MotoGP: KTM in pole al GP d'Europa con Pol Espargaro

Lo spagnolo della KTM beffa per 41 millesimi Rins e terzo c'è Nakagami. Mir è quinto, mentre le Yamaha sono in difficoltà: la migliore è quella di Morbidelli in nona posizione. Dovizioso fuori dalla top 10 per la terza gara di fila, Rossi scatterà dalla sesta fila.

MotoGP: KTM in pole al GP d'Europa con Pol Espargaro

La pista in condizioni miste ha regalato una pole position a sorpresa per il Gran Premio d'Europa di MotoGP, sul tracciato di Valencia. A scattare davanti a tutti domani sarà infatti la KTM di Pol Espargaro, che per la seconda volta in questa stagione schiererà la sua RC16 davanti a tutti dopo il GP di Stiria.

Lo spagnolo ha realizzato un crono di 1'40"434 ed ha beffato per appena 41 millesimi Alex Rins, che con la sua Suzuki si conferma il più in forma tra i piloti in lizza per il titolo in questa parte conclusiva della stagione.

A completare la prima fila c'è invece la Honda di Takaaki Nakagami, con il giapponese che ancora una volta si conferma velocissimo, anche se si è giocato la possibilità di lottare per la pole fino alla fine incappando in una scivolata all'ultima curva nel finale. Anche per lui il distacco è stato di meno di un decimo.

Ad aprire la seconda fila c'è la prima delle Ducati e bisogna dire che forse in queste condizioni ci si aspettava qualcosa in più dalle Desmosedici GP. In quarta posizione troviamo Johann Zarco, passato dalla Q1, che però ha dovuto rinunciare al suo giro migliore proprio a causa delle bandiere gialle provocate dalla caduta di Nakagami.

Le cose comunque sembrano essersi messe abbastanza bene anche per Joan Mir, perché il leader del Mondiale è riuscito a piazzare la sua Suzuki al centro della seconda fila, staccato di soli 270 millesimi. E per lui la buona notizia sono le difficoltà delle Yamaha e di Andrea Dovizioso.

La prima delle M1 è addirittura in nona posizione ed è quella di Franco Morbidelli, mentre Fabio Quartararo si ritrova 11esimo. Entrambi poi sono staccati di oltre un secondo. Malissimo invece Dovizioso, che è 12esimo ed ultimo della Q2 e quindi per lui si prospetta l'ennesima gara in salita di questa seconda parte di stagione. Anzi, è la prima volta che il ducatista non centra la top 10 in qualifica per tre gare di fila.

Tornando a scorrere la classifica, la grande delusione di questa qualifica è forse Jack Miller. L'australiano della Ducati Pramac è un maestro delle condizioni miste, ma stavolta forse ha peccato di presunzione, rimanendo a lungo ai box e dovendo accontentarsi alla fine del sesto tempo.

Ad aprire la terza fila ci sarà invece l'Aprilia di Aleix Espargaro, che ha sfruttato bene la Q2 guadagnata direttamente ieri. Dietro di lui invece è passato dalla Q1 Miguel Oliveira, che però non è riuscito a replicare la zampata nel segmento decisivo. Tra Morbidelli e Quartararo, in decima piazza, troviamo poi la KTM di Brad Binder.

Purtroppo sono ben quattro i piloti italiani che sono stati eliminati al termine della Q1, anche se i primi degli esclusi sono stati i due portacolori della Honda HRC. Stefan Bradl è andato veramente vicino a centrare la Q2, ma è stato beffato nel finale da Zarco, incappando anche in una scivolata alla curva 1.

Alle spalle del tedesco c'è il compagno di squadra Alex Marquez, che per il momento a Valencia sta uscendo decisamente ridimensionato rispetto a quanto aveva mostrato in occasione della doppia gara di Motorland Aragon.

A completare la quinta fila ci sarebbe Maverick Vinales, ma lo spagnolo dovrà scattare dalla pitlane, avendo montato il sesto motore della sua stagione in questo fine settimana (il limite imposto dal regolamento è di cinque), quindi alle sue spalle guadagneranno tutti una posizione.

In ogni caso per la squadra ufficiale Yamaha è stato un sabato da dimenticare, perché anche Valentino Rossi non è andato oltre il 18esimo posto in griglia, che diventerà 17esimo in virtù della penalità del compagno di box. Va detto, però, che il "Dottore" è tornato in sella alla sua M1 solo oggi, dopo essere stato fermo a lungo a causa del COVID-19.

Davanti al pesarese ci sono anche Cal Crutchlow con la Honda LCR, e Pecco Bagnaia, che sembra non riuscire ad uscire dal circolo negativo in cui è entrato ad Aragon. Anche lui però è in ottima compagnia in casa Ducati, perché anche Danilo Petrucci non è andato oltre al 19esimo posto (ma sarà 18esimo in griglia).

Lorenzo Savadori invece inizierà la prima gara in MotoGP della sua carriera dall'ultima fila dello schieramento di partneza. Se non altro, il portacolori dell'Aprilia è riuscito a mettersi dietro Tito Rabat, che chiude lo schieramento con la Ducati del Team Esponsorama.

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Pol Espargaro KTM 9 1'40.434     143.556
2 Spain Alex Rins Suzuki 9 1'40.475 0.041 0.041 143.498
3 Japan Takaaki Nakagami Honda 8 1'40.530 0.096 0.055 143.419
4 France Johann Zarco Ducati 5 1'40.577 0.143 0.047 143.352
5 Spain Joan Mir Suzuki 8 1'40.704 0.270 0.127 143.172
6 Australia Jack Miller Ducati 5 1'40.893 0.459 0.189 142.903
7 Spain Aleix Espargaro Aprilia 8 1'40.997 0.563 0.104 142.756
8 Portugal Miguel Oliveira KTM 9 1'41.328 0.894 0.331 142.290
9 Italy Franco Morbidelli Yamaha 8 1'41.557 1.123 0.229 141.969
10 South Africa Brad Binder KTM 9 1'41.781 1.347 0.224 141.657
11 France Fabio Quartararo Yamaha 9 1'41.943 1.509 0.162 141.431
12 Italy Andrea Dovizioso Ducati 8 1'42.249 1.815 0.306 141.008

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Portugal Miguel Oliveira KTM 9 1'40.771     143.076
2 France Johann Zarco Ducati 6 1'40.821 0.050 0.050 143.005
3 Germany Stefan Bradl Honda 8 1'41.010 0.239 0.189 142.738
4 Spain Alex Marquez Honda 9 1'41.276 0.505 0.266 142.363
5 Spain Maverick Viñales Yamaha 7 1'41.310 0.539 0.034 142.315
6 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 8 1'41.311 0.540 0.001 142.314
7 Italy Francesco Bagnaia Ducati 9 1'41.395 0.624 0.084 142.196
8 Italy Valentino Rossi Yamaha 9 1'42.039 1.268 0.644 141.298
9 Italy Danilo Petrucci Ducati 9 1'42.244 1.473 0.205 141.015
10 Italy Lorenzo Savadori Aprilia 9 1'42.532 1.761 0.288 140.619
11 Spain Tito Rabat Ducati 9 1'43.030 2.259 0.498 139.939
condivisioni
commenti
Carica commenti
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021
Johann Zarco, la leadership della rinascita Prime

Johann Zarco, la leadership della rinascita

In soli 18 mesi, Johann Zarco è passato da un estremo all'altro in MotoGP, da pilota ritrovatosi senza moto a raggiante leader del campionato all’inizio del 2021. Ma il Gran Premio di Losail ha visto soprattutto il ritorno alla ribalta di un uomo ritrovato.

MotoGP
9 apr 2021
Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir Prime

Perché i commissari devono rivedere l'incidente tra Miller e Mir

Nonostante la decisione della Suzuki di non fare appello contro il rifiuto della Race Direction di penalizzare Jack Miller dopo l'incidente con Joan Mir a Losail, dovrebbe essere fatto qualcosa per evitare il ripetersi di qualcosa del genere, che sarebbe potuto finire facilmente in tragedia.

MotoGP
7 apr 2021