbiamo tenere in considerazione diversi aspetti.

Caída de Jorge Martín, Pramac Racing

2022, la stagione più lunga della storia della MotoGP

La stagione 2022 ha avuto 20 gare ed è stata la più lunga della storia del campionato. La questione è semplice: più eventi, più cadute. Tuttavia, non è sempre così. Per esempio, nel 2018 e nel 2019 è stata disputata una gara in più rispetto al 2017 (19 contro 18 gare), e le cifre degli incidenti erano scese: nel 2017 abbiamo visto 313 cadute, mentre nel 2018 si è scesi a 303. Anche nel 2021, che ha avuto lo stesso numero di eventi del 2017, ci sono state meno cadute, 278.

La media di cadute per gran premio in MotoGP

Tenendo in considerazione la variazione del numero di gare per stagione, un buon metodo per sapere quale griglia accumula più cadute all’anno è ottenere la media degli incidenti per weekend.

Facendo i calcoli (che si possono consultare in fondo a questo articolo), abbiamo verificato che il 2017 è stato l’anno con il maggior numero di cadute per fine settimana, con una media di 17,39. Il 2010 invece è stato l’anno con meno cadute, con una media di 7,44. Il 2022 è il secondo ano con più incidenti della lista, con una media di 16,75.

Il numero di piloti della griglia della MotoGP

Anche se la griglia della MotoGP ha lo stesso numero di unità da molti anni, non è sempre stato così. Fino al 2012, quando è entrato in vigore il regolamento CRT (che poi è passato a chiamarsi Open), la MotoGP aveva appena 17 piloti titolari. Se ci sono meno piloti, ovviamente ci sono meno cadute.

Tuttavia, a partire dal 2013 la griglia ha superato i 20 piloti titolari ma il numero di cadute annuali era minore. L’incremento di incidenti per partecipante spiega fino a un certo punto la media degli incidenti per gran premio.

Alex Marquez, Team LCR Honda caída

Altri fattori che influenzano le cadute in MotoGP

Oltre ai fattori già menzionati, dobbiamo tenere in considerazione un’altra serie di elementi per capire l’evoluzione dei dati. Il meteo è uno dei fattori più importanti. I piloti della MotoGP hanno dovuto far fronte alla pioggia in diversi gran premi, come Portogallo, Francia, Giappone, Thailandia, Malesia e Australia.

Anche le condizioni dell’asfalto guadagnano importanza al momento di guardare i numeri degli incidenti. La superficie su cui si disputano le gare si deteriorano con il passare del tempo e hanno bisogno di essere riasfaltate periodicamente per evitare la perdita di grip, di drenaggio o la formazione di buche.

L’esempio più recente e noto è quello che abbiamo visto ad Austin, che nella sua edizione 2021 era arrivata a ricevere minacce di boicottaggio. I piloti avevano fatto pressione affinché fosse riasfaltata la pista e il circuito ha soddisfatto le richieste nel 2022.

Inoltre bisogna considerare il ruolo delle gomme. Il cambio di fornitori, l’introduzione di nuove mescole o l’evoluzione delle carcasse finisce per condizionare in maniera diretta il numero di cadute. Così, nel 2016, prima stagione con monogomma Michelin, si è registrato un evidente aumento degli incidenti.

Analisi del numero di cadute in MotoGP tra il 2010 e il 2022 

Stagione Numero di cadute  Numero di gran premi Media cadute per GP
2022  335 20 16,75
2021 278 18 15,44
2020 180 15 12
2019 220 19 11,58
2018 303 19 15,94
2017 313 18 17,39
2016 288 18 16
2015 215 18 11,94
2014 206 18 11,44
2013 205 18 11,39
2012 186 18 10,33
2011 157 18 8,72
2010 134 18 7,44
condivisioni
commenti

MotoGP | Jarvis: "Otto Ducati? Non è normale né buono per Yamaha"

MotoGP | Bagnaia: "Accetto ogni critica, ma senza errori non si cresce"