L'Aprilia punta a mettere in luce i progressi a Valencia

Le tre gare asiatiche hanno evidenziato i passi avanti della RS-GP su tracciati molto differenti tra loro

Le ultime gare del Mondiale MotoGP hanno visto Alvaro Bautista e Stefan Bradl mettere in luce buoni progressi nella performance delle RS-GP. Entrambi i piloti dell’Aprilia Racing Team Gresini si sono distinti nel trittico di trasferte nell’area del Pacifico: in Giappone Bradl è stato autore della miglior qualifica della stagione sfiorando, per poco più di un centesimo di secondo, l'accesso alla Q2, in Australia Bautista ha corso una delle migliori gare dell’anno riducendo sensibilmente il distacco dai primi, a Sepang è stato invece Stefan a chiudere al decimo posto, eguagliando il miglior piazzamento in gara della RS-GP.

Risultati che sono il segno dei progressi compiuti e che permetto di guardare con ottimismo allo sviluppo del progetto che nel 2016 vedrà in pista una moto completamente nuova. A Valencia, nell’ultima gara del mondiale, Bautista e Bradl vanno alla ricerca di conferme a questo trend positivo.

Romano Albesiano (Responsabile Aprilia Racing): "Nelle ultime gare si sono evidenziati alcuni significativi progressi della nostra performance, ed è importante che sia avvenuto su piste aventi caratteristiche molto diverse tra loro quali Motegi, Phillip Island e Sepang. La pista di Valencia rappresenta un altro importante banco di prova e di esperienza, con le sue marcate specificità. Anche qui cercheremo di portare a casa un buon risultato in questo che è allo stesso tempo l’ultimo appuntamento della stagione e anche il primo evento della successiva, con il test previsto nei giorni successivi alla gara, con i nuovi pneumatici e la nuova gestione elettronica".

Fausto Gresini (Team Manager): "Ci prepariamo all’ultimo appuntamento stagionale con lo stesso identico entusiasmo con cui abbiamo affrontato tutte le gare disputate finora: quest’anno infatti per noi ogni Gran Premio ha rappresentato una scoperta, e Valencia non fa eccezione. Dal primo test effettuato alla fine del 2014 proprio sul Ricardo Tormo a oggi abbiamo svolto tantissimo lavoro, accumulando tanta esperienza e i risultati si sono visti nelle recenti trasferte extra-europee, dove abbiamo raccolto soddisfazioni concrete sia in qualifica che in gara. Speriamo di poter chiudere la stagione con un altro bel risultato di squadra, per poi ripartire subito alla grande con i test in ottica 2016".

Alvaro Bautista: "Il Gran Premio di Valencia è un appuntamento molto speciale, non solo perché è l’ultimo della stagione, ma anche perché torniamo a correre in Spagna. Correre davanti al mio pubblico è sempre una grande emozione. Si tratta della pista dove sono salito per la prima volta in sella all’Aprilia, per cui avremo a disposizione qualche riferimento, ma va detto che la moto da allora è cambiata molto, per cui dovremo verificarne nuovamente il comportamento. Il tracciato presenta curve molto lente, per cui servirà innanzitutto una moto maneggevole e in grado di curvare con facilità. Sarà senza dubbio un fine settimana molto ‘caldo’, noi andremo avanti con il nostro lavoro di sviluppo, con l’obiettivo di portare a termine la stagione con buone sensazioni e, se possibile, anche con un buon risultato".

Stefan Bradl: "Il circuito di Valencia rappresenta una bella sfida per la nostra moto, essendo caratterizzato da un layout con molte curve strette. In ogni caso, non vedo l’ora di scendere in pista: il bel risultato raccolto a Sepang ci ha dato una gran carica per cui arriviamo molto motivati all’ultimo appuntamento stagionale. Ovviamente spero di poter portare a termine un altro bel weekend, così da chiudere il campionato nel migliore dei modi prima di concentrarmi sul 2016. È atteso molto pubblico, per cui l’atmosfera sarà senza dubbio fantastica!".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio di Valencia
Circuito Valencia
Piloti Alvaro Bautista , Stefan Bradl
Articolo di tipo Preview