Valentino: "Sono molto lento nei cambi di direzione"

condivisioni
commenti
Valentino:
Di: Matteo Nugnes
07 ago 2015, 22:18

Il "Dottore" è dentro alla top ten per un soffio, ma Lorenzo e Marquez sono davvero lontanissimi

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

L'obiettivo dichiarato di Valentino Rossi per la seconda parte della stagione 2015 è quello di confermarsi sui livelli della prima metà e in questo caso non si può di certo dire che il buon giorno si vede dal mattino. La prima giornata di prove ad Indianapolis è stata davvero disastrosa per il "Dottore", con una Yamaha che fatica parecchio nei cambi di direzione e lo ha relegato solamente al decimo posto nella classifica cumulativa.

"E' stata una giornata molto difficile. Sia stamattina che oggi pomeriggio non sono mai stato veloce. Faccio sempre molta fatica nei cambi di direzione, ma soprattutto non ho feeling sull'anteriore quando bisogna entrare piegati e anche lì perdo tanto. Alla fine ho anche messo la gomma media per migliorare, ma sono comunque indietrissimo mentre Marquez e Lorenzo sono molto veloci" ha raccontato il pesarese.

Vista l'importanza della FP3 in ottica qualifiche, serve una svolta fin da domani mattina: "Speriamo di andare meglio domani. Dobbiamo analizzare i dati e cercare di capire cosa possiamo fare sulla moto. Bisogna assolutamente cercare di essere un pochino più avanti già da domani mattina".

La sua M1 sembra un'altra moto rispetto alla Germania, ma in realtà il 9 volte iridato crede che sia addirittura troppo simile: "Forse l'errore è che la moto è troppo uguale a quella del Sachsenring e qui non va bene. Come dicevo, nei cambi di direzione sono molto lento, poi non riesco a fermarmi bene in frenata. Nei cambi di direzione però la moto sembra davvero pesante e questo mi crea un sottosterzo che mi porta ad essere sempre fuori dalla linea ideale".

Prossimo articolo MotoGP
Suzuki: ecco a cosa servono i pulsanti sul manubrio

Articolo precedente

Suzuki: ecco a cosa servono i pulsanti sul manubrio

Prossimo Articolo

Wild card per Nakasuga a Motegi sulla Yamaha

Wild card per Nakasuga a Motegi sulla Yamaha
Carica commenti