MotoGP
G
GP d'Austria
14 ago
G
GP di Stiria
21 ago
Prossimo evento tra
10 giorni
G
GP di San Marino
10 set
Prossimo evento tra
30 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
Prossimo evento tra
38 giorni
25 set
Prossimo evento tra
45 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
Canceled
09 ott
Prossimo evento tra
59 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
66 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
73 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
Canceled
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
87 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
Prossimo evento tra
94 giorni
20 nov
Canceled

Ducati: inedita pinza dei freni Brembo con il "calorifero"

condivisioni
commenti
Ducati: inedita pinza dei freni Brembo con il "calorifero"
Di:
24 giu 2020, 08:39

La squadra di Borgo Panigale ha affidato al collaudatore Pirro nei test di Misano una Desmosedici GP20 dotata di alcune evoluzioni aerodinamiche, ma sulla ruota anteriore la grande novità è data dal nuovo impianto frenante.

Se lo sviluppo dei freni in Formula 1 è stato praticamente congelato dalle regole approvate dagli ultimi due Consigli Mondiali della FIA, non si può dire altrettanto per la MotoGP, dove la ricerca è più spinta che mai.

Sulla Desmosedici GP20 affidata al collaudatore Michele Pirro, la Ducati ha fatto debuttare nei test di Misano un’inedita pinza anteriore della Brembo che costituisce il nuovo stato dell’arte in materia di impianto frenante.

Molti osservatori sono rimasti colpiti dall’ultimo sviluppo aerodinamico della Rossa che ha esteso le carenature della ruota anteriore anche agli steli, mostrando un profilo che copre la forcella nel tentativo di ripulire i flussi che sono perturbati dalla rotazione del cerchio, rendendo più efficiente l’aria che viene convogliata nell’impianto di raffreddamento, favorendone l’estrazione dalle feritoie e consentendo uno scambio termico migliore.

Nella parte inferiore della ruota non manca l’altro convogliatore di flusso in carbonio che è sinergico al vistoso cucchiaio sotto al forcellone e al semi gruppo lenticolare della ruota posteriore.

Non può passare in secondo piano, però, la nuovissima pinza anteriore in alluminio della Brembo. Si tratta di una realizzazione che si vede in pista per la prima volta e che ha almeno tre obiettivi: ridurre il peso grazie a una forma che ha permesso di asportare del materiale dal disegno classico, senza minimamente intaccare la rigidezza dell’impianto.

Ma la chicca è data dall’incremento delle prestazioni: il raffreddamento della pinza, infatti, è stato sensibilmente migliorato grazie all’adozione dei “caloriferi” che sono quelle piccole lamelle che sporgono dalla faccia anteriore.

Hanno la stessa funzione di un radiatore dal momento che è maggiore la superficie investita dal flusso utile al raffreddamento, con un incremento della prestazione quando la pinza è sotto stress e un miglioramento dell’affidabilità del sistema.

La MotoGP, in questo caso, beneficia dell’esperienza che la Brembo ha maturato in F1, dove i caloriferi avevano già trovato la prima applicazione l’anno scorso e adesso arriva una interessante ricaduta tecnologica che può giovare molto alle moto della classe regina del MotoMondiale.

Aprilia, Rivola: “Sul motore abbiamo le idee abbastanza chiare”

Articolo precedente

Aprilia, Rivola: “Sul motore abbiamo le idee abbastanza chiare”

Prossimo Articolo

WRC e MotoGP assieme per WITHU Experiences - Riders meet Rally

WRC e MotoGP assieme per WITHU Experiences - Riders meet Rally
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie MotoGP
Evento Test di Giugno a Misano
Sotto-evento Test
Location Misano Adriatico
Piloti Michele Pirro
Team Ducati Team Acquista adesso
Autore Franco Nugnes