MotoGP | Jarvis: “Voglio arrivare a dieci titoli con Yamaha prima di fermarmi”

Dopo aver vinto l’ottavo titolo piloti in MotoGP come direttore di Yamaha, Lin Jarvis afferma che non ha intenzione di fermarsi fino a che non arriverà come minimo a dieci mondiali.

MotoGP | Jarvis: “Voglio arrivare a dieci titoli con Yamaha prima di fermarmi”
Carica lettore audio

A 64 anni, Lin Jarvis ha festeggiato il titolo mondiale conquistato da Fabio Quartararo alla grande. È normale se consideriamo il digiuno di vittorie che viveva la Casa di Iwata, che non si imponeva da sei anni in quella lotta fratricida tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi nel 2015, che andò a favore del maiorchino e che il team nemmeno festeggiò.

Gli ultimi due anni sono moltissimo per tre motivi. In primo luogo, per gli ostacoli generati a causa del Covid, che ha complicato in maniera importante la gestione dei team. A questo bisogna aggiungere il problema sorto dalla partita di valvole difettose che ha condizionato Yamaha nel 2020 e che ha provocato molti grattacapi ai vertici, per quanto questo problema si potesse risolvere in vista della scorsa stagione.

Come se non bastasse, Jarvis ha dovuto negoziare con Maverick Vinales la rescissione del contratto a stagione in corso, una cosa che non è piaciuta a nessuno. Infine, il boss di Yamaha insieme a Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati, ha compiuto un passo per formare l’Associazione dei Costruttori (la MSMS), un ruolo che si per sé non doveva assumere.

Il Campione del Mondo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing festeggia la vittoria del Campionato

Il Campione del Mondo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing festeggia la vittoria del Campionato

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

“Sono stanco, il Covid ha aggiunto una quantità incredibile di lavoro extra. Inoltre ci ha tolto parte del divertimento che c’è sempre stato nel nostro lavoro. Non possiamo andare nei ristoranti, siamo molto limitati, non possiamo portare ospiti. Anche il problema delle valvole è stato molto chiaro e quest’anno abbiamo dovuto fronteggiare la situazione di Maverick”, sfoga Jarvis in alcune dichiarazioni a Motorsport.com.

Il responsabile di Yamaha ricopre questo ruolo in MotoGP con il costruttore giapponese da ben vent’anni. A sentire una risposta così sincera come quella che ha dato, si potrebbe pensare che abbia raggiunto il suo obiettivo, quello di tornare a vincere. Così ora potrebbe essere arrivato il momento di concentrarsi su altri aspetti, magari meno attivi. A maggior ragione se si considera che fra qualche mese compirà 65 anni. Ma tutto questo è molto lontano dalla realtà, perché il mondiale di Quartararo gli ha dato una vitalità che lo spinge a continuare.

“In qualche modo, il titolo di Fabio ha dimostrato che gli sforzi fatti valessero la pena. Sono ancora motivato in ciò che faccio, ma i risultati sono fondamentali. Ho 64 anni e penso di continuare per altre tre o quattro stagioni. Il mio obiettivo è arrivare a vincere dieci titoli, mi piacerebbe vincere altri e poi andare in pensione”, conclude Jarvis.

condivisioni
commenti
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere
Articolo precedente

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

Prossimo Articolo

Iniziati i lavori a Spa-Francorchamps per la licenza FIA-FIM

Iniziati i lavori a Spa-Francorchamps per la licenza FIA-FIM