MotoGP | Jarvis: “Voglio arrivare a dieci titoli con Yamaha prima di fermarmi”

Dopo aver vinto l’ottavo titolo piloti in MotoGP come direttore di Yamaha, Lin Jarvis afferma che non ha intenzione di fermarsi fino a che non arriverà come minimo a dieci mondiali.

MotoGP | Jarvis: “Voglio arrivare a dieci titoli con Yamaha prima di fermarmi”

A 64 anni, Lin Jarvis ha festeggiato il titolo mondiale conquistato da Fabio Quartararo alla grande. È normale se consideriamo il digiuno di vittorie che viveva la Casa di Iwata, che non si imponeva da sei anni in quella lotta fratricida tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi nel 2015, che andò a favore del maiorchino e che il team nemmeno festeggiò.

Gli ultimi due anni sono moltissimo per tre motivi. In primo luogo, per gli ostacoli generati a causa del Covid, che ha complicato in maniera importante la gestione dei team. A questo bisogna aggiungere il problema sorto dalla partita di valvole difettose che ha condizionato Yamaha nel 2020 e che ha provocato molti grattacapi ai vertici, per quanto questo problema si potesse risolvere in vista della scorsa stagione.

Come se non bastasse, Jarvis ha dovuto negoziare con Maverick Vinales la rescissione del contratto a stagione in corso, una cosa che non è piaciuta a nessuno. Infine, il boss di Yamaha insieme a Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati, ha compiuto un passo per formare l’Associazione dei Costruttori (la MSMS), un ruolo che si per sé non doveva assumere.

Il Campione del Mondo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing festeggia la vittoria del Campionato

Il Campione del Mondo Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing festeggia la vittoria del Campionato

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

“Sono stanco, il Covid ha aggiunto una quantità incredibile di lavoro extra. Inoltre ci ha tolto parte del divertimento che c’è sempre stato nel nostro lavoro. Non possiamo andare nei ristoranti, siamo molto limitati, non possiamo portare ospiti. Anche il problema delle valvole è stato molto chiaro e quest’anno abbiamo dovuto fronteggiare la situazione di Maverick”, sfoga Jarvis in alcune dichiarazioni a Motorsport.com.

Il responsabile di Yamaha ricopre questo ruolo in MotoGP con il costruttore giapponese da ben vent’anni. A sentire una risposta così sincera come quella che ha dato, si potrebbe pensare che abbia raggiunto il suo obiettivo, quello di tornare a vincere. Così ora potrebbe essere arrivato il momento di concentrarsi su altri aspetti, magari meno attivi. A maggior ragione se si considera che fra qualche mese compirà 65 anni. Ma tutto questo è molto lontano dalla realtà, perché il mondiale di Quartararo gli ha dato una vitalità che lo spinge a continuare.

“In qualche modo, il titolo di Fabio ha dimostrato che gli sforzi fatti valessero la pena. Sono ancora motivato in ciò che faccio, ma i risultati sono fondamentali. Ho 64 anni e penso di continuare per altre tre o quattro stagioni. Il mio obiettivo è arrivare a vincere dieci titoli, mi piacerebbe vincere altri e poi andare in pensione”, conclude Jarvis.

condivisioni
commenti
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere
Articolo precedente

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

Prossimo Articolo

Iniziati i lavori a Spa-Francorchamps per la licenza FIA-FIM

Iniziati i lavori a Spa-Francorchamps per la licenza FIA-FIM
Carica commenti
Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi” Prime

Video | Ceccarelli: “Marquez sarà in forma in un paio di mesi”

In compagnia di Franco Nugnes e del Dottor Riccardo Ceccarelli, andiamo a fare il punto della situazione sulla stagione motoristica 2022 che si appresta a cominciare. Ad essere al centro del mirino è Marc Marquez: lo spagnolo dovrebbe essere sulla via della risoluzione delle sue problematiche legate alla vista, mentre per le condizioni fisiche generali in circa due mesi di duro allenamento dovrebbe tornare al top della forma

MotoGP
19 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia Prime

Le migliori gare del 2021: il grande saluto al "Dottore" a Valencia

La gara di Valencia resterà uno spartiacque nella storia della MotoGP, perché è stata quella dell'addio di Valentino Rossi dopo 26 anni di straordinaria carriera. Un weekend dall'alto contenuto emotivo che si è concluso con una grande festa per il "Dottore".

MotoGP
6 gen 2022
Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati Prime

Le migliori gare del 2021: Quartararo vince a casa delle Ducati

Dovendo scegliere uno dei cinque successi del campione del mondo della MotoGP, il più pesante è stato probabilmente quello al Mugello, in casa dei nemici della Ducati e in un weekend segnato dalla tragica scomparsa di Jason Dupasquier.

MotoGP
4 gen 2022
Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon Prime

Le migliori gare del 2021: finalmente la prima di Bagnaia ad Aragon

Pecco Bagnaia sembrava quasi colpito da una maledizione: continuava a sfiorare la prima vittoria in MotoGP, ma non riusciva mai a concretizzarla. Il Gran Premio di Aragon ha rappresentato un evidente punto di svolta per la stagione del pilota della Ducati. Lo sarà anche per la sua carriera?

MotoGP
1 gen 2022
Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania Prime

Le migliori gare del 2021: il ritorno del "vero" Marquez in Germania

La gara del Sachsenring era vista come una sorta di prova del nove sulla possibilità di tornare a rivedere i lampi di classe del vero Marquez anche dopo l'infortunio e Marc non ha tradito le aspettative, centrando la sua 11° vittoria di fila sul saliscendi tedesco.

MotoGP
31 dic 2021
Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021 Prime

Pagelle MotoGP | Aprilia, il marchio più cresciuto nel 2021

2021 positivo per Aprilia: la casa di Noale è tra i team che sono più cresciuti nel confronto anno-su-anno. Con Aleix Espargaro si è sempre dimostrata veloce e presenza fissa nella Top 10. L'arrivo di Vinales, soprattutto in chiave 2022, potrebbe rappresentare il definitivo salto di qualità

MotoGP
30 dic 2021
Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere Prime

Pagelle MotoGP | KTM, un passo indietro da non ripetere

KTM non riesce a ripetere il bel 2020. La casa austriaca ha vissuto una stagione iniziata non nel migliore dei modi e "aggiustata" in corso d'opera. Miguel Oliveira è il punto di riferimento del team, ma era lecito aspettarsi qualcosa in più. Capitolo a parte in Tech 3, invece...

MotoGP
23 dic 2021
MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi Prime

MotoGP | E' arrivato il momento di guardare al futuro senza Rossi

Il motociclismo ha perso il più grande showman della sua storia, con Valentino Rossi che ha concluso la sua strepitosa carriera a due ruote. Tra i suoi successori, che hanno avuto quasi tutti il "Dottore" come loro ispirazione, c'è chi può ancora tenere tutti incollati ai Gran Premi.

MotoGP
22 dic 2021