La FMI si schiera al fianco di Valentino Rossi

La FMI si schiera al fianco di Valentino Rossi

Il presidente Sesti è stato chiaro: "E' venuta meno la lealtà sportiva che ha sempre contraddistinto questo sport"

Non poteva mancare la voce della Federazione Motociclistica Italiana nella vicenda che da domenica tiene banco nel mondo delle due ruote e non solo, ovvero il discussissimo incidente tra Valentino Rossi e Marc Marquez, che ha portato alla penalità del "Dottore", costretto a scattare dall'ultima posizione in griglia nella gara conclusiva di Valencia.

Il presidente della FMI Paolo Sesti si è schierato dalla parte del campione italiano, sottolineando di aver ritenuto antisportivo l'atteggiamento del rivale spagnolo: "Domenica a Sepang è stata certamente una brutta giornata per il motociclismo, perché è venuta meno la lealtà agonistica che ha da sempre contraddistinto il nostro sport. La Federazione Motociclistica Italiana si schiera al fianco del nostro campione Valentino Rossi icona, storia e patrimonio del motociclismo italiano e mondiale".

La sua speranza è che a Valencia si possa risolvere tutto con un clima più disteso e senza scorrettezze: "Auspico che Valencia possa essere occasione di pronto riscatto per i valori veri del motociclismo. Il duello per il titolo iridato deve essere disputato in pista dove sono certo vincerà chi avrà le migliori qualità agonistiche, ma senza interferenze, tensioni o atteggiamenti palesemente antisportivi che non fanno parte del nostro DNA di motociclisti. Noi ci adopereremo perché ciò avvenga".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio della Malesia
Circuito Sepang International Circuit
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Commento