MotoGP
17 lug
-
19 lug
Prossimo evento tra
3 giorni
G
GP di Andalusia
24 lug
-
26 lug
Prossimo evento tra
10 giorni
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
23 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
30 giorni
G
GP di Stiria
21 ago
-
23 ago
Prossimo evento tra
38 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
58 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
66 giorni
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
73 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Canceled
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
87 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
94 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
101 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
115 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
122 giorni
20 nov
-
22 nov
Canceled

MotoGP, Jerez, Libere 2: Petrucci guida l'1-2 Ducati prima della bandiera rossa

condivisioni
commenti
MotoGP, Jerez, Libere 2: Petrucci guida l'1-2 Ducati prima della bandiera rossa
Di:
3 mag 2019, 13:14

Le due Rosse hanno sfruttato la gomma soft prima dell'interruzione causata dalle cadute di Abraham e Smith a causa della pista sporca. Ci sono però cinque Honda nelle prime nove posizioni. Continua a faticare Valentino, 14esimo.

E' arrivata la risposta delle Ducati in una seconda sessione di prove libere del GP di Spagna caratterizzata dall'esposizione della bandiera rossa ad un paio di minuti dal termine, quando Karel Abraham è caduto alla curva 5, inducendo all'errore anche Bradley Smith. Situazione che ha portato parecchio sporco in pista, obbligando la Race Direction ad interrompere le ostilità.

Come detto, i due piloti ufficiali della Ducati sono tra quelli che sono riusciti a sfruttare la gomma soft al posteriore prima dell'interruzione, con Danilo Petrucci (anche lui coinvolto nella bandiera rossa, andando in ghiaia per evitare Smith) che è stato il solo capace di infrangere il muro dell'1'38" con un 1'37"909 che gli è valso la miglior prestazione per 97 millesimi rispetto al compagno di squadra Andrea Dovizioso.

Alle spalle delle due Rosse ci sono due Honda, ma la cosa curiosa è che la prima delle RC213V è quella affidata a Cal Crutchlow, che paga 195 millesimi e precede di appena una quarantina quella con i colori HRC affidata a Marc Marquez. La classifica poi prosegue a due a due, perché a seguire troviamo le due Yamaha di Maverick Vinales e di Fabio Quartararo.

Le Honda però sono parse particolarmente in forma, perché sono addirittura cinque nelle prime nove posizioni. Alle spalle del francese del Team Petronas troviamo infatti nell'ordine il sorprendente Stefan Bradl, al rientro come wild card, seguito da Takaaki Nakagami e Jorge Lorenzo.

Bel passo avanti rispetto alla mattinata per Pecco Bagnaia, che stacca il decimo tempo, ma al momento sarebbe fuori dalla Q2, che invece sarebbe arpionata dal suo compagno Jack Miller grazie al tempo ottenuto in mattinata. L'australiano del Pramac Racing però non è riuscito a fare meglio del quinto tempo nella FP2.

Leggi anche:

Continuano invece le grandi difficoltà di Valentino Rossi, rimasto piuttosto staccato anche nel pomeriggio: il "Dottore" si è dovuto accontentare del 14esimo tempo, riducendo però il distacco a sette decimi dalla vetta. E' vero però che davanti a lui ci sono anche la KTM di Pol Espargaro e l'Aprilia di Andrea Iannone.

Sembra essere addirittura notte fonda nel box Suzuki: dopo la bella vittoria di Austin, nessuno si aspettava di vedere Alex Rins solamente 16esimo oggi, con nella sua scia il compagno di box Joan Mir, autore anche di una caduta alla curva 1 a tempo scaduto. A terra ci sono finite anche le due KTM di Johann Zarco ed Hafizh Syahrin, rispettivamente alla curva 2 ed alla curva 10.

Male, infine, anche Franco Morbidelli, che con la sua Yamaha Petronas non è riuscito a fare meglio del 18esimo tempo, anche se con un distacco inferiore al secondo da Petrucci.

Cla Pilota Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Danilo Petrucci 18 1'37.909     162.628
2 Italy Andrea Dovizioso 17 1'38.006 0.097 0.097 162.467
3 United Kingdom Cal Crutchlow 20 1'38.104 0.195 0.098 162.305
4 Spain Marc Márquez Alenta 21 1'38.147 0.238 0.043 162.234
5 Spain Maverick Viñales 18 1'38.241 0.332 0.094 162.078
6 France Fabio Quartararo 21 1'38.370 0.461 0.129 161.866
7 Germany Stefan Bradl 20 1'38.373 0.464 0.003 161.861
8 Japan Takaaki Nakagami 19 1'38.414 0.505 0.041 161.794
9 Spain Jorge Lorenzo 19 1'38.445 0.536 0.031 161.743
10 Italy Francesco Bagnaia 17 1'38.593 0.684 0.148 161.500
11 Australia Jack Miller 23 1'38.606 0.697 0.013 161.479
12 Spain Pol Espargaro 18 1'38.635 0.726 0.029 161.431
13 Italy Andrea Iannone 19 1'38.676 0.767 0.041 161.364
14 Italy Valentino Rossi 20 1'38.681 0.772 0.005 161.356
15 Spain Aleix Espargaro 19 1'38.721 0.812 0.040 161.290
16 Spain Alex Rins 22 1'38.747 0.838 0.026 161.248
17 Spain Joan Mir 20 1'38.789 0.880 0.042 161.179
18 Italy Franco Morbidelli 20 1'38.900 0.991 0.111 160.998
19 Spain Tito Rabat 21 1'39.110 1.201 0.210 160.657
20 France Johann Zarco 17 1'39.366 1.457 0.256 160.243
21 Czech Republic Karel Abraham 16 1'39.532 1.623 0.166 159.976
22 Portugal Miguel Oliveira 21 1'39.774 1.865 0.242 159.588
23 United Kingdom Bradley Smith 15 1'39.904 1.995 0.130 159.381
24 Malaysia Hafizh Syahrin 3 1'40.894 2.985 0.990 157.817
Prossimo Articolo
MotoGP, Jerez, Libere 1: Marquez precede un ritrovato Lorenzo, Rossi solo 18esimo

Articolo precedente

MotoGP, Jerez, Libere 1: Marquez precede un ritrovato Lorenzo, Rossi solo 18esimo

Prossimo Articolo

Tecnica MotoGP: ecco i cucchiai di Aprilia e Yamaha che esasperano quello Ducati!

Tecnica MotoGP: ecco i cucchiai di Aprilia e Yamaha che esasperano quello Ducati!
Carica commenti