MotoGP: Honda rimane almeno fino al 2026

La Casa giapponese ha annunciato di aver sottoscritto il rinnovo con Dorna Sports per altre cinque stagioni. E' il terzo costruttore a farlo dopo KTM e Ducati.

MotoGP: Honda rimane almeno fino al 2026

Uno dopo l'altro, i costruttori della MotoGP stanno annuciando il rinnovo con la Dorna per il nuovo ciclo 2022-2026 della classe regina e questa mattina è toccato forse al più storico, visto che è stata la Honda ad ufficializzare la firma del contratto.

Sulla continuità del progetto della Casa giapponese c'erano pochi dubbi, anche se è stata solo la quinta a mettere tutto nero su bianco, dopo KTM e Ducati, ma anche dopo Gresini ed LCR, che si sono già garantiti un futuro come team satellite. Restano quindi da confermare le presenze di Yamaha, Suzuki ed Aprilia, ma anche in questo caso dovrebbe essere solo una questione di tempo.

Quello della Honda è un viaggio iniziato nel 1954 quando il fondatore, Soichiro Honda, dichiarò al TT dell’Isola di Man, il principale evento motociclistico dell’epoca, l'intenzione di diventare il costruttore migliore al mondo.

Finora 100 diversi piloti sono stati capaci di vincere su moto marchiate Honda e accumulare oltre 800 vittorie in tutte le categorie. Nella sola classe regina, ha ottenuto 850 podi e 25 campionati del mondo piloti, più di qualsiasi altra marca nella storia.

Leggi anche:

"In primo luogo, vorrei esprimere il mio rispetto e la mia gratitudine a Carmelo Ezpeleta e tutte le persone impegnate in Dorna Sports per il loro duro lavoro per organizzare le gare durante la pandemia di COVID-19", ha detto Noriaki Abe, Managing Officer della Honda. "Sono molto contento che abbiamo rinnovato il nostro contratto per competere in MotoGP dal 2022 al 2026".

"La Honda gareggia nel Campionato Mondiale FIM Grand Prix dal 1959 e ha vinto il suo 800° Gran Premio l’anno scorso. Honda ritiene che le gare di MotoGP siano vitali per le nostre attività motoristiche".

"La MotoGP è l’apice delle corse motociclistiche: ci permette di sviluppare varie tecnologie e, attraverso un’agguerrita competizione, di insegnare ai nostri ingegneri a coltivare le loro capacità".

"Con questi ingegneri che lavorano allo sviluppo dei veicoli di serie, Honda può creare prodotti migliori per i suoi clienti. Continueremo a portare sogni e gioia ai nostri clienti in tutto il mondo attraverso le nostre attività nel motorsport, compresa la MotoGP", ha concluso.

Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports, non ha nascosto la sua soddisfazione per questa firma: "Questo importante annuncio dona grande orgoglio alla MotoGP perché Honda è uno dei primi nomi che ci viene in mente quando pensiamo alle corse motociclistiche".

"Il costruttore giapponese è una parte molto importante del passato, del presente e del futuro del Campionato del Mondo FIM MotoGP e questo rinnovo rafforza, ancora di più, l’impegno tra entrambe le parti".

condivisioni
commenti
MotoGP, speranza Ezpeleta: "Tutti vaccinati entro fine anno"

Articolo precedente

MotoGP, speranza Ezpeleta: "Tutti vaccinati entro fine anno"

Prossimo Articolo

Marc Marquez mostra la cicatrice della terza operazione

Marc Marquez mostra la cicatrice della terza operazione
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Team Repsol Honda Team
Autore Matteo Nugnes
Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio? Prime

Cosa deve fare Marc Marquez per tornare al suo meglio?

Dopo il suo clamoroso ritorno in MotoGP con un settimo posto in Portogallo, Marc Marquez ora deve lavorare per ritrovare la sua forma migliore prima di rivolgere la sua attenzione ad obiettivi basati sui risultati.

MotoGP
21 apr 2021
Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5 Prime

Pagelle MotoGP: Marquez, un ritorno da 8,5

Tanti promossi e tanti bocciati in questo Gran Premio del Portogallo, terza tappa di MotoGP. Ecco le pagelle stilate da Matteo Nugnes, responsabile MotoGP per Motorsport.com, e commentate in compagnia di Marco Congiu.

MotoGP
20 apr 2021
Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi Prime

Quartararo e Bagnaia: il mondo ribaltato in 5 mesi

Le prime tre gare della MotoGP 2021 hanno iniziato a dare un'indicazione di quelli che potrebbero essere i valori in campo e quelli che si sono proposti con più regolarità al vertice sono Fabio Quartararo e Pecco Bagnaia. E lo hanno fatto in particolare a Portimao, su una pista su cui lo scorso novembre avevano sofferto tantissimo, dando una forte segnale di maturazione.

MotoGP
19 apr 2021
MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo Prime

MotoGP, la griglia di partenza del GP del Portogallo

Andiamo a scoprire insieme la Griglia di Partenza del Gran Premio del Portogallo, terza prova del campionato del mondo 2021 di MotoGP

MotoGP
18 apr 2021
Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti" Prime

Petrucci: "Stiamo prendendo strade inesplorate per gli assetti"

Intervista esclusiva con Danilo Petrucci, pilota KTM del team Tech3, alla vigilia del GP del Portogallo di MotoGP. Il ternano fa il punto della situazione circa il feeling con la moto austriaca e parla della necessità di percorrere nuove vie per andare a modificare il set-up complessivo, data la sua fisicità totalmente diversa dagli altri piloti KTM

MotoGP
16 apr 2021
Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello Prime

Dovizioso incrocia ancora il suo destino con il Mugello

Dopo la prima presa di contatto a Jerez, Andrea Dovizioso tornerà in sella all'Aprilia al Mugello per approfondire la conoscenza della RS-GP e ancora una volta il tracciato toscano potrebbe essere teatro di una svolta per la sua carriera.

MotoGP
15 apr 2021
KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa Prime

KTM: Portimao deve essere la gara della riscossa

L'avvio della stagione 2021 è stato al di sotto delle aspettative per la KTM, anche se Losail non è mai stata una pista amica. A Portimao però è la Casa austriaca è chiamata alla riscossa, perché a novembre aveva dominato con Miguel Oliveira.

MotoGP
13 apr 2021
Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton” Prime

Vergani: “Capelli per Ferrari ha detto no a Benetton”

Intervista esclusiva ad Alberto Vergani, Manager di piloti impegnati nel Motomondiale ed in Formula 1 e profondo conoscitore del motorsport. Tra i tanti e ricchi retroscena emersi in questa chiaccherata con il Direttore Franco Nugnes, Vergani parla di una sliding doors che avrebbe potuto mutare la carriera in F1 di Ivan Capelli

Formula 1
13 apr 2021