MotoGP: la FIM aprirà i motori solo in caso di reclamo

Il dipartimento tecnico della FIM non aprirà alcun motore di MotoGP fino al termine della stagione, a condizione che non vi sia alcun reclamo o ragionevole dubbio di irregolarità.

MotoGP: la FIM aprirà i motori solo in caso di reclamo
Carica lettore audio

La stagione 2020, ridotta al momento a soli 13 GP, ha portato alcune variazioni ai protocolli tecnici della FIM.

La Gran Prix Commission, il più alto organo di governo del campionato, ha annunciato alla fine di maggio delle modifiche alle linee guida per l'utilizzo dei motori.

Se il numero totale degli eventi nel 2020 sarà inferiore a 12 (Qatar compreso), sia il 2020 che il 2021 saranno considerati come un'unica stagione, e l'allocazione per completarle entrambe sarà di 9 motori.

Se il numero di gare del 2020 sarà di 12 o più, l'allocazione per il 2020 sarà separata da quella per il 2021, e sarà la seguente: con 12-14 gare, ogni pilota avrà quattro motori. Tra 14 e 18 gare invece, saranno cinque.

Tutto indica, quindi, che nella stagione che inizierà il prossimo 19 luglio a Jerez, i piloti avranno quattro o cinque motori, a differenza dei sette abituali per una stagione completa (nove per le squadre che godono delle concessioni).

Fine dei lavori anche per Aprilia e KTM

La FIM ha già ricevuto un motore "campione" per ogni singolo costruttori. La Honda è stata la prima a consegnarlo, la settimana che ha preceduto il GP del Qatar che non si è mai disputato. Altri invece lo hanno fatto con più calma e il termine è stato prorogato a lunedì 29 giugno per Aprilia e KTM.

I propulsori campione di questi due arriveranno a Jerez, dove saranno sigillati dai tecnici FIM e riconsegnati ai proprietari, che dovranno portarli ad ogni Gran Premio nel caso in cui si renda necessario un confronto.

La Federazione effettuerà controlli esterni dei motori, e anche sulla grafica digitale fornita dagli ingegneri, ma in una stagione breve e totalmente atipica, l'idea è quella di non aprire alcun motore durante il campionato per fare controlli approfonditi e vedere se le regole vengono rispettare.

Leggi anche:

Questo avverrà dopo l'ultima gara della stagione, quando i tecnici apriranno ogni motore campione e lo confronteranno con quelli utilizzati da ogni pilota. Se vengono rilevate delle irregolarità, ci saranno delle sanzioni.

Ci sono però due casi in cui la FIM interverrà: se verrà presentato un reclamo formale da una squadra avversaria o se c'è, da parte dei tecnici della Federazione, il dubbio che ci siano delle irregolarità.

In entrambi i casi, quel motore sarà rimosso dalla rotazione della squadra, perdendone uno a cui ha diritto nel corso della stagione, e sarà rivisto a fine stagione.

Come detto, Aprilia e KTM, disponendo delle concessioni, ma dovendo poi sottostare al congelamento dello sviluppo, hanno ottenuto una deroga per continuare a lavorare sui loro propulsori fino al 29 giugno.

Entrambi i costruttori hanno già effettuato dei test privati nell'ultimo mese. Nel caso della Casa di Noale, non tanto lavorando sulle prestazioni, quando sull'affidabilità.

"A livello di prestazioni, questi motori dovranno essere identici al campione consegnato" ha detto a Motorsport.com un tecnico che conosce il protocollo.

↓ Tutte le moto e le squadre della stagione 2020 ↓

Repsol Honda - RC213V
Repsol Honda - RC213V
1/11

Foto di: Repsol Media

Ducati Team - Desmosedici GP20
Ducati Team - Desmosedici GP20
2/11

Foto di: Ducati Corse

Monster Yamaha - M1
Monster Yamaha - M1
3/11

Foto di: Yamaha MotoGP

Suzuki Ecstar - GSX-RR
Suzuki Ecstar - GSX-RR
4/11

Foto di: Suzuki MotoGP

Red Bull KTM - RC16
Red Bull KTM - RC16
5/11

Foto di: KTM

Aprilia Racing Team Gresini - RS-GP
Aprilia Racing Team Gresini - RS-GP
6/11

Foto di: Aprilia Racing

Petronas Yamaha SRT - M1
Petronas Yamaha SRT - M1
7/11

Foto di: Petronas Yamaha

Reale Avintia - Desmosedici GP19
Reale Avintia - Desmosedici GP19
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Red Bull KTM Tech 3 - RC16
Red Bull KTM Tech 3 - RC16
9/11

Foto di: KTM

LCR Honda - RC213V
LCR Honda - RC213V
10/11

Foto di: Team LCR

Pramac Ducati - Desmosedici GP20
Pramac Ducati - Desmosedici GP20
11/11

Foto di: Pramac Racing

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Non sento dolore, sono ottimista"
Articolo precedente

Dovizioso: "Non sento dolore, sono ottimista"

Prossimo Articolo

MotoGP: Dovizioso è già tornato ad allenarsi in palestra

MotoGP: Dovizioso è già tornato ad allenarsi in palestra
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021