Lorenzo non molla: "Il Mondiale è ancora possibile"

Ad un evento a Barcellona ha ribadito di credere nella rimonta su Valentino... A patto che non piova in ogni Gp

Anche a mentre fredda Jorge Lorenzo non sembra aver cambiato idea: a distanza di 48 ore dal disastroso Gp di San Marino e della Riviera di Rimini, il pilota della Yamaha ha partecipato ad un evento commerciale a Barcellona ed ha ribadito che crede ancora di poter recuperare i 23 punti che lo separano da Valentino Rossi.

Dopo la caduta avvenuta in Romagna sarà costretto ad attaccare nelle ultime cinque gare, ma senza l'ossessione di vincere. L'importante sarà arrivare davanti al compagno di squadra e sperare che non piova ancora, visto che il maltempo gli ha rovinato parecchio i piani nelle ultime due uscite.

"L'unico obiettivo sarà vincere! Ciò non significa esser condannati a vincerle tutte, non dobbiamo diventar matti a tutti i costi: sarà importante arrivare davanti a Valentino, anche nel caso in cui Marquez sia superiore su qualche pista. Ci sono state due gare bagnate, ma io sull’asciutto sono più forte. Se non pioverà ancora, il Mondiale è ancora possibile" ha detto il maiorchino.

Jorge ne ha approfittato anche per rassicurare sulle sue condizioni dopo l'incidente: "Fortunatamente sono a posto! È stata una caduta un po’ brutta. Quando la moto ti sbalza in aria e poi cadi con violenza sull'asfalto, hai un 50% di probabilità di procurarti un grave infortunio, specie con questi prototipi così pesanti e potenti. Ho ancora un po' di dolore alla testa e all'anca. Nulla di grave: ad Aragon sarò al 100%".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie