Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Prove Libere
MotoGP GP di Spagna

MotoGP | Jerez, Libere 2: dominio Aprilia, Bezzecchi e Bagnaia in Q1

Le RS-GP dettano legge nel caldo infernale del pomeriggio, con Aleix Espargaro primo davanti a Vinales, mentre Pedrosa non migliora e arretra terzo nella cumulativa. A fare notizia però sono quelli che non sono riusciti a centrare la Q2, perché in Q1 domani mattina si sfideranno Bezzecchi, Bagnaia, Quartararo, Binder e Rins, per citarne solo alcuni.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Il caldo infernale del pomeriggio di Jerez ha scritto dei verdetti inattesi. Si pensava che migliorare i tempi della mattinata fosse praticamente impossibile, invece c'è chi c'è riuscito, ma ci sono anche tanti big che non lo hanno fatto abbastanza.

Il risultato è che domani mattina faremo i conti con una Q1 da fuochi d'artificio, perché ci saranno i primi tre della classifica iridata, Marco Bezzecchi, Pecco Bagnaia ed Alex Rins, ma anche un Fabio Quartararo che evidentemente ha pagato a carissimo prezzo la scelta strategica di non fare il time attack nel turno di stamattina.

Tra quelli che si sono trovati particolarmente a loro agio con le temperature elevatissime di questa FP2 ci sono senza ombra di dubbio i piloti dell'Aprilia, con Aleix Espargaro e Maverick Vinales che sono andati a monopolizzare le prime due posizioni sia nel turno che nella cumulativa.

Il pilota di Granollers ha girato in 1'36"708, precedendo di una manciata di millesimi la RS-GP gemella e staccando di 62 millesimi il crono con cui in mattinata aveva comandato a sorpresa Dani Pedrosa. La wild card della KTM è tra quelli che non si sono migliorati nel pomeriggio, chiudendo nono in questa FP2. Tuttavia, l'136"770 che aveva firmato stamani lo tiene al terzo posto nella cumulativa.

Interessante il passo avanti fatto anche dall'altra KTM di Jack Miller, autore del terzo tempo nella FP2, a soli 127 millesimi da Espargaro. Dopo essere rimasto fuori per una manciata di millesimi in mattinata, avendo deciso di non montare la gomma soft nel finale, Johann Zarco ha trovato il time attack giusto nel pomeriggio, chiudendo quarto a 188 millesimi dalla vetta. L'ottimo potenziale dell'Aprilia è poi confermato dalla quinta piazza di Miguel Oliveira, 60 millesimi più indietro del francese con la RS-GP della RNF Racing.

Tra i qualificati alla Q2 c'è anche Alex Marquez, che con l'1'37"041 che lo ha piazzato sesto al pomeriggio si è infilato ottavo nella cumulativa. Alle sue spalle invece non sono bastati gli 1'37" bassi firmati dal leader iridato Bezzecchi, che ha fatto i conti anche con un motore andato in fumo, e dal campione del mondo in carica Bagnaia, mai in difficoltà come oggi per ora in questa stagione. Oltre a Pedrosa, tra i piloti che li seguono infatti si sono qualificati alla Q2 con il tempo della mattinata anche Luca Marini, Jorge Martin e Takaaki Nakagami, che si sono piazzati rispettivamente 10°, 11° e 14° in FP2.

Deludente quindi anche il pomeriggio di Brad Binder, 12°, che dovrà passare dalla Q1 così come i due piloti della Yamaha, visto che Fabio Quartararo e Franco Morbidelli sono rispettivamente in 15° ed in 16° posizione. E, come detto, "El Diablo" probabilmente ha sottovalutato l'impatto del caldo pomeridiano quando stamattina ha deciso di continuare a lavorare con la gomma media fino alla fine della FP1, senza fare un vero e proprio time attack.

Non è stata una sessione facile per gli altri piloti della Honda, che sono finiti tutti ruote all'aria: Joan Mir è caduto per ben due volte, alla curva 5 ed alla curva 6, stesso punto in cui è scivolato anche Alex Rins. Entrambi quindi saranno in Q1 domattina. Così come il sostituto dell'infortunato Marc Marquez, lo spagnolo Iker Lecuona, pure lui caduto alla curva 13, provocando anche una bandiera rossa per la sostituzione un airfence forato.

Pare ancora molto in difficoltà dal punto di vista fisico invece Enea Bastianini: il pilota della Ducati, al rientro dall'infortunio alla scapola, ha completato solamente 17 giri e si ritrova 20° con un ritardo di 1"2. Per lui si prospettano due gare davvero impegnative questo fine settimana, anche domani probabilmente farà ricorso anche agli antidolorifici dopo aver provato a girare senza in questa prima giornata di prove.

Classifica FP2 (non cumulativa)

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Aleix Espargaro Aprilia 22 1'36.708     164.648
2 Spain Maverick Viñales Aprilia 25 1'36.710 0.002 0.002 164.644
3 Australia Jack Miller KTM 27 1'36.835 0.127 0.125 164.432
4 France Johann Zarco Ducati 22 1'36.896 0.188 0.061 164.328
5 Portugal Miguel Oliveira Aprilia 25 1'36.956 0.248 0.060 164.227
6 Spain Alex Marquez Ducati 23 1'37.041 0.333 0.085 164.083
7 Italy Marco Bezzecchi Ducati 24 1'37.174 0.466 0.133 163.858
8 Italy Francesco Bagnaia Ducati 21 1'37.233 0.525 0.059 163.759
9 Spain Daniel Pedrosa KTM 24 1'37.251 0.543 0.018 163.728
10 Italy Luca Marini Ducati 25 1'37.276 0.568 0.025 163.686
11 Spain Jorge Martin Ducati 28 1'37.306 0.598 0.030 163.636
12 South Africa Brad Binder KTM 24 1'37.390 0.682 0.084 163.495
13 Spain Raul Fernandez Aprilia 20 1'37.403 0.695 0.013 163.473
14 Japan Takaaki Nakagami Honda 26 1'37.483 0.775 0.080 163.339
15 France Fabio Quartararo Yamaha 28 1'37.505 0.797 0.022 163.302
16 Italy Franco Morbidelli Yamaha 25 1'37.700 0.992 0.195 162.976
17 Italy Fabio Di Giannantonio Ducati 24 1'37.860 1.152 0.160 162.709
18 Germany Stefan Bradl Honda 25 1'37.873 1.165 0.013 162.688
19 Spain Joan Mir Honda 22 1'37.916 1.208 0.043 162.616
20 Italy Enea Bastianini Ducati 17 1'37.985 1.277 0.069 162.502
21 Spain Alex Rins Honda 24 1'38.132 1.424 0.147 162.258
22 Germany Jonas Folger KTM 20 1'38.698 1.990 0.566 161.328
23 Spain Augusto Fernandez KTM 24 1'38.928 2.220 0.230 160.953
24 Spain Iker Lecuona Honda 24 1'39.274 2.566 0.346 160.392

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Chirurgo Marc: “Non potevamo prenderci questo rischio”
Prossimo Articolo MotoGP | Quartararo: “Ogni anno perdiamo i punti di forza che avevamo”

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia