KTM: niente wild card nel 2016, in gara solo nel 2017

KTM: niente wild card nel 2016, in gara solo nel 2017

Beirer è stato categorico: vuole sviluppare la RC16 con calma. Come tester si parla di Abraham e Hayden

Chi sperava di vedere la KTM RC16 MotoGp in azione già nella prossima stagione, magari con una wild card nella gara di casa (la novità del calendario del prossimo anno è il Red Bull Ring), rimarrà deluso: il grande capo del reparto corse Pit Beirer è stato infatti categorico nel dire che la prima apparizione ufficiale della Casa austriaca sarà quella del Gp del Qatar del 2017.

L'ambizione dell'Amministratore Delegato Stefan Pierer era di disputare almeno una wild card nel 2016, ma parlando con Speed Week Beirer ha smentito questa possibilità: "Ora abbiamo bisogno di un po' di pazienza. Il signor Pierer capisce esattamente perché non andremo a fare nessuna gara di MotoGp il prossimo anno e lo faremo solo nel Gp del Qatar del 2017".

Intanto i lavori sulla RC16 procedono secondo le tabelle di marcia: il motore ha iniziato a girare al banco senza dare particolari problemi e nel mese di novembre dovrebbe esserci il primo shakedown in pista, che però non sarà nei test collettivi di Valencia.

"Abbiamo in programma tre giorni di lavoro a novembre, ma non vogliamo partecipare ai test di Valencia dopo l'ultima gara dell'anno, perché non sarà un test vero e proprio, ma un roll-out utile ad evidenziare i problemi della moto. Per questo preferiamo essere da soli in pista. Prima di andare a confrontarci con gli altri dobbiamo essere certi che la nostra sia almeno una moto decente" ha spiegato Beirer.

Per il 2016 poi sarà seguito un percorso simile a quello fatto dalla Suzuki nella passata stagione. Ovvero si parla di test in solitari, ma sulle stesse piste dove ha corso la concorrenza per avere dei riferimenti: "Penso che il primo test vero e proprio lo faremo tra gennaio e febbraio del 2016, ma vogliamo lavorare in pace perché siamo i nuovi arrivati. Però andremo a girare sulle piste dove corre la MotoGp, in maniera tale da avere dei riferimenti per capire a che punto siamo. Alle gare ci penseremo solamente in un secondo momento".

Per fare un lavoro di questo tipo è necessario quindi avere dei collaudatori che siano dei piloti di esperienza. E Beirer ne ha tracciato l'identikit senza particolari problemi: "Non ci saranno grandi sorprese, io sono intenzionato a trovare un pilota che corre attualmente in MotoGp. Ne voglio uno che conosce bene le moto di quest'anno e che ci possa dare informazioni utili in pista sulla nostra moto".

Con il già annunciato Alex Hofmann che girerà solo nelle prime fasi dello sviluppo, i nomi più caldi sono quelli di Karel Abraham e Nicky Hayden. Nomi che hanno trovato anche una conferma: "Si, Hayden ed Abraham sono due opzioni".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Nicky Hayden , Karel Abraham
Articolo di tipo Ultime notizie