MotoGP: la FIM aprirà i motori solo in caso di reclamo

Il dipartimento tecnico della FIM non aprirà alcun motore di MotoGP fino al termine della stagione, a condizione che non vi sia alcun reclamo o ragionevole dubbio di irregolarità.

MotoGP: la FIM aprirà i motori solo in caso di reclamo

La stagione 2020, ridotta al momento a soli 13 GP, ha portato alcune variazioni ai protocolli tecnici della FIM.

La Gran Prix Commission, il più alto organo di governo del campionato, ha annunciato alla fine di maggio delle modifiche alle linee guida per l'utilizzo dei motori.

Se il numero totale degli eventi nel 2020 sarà inferiore a 12 (Qatar compreso), sia il 2020 che il 2021 saranno considerati come un'unica stagione, e l'allocazione per completarle entrambe sarà di 9 motori.

Se il numero di gare del 2020 sarà di 12 o più, l'allocazione per il 2020 sarà separata da quella per il 2021, e sarà la seguente: con 12-14 gare, ogni pilota avrà quattro motori. Tra 14 e 18 gare invece, saranno cinque.

Tutto indica, quindi, che nella stagione che inizierà il prossimo 19 luglio a Jerez, i piloti avranno quattro o cinque motori, a differenza dei sette abituali per una stagione completa (nove per le squadre che godono delle concessioni).

Fine dei lavori anche per Aprilia e KTM

La FIM ha già ricevuto un motore "campione" per ogni singolo costruttori. La Honda è stata la prima a consegnarlo, la settimana che ha preceduto il GP del Qatar che non si è mai disputato. Altri invece lo hanno fatto con più calma e il termine è stato prorogato a lunedì 29 giugno per Aprilia e KTM.

I propulsori campione di questi due arriveranno a Jerez, dove saranno sigillati dai tecnici FIM e riconsegnati ai proprietari, che dovranno portarli ad ogni Gran Premio nel caso in cui si renda necessario un confronto.

La Federazione effettuerà controlli esterni dei motori, e anche sulla grafica digitale fornita dagli ingegneri, ma in una stagione breve e totalmente atipica, l'idea è quella di non aprire alcun motore durante il campionato per fare controlli approfonditi e vedere se le regole vengono rispettare.

Leggi anche:

Questo avverrà dopo l'ultima gara della stagione, quando i tecnici apriranno ogni motore campione e lo confronteranno con quelli utilizzati da ogni pilota. Se vengono rilevate delle irregolarità, ci saranno delle sanzioni.

Ci sono però due casi in cui la FIM interverrà: se verrà presentato un reclamo formale da una squadra avversaria o se c'è, da parte dei tecnici della Federazione, il dubbio che ci siano delle irregolarità.

In entrambi i casi, quel motore sarà rimosso dalla rotazione della squadra, perdendone uno a cui ha diritto nel corso della stagione, e sarà rivisto a fine stagione.

Come detto, Aprilia e KTM, disponendo delle concessioni, ma dovendo poi sottostare al congelamento dello sviluppo, hanno ottenuto una deroga per continuare a lavorare sui loro propulsori fino al 29 giugno.

Entrambi i costruttori hanno già effettuato dei test privati nell'ultimo mese. Nel caso della Casa di Noale, non tanto lavorando sulle prestazioni, quando sull'affidabilità.

"A livello di prestazioni, questi motori dovranno essere identici al campione consegnato" ha detto a Motorsport.com un tecnico che conosce il protocollo.

↓ Tutte le moto e le squadre della stagione 2020 ↓

Repsol Honda - RC213V
Repsol Honda - RC213V
1/11

Foto di: Repsol Media

Ducati Team - Desmosedici GP20
Ducati Team - Desmosedici GP20
2/11

Foto di: Ducati Corse

Monster Yamaha - M1
Monster Yamaha - M1
3/11

Foto di: Yamaha MotoGP

Suzuki Ecstar - GSX-RR
Suzuki Ecstar - GSX-RR
4/11

Foto di: Suzuki MotoGP

Red Bull KTM - RC16
Red Bull KTM - RC16
5/11

Foto di: KTM

Aprilia Racing Team Gresini - RS-GP
Aprilia Racing Team Gresini - RS-GP
6/11

Foto di: Aprilia Racing

Petronas Yamaha SRT - M1
Petronas Yamaha SRT - M1
7/11

Foto di: Petronas Yamaha

Reale Avintia - Desmosedici GP19
Reale Avintia - Desmosedici GP19
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Red Bull KTM Tech 3 - RC16
Red Bull KTM Tech 3 - RC16
9/11

Foto di: KTM

LCR Honda - RC213V
LCR Honda - RC213V
10/11

Foto di: Team LCR

Pramac Ducati - Desmosedici GP20
Pramac Ducati - Desmosedici GP20
11/11

Foto di: Pramac Racing

condivisioni
commenti
Dovizioso: "Non sento dolore, sono ottimista"
Articolo precedente

Dovizioso: "Non sento dolore, sono ottimista"

Prossimo Articolo

MotoGP: Dovizioso è già tornato ad allenarsi in palestra

MotoGP: Dovizioso è già tornato ad allenarsi in palestra
Carica commenti
Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia Prime

Pagelle MotoGP | Ducati moto migliore, ora è pronto anche Bagnaia

Annata quasi perfetta per Ducati, che conquista ogni corona iridata in MotoGP tranne quella del mondiale piloti. Moto da 9 che, nelle mani di Pecco Bagnaia, si candida come seria pretendente alla corona di Fabio Quartararo per il 2022.

MotoGP
2 dic 2021
MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022 Prime

MotoGP | Ducati tenta già il sorpasso nella corsa al titolo 2022

La stagione 2021 della MotoGP è appena terminata, ma i preparativi per il 2022 hanno già preso il via con due giorni di test a Jerez la scorsa settimana. La Ducati sembra aver colpito nel segno, mentre la mancanza di progressi della Yamaha ha creato qualche perplessità nel campione del mondo Fabio Quartararo. C'è già aria di sorpasso?

MotoGP
26 nov 2021
Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha Prime

Pagelle MotoGP | Mondiale più di Quartararo che della Yamaha

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Motomondiale 2021 ed iniziamo con il team che ha portato al trionfo Fabio Quartararo. In Yamaha, però, non è tutto rose e fiori perché, a giudicare dal rendimento degli altri piloti dei tre diapason, il lavoro da fare è ancora tanto per stare al passo della concorrenza.

MotoGP
25 nov 2021
Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento” Prime

Ceccarelli: “Vale senza motivazione, non con meno talento”

Con il Dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine andiamo ad analizzare lìultimo week end da pilota MotoGP di Valentino Rossi. Il pilota di Tavullia ha messo sul piatto a Valencia una gara valida: non ha avuto importanza la decima posizione finale, ma la sua costanza nel fine settimana è stata encomiabile. Costanza mancata durante il 2021.

MotoGP
17 nov 2021
Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati Prime

Pagelle MotoGP | È un dominio Ducati

In questo nuovo video di Motorsport.com, Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes commentano il Gran Premio di Valencia, ultimo appuntamento del Motomondiale che ha regalato tanti promossi e tanti bocciati...

MotoGP
16 nov 2021
Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori? Prime

Cosa c'è dietro all'aggressività dei piloti nelle categorie minori?

Le pressioni psicologiche cui sono sottoposti i ragazzini che ambiscono ad un posto nel campionato del mondo sono alla base delle manovre spesso aggressive viste in questa stagione. Imporre il divieto di ingresso nel mondiale prima dei 18 anni sarà la soluzione giusta?

MotoGP
10 nov 2021
MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia” Prime

MotoGP | Ceccarelli: “Stoner coach? Sarà lo specchio di Bagnaia”

Riccardo Ceccarelli e Franco Nugnes ci parlano della volontà di piloti affermati e campioni che si circondano di coach dal palmarés mondiale per andare a migliorare ulteriormente le proprie performance, come nel caso della diretta richiesta di Pecco Bagnaia a Ducati per avere al proprio fianco Casey Stoner

MotoGP
10 nov 2021
Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia Prime

Pagelle MotoGP | Un brutto tonfo per Aprilia

Il Gran Premio dell'Algarve di MotoGP si chiude con sorprese, conferme e delusioni. Ecco le pagelle dell'appuntamento portoghese stilate e commentate in questo nuovo video di Motorsport.com da Matteo Nugnes e Lorenza D'Adderio.

MotoGP
9 nov 2021