MotoGP | Espargaro: “Siamo ancora in lotta, penso sia il nostro anno”

Aleix Espargaro si rifiuta di arrendersi nonostante in una settimana ha avuto due gare complicatissime. Ma assicura che ora arrivano piste che gli piacciono molto.

MotoGP | Espargaro: “Siamo ancora in lotta, penso sia il nostro anno”
Carica lettore audio

Terzo nella classifica generale, Aleix Espargaro arrivava in Thailandia con 27 punti di distacco dal leader Fabio Quartararo e, nonostante una gara complicata con un Long Lap Penalty incluso, ha recuperato ben 7 punti al francese, che ora comanda la classifica con sole due lunghezze su Pecco Bagnaia.

Il pilota Aprilia è stato molto attivo in griglia di partenza, prima dell’inizio della gara. ha provato a far capire al resto dei piloti che c’era una zona molto al limite tra le curve 3 e 4, dove affermava che la visibilità fosse nulla. Hanno provato a pulire rapidamente quel punto, ma senza successo, e la gara è iniziata in condizioni terribili. “C’era molto stress, la pista era in buone condizioni, ma tra la curva 3 e la 4 non si vedeva nulla”, ha dichiarato Aleix, che ha chiuso la gara in 11esima posizione.

“Era molto pericoloso. Prima della gara volevo che pulissero l’acqua da quella zona. Mi sono arrabbiato con gli altri piloti perché non hanno fatto pressione su questa cosa”, ha rivelato. “Non si tratta di volere o non voler correre, si tratta di provare ad aiutare la Safety Commission. In pista non si vedeva nulla, ho avvisato i commissari, ma fortunatamente non è successo nulla”.

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Aleix Espargaro, Aprilia Racing Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Nel warm up di questa mattina, dopo un fine settimana molto difficile, abbiamo fatto un passo avanti, credo di avere il passo per finire sesto", ha detto. "Sono contento, sono stato veloce. Sono partito 13° e sono arrivato settimo", ha ricordato.

Aleix ha poi spiegato il contatto con Brad Binder all’inizio della gara e per il quale lo spagnolo è stato penalizzato: "Non credo di aver meritato un Long Lap Penalty per il contatto con Brad. Morbidelli mi ha colpito due volte negli ultimi giri; non so cosa stesse cercando, forse un contratto. E non ha avuto alcuna penalità", si è lamentato.

La Direzione Gara ha penalizzato Aleix con un Long Lap Penalty, che in questo circuito è molto lungo: "Nel giro lungo ho dovuto fare un giro a Roma", ha detto volendo esagerare. "Non credo sia difficile provare a creare dei long lap in cui si perde più o meno lo stesso tempo, qui ho perso cinque secondi", ha detto riferendosi ad altri circuiti, come Silverstone, dove Fabio Quartararo ha perso solo nove decimi o un secondo.

Tuttavia, Aleix vuole guardare la situazione in modo positivo e a tre gare dalla fine si rifiuta assolutamente di gettare la spugna: "Siamo stati molto sfortunati nelle ultime due gare e siamo a soli 20 punti di distacco. Inoltre, andremo in due circuiti che amo (Australia e Sepang) e dove vado forte. Credo che questo sia il nostro anno”.

Leggi anche:
condivisioni
commenti
MotoGP | Zarco: "Non volevo rischiare con Bagnaia"
Articolo precedente

MotoGP | Zarco: "Non volevo rischiare con Bagnaia"

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP | Oliveira fa festa sotto alla pioggia a Buriram

Fotogallery MotoGP | Oliveira fa festa sotto alla pioggia a Buriram