Ducati a Brno con una nuova evoluzione di motore

In Repubblica Ceca potrebbe esordire anche un pacchetto di ciclistica inizialmente pensato per Silverstone

Che fine ha fatto la Ducati che alla prima gara della stagione ha rischiato di sbaragliare la concorrenza di Honda e Yamaha vincendo all'esordio con la GP15? E' quello che sembrano un po' domandarsi nel reparto corse di Borgo Panigale, frastornati dalle batoste arrivate nelle ultime quattro gare, a cavallo quindi tra Barcellona ed Indianapolis.

Fino al Mugello la nuova Desmosedici era parsa una moto in grado di battagliare costantemente per il podio, ma poi i rivali giapponesi hanno fatto uno step in avanti importante e gli uomini in Rosso non sono riusciti a reggere il passo.

Fino ad ora per ovviare al problema non sono state approntate soluzioni drastiche e gli uomini di Gigi Dall'Igna hanno lavorato prevalentemente sul set-up. Nelle prossime gare però potrebbero iniziare a vedersi delle novità più sostanziose: sicuramente a Brno ci sarà una nuova evoluzione del motore.

Questo però potrebbe ancha essere accompagnata da un pacchetto a livello di ciclistica che originariamente era stato concepito per essere introdotto a Silverstone: se il propulsore della Rossa non è mai stato messo in dubbio, è proprio sul fronte della guidabilità che bisogna intervenire per ridare ad Andrea Iannone ed Andrea Dovizioso il feeling che hanno un po' perso strada facendo.

Intanto, stando a quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, oggi andrà in scena una riunione molto delicata, perché Dall'Igna riunirà i tecnici che lavorano in pista e quelli che invece restano a casa per fare il punto della situazione e decidere che direzione dare allo sviluppo da qui alla fine della stagione.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio della Repubblica Ceca
Circuito Brno
Piloti Andrea Dovizioso , Andrea Iannone
Team Ducati Team
Articolo di tipo Preview