I team ufficiali in pista a Phillip Island da domani

I team ufficiali in pista a Phillip Island da domani

Honda, Yamaha e Ducati aiuteranno la Bridgestone nello sviluppo delle gomme. Ancora out Marquez

Non c'è tregua per le squadre ufficiali del Mondiale MotoGp. Solo venerdì si sono spenti i motori a Sepang, ma da domani a mercoledì Honda, Yamaha e Ducati sono già pronte a tornare in pista a Phillip Island per una serie di collaudi richiesti dalla Bridgestone, che lo scorso anno ha avuto molti problemi sul tracciato australiano. Come probabilmente ricorderete, lo scorso anno le coperture giapponesi non garantivano la durata della corsa, che quindi era stata accorciata, ma prevedeva anche l'esecuzione di un pit stop obbligatorio dopo pochi giri. Per evitare il ripetersi di questa situazione, la Bridgestone ha realizzato delle mescole apposite per Phillip Island ed ha invitato le squadre ufficiali ad aiutarla nello sviluppo. Squadra al completo per la Yamaha, che si presenterà al via della tre giorni con Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Stesso discorso che vale anche per la Ducati, che recentemente ha annunciato di essersi iscritta al campionato in classe "Open", decidendo di adottare il software unico della centralina Magneti Marelli, ma potendo sfruttare quindi 4 litri di carburante in più, una gomma più morbida, ma anche la possiblità di continuare lo sviluppo del motore, che non sarà sottoposto al freezing. Il factory team di Borgo Panigale schiererà dunque Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, con la voglia di confermare i progressi mostrati in Malesia. Il grande assente sarà il campione del mondo in carica Marc Marquez, ancora alle prese dal recupero dalla frattura del perone destro rimediata la scorsa settimana in allenamento. A difendere i colori della Honda HRC ci penserà quindi Dani Pedrosa, che a Sepang è stato un po' il punto di riferimento per tutti, brillando sia nei long run che sul giro secco, anche se va detto che almeno nel "time attack" Valentino Rossi era riuscito a copiare il suo tempo al millesimo. Chi sicuramente proverà a riscattarsi invece è Lorenzo, che forse negli ultimi anni non aveva mai sofferto tanto come negli ultimi test, patendo l'adattamento alla gomma posteriore pensata dalla Bridgestone per il 2014. In pista ci saranno anche un paio di squadre di Moto2, arrivate in Australia perchè anche la Dunlop ha chiesto a FIM e Dorna di poter migliorare i suoi prodotti in vista del Gp di quest'anno. A rappresentare le squadre che utilizzano i telai della Kalex ci sarà la Marc VDS con Mika Kallio ed Esteve Rabat. Dal lato Suter invece è stata scelto il Team Aspar con Nico Terol e Jordi Torres. In tutte e tre le giornate la pitlane sarà aperta dalle 9:30 alle 17:30 locali: questo vuol dire che la bandiera a scacchi calerà quando in Italia saranno le 8:30. Per quanto riguarda le altre squadre di MotoGp, anche queste affronteranno l'ultimo test la settimana prossima, ma faranno tappa in Qatar, dove gireranno dal 7 a 9 marzo.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie