Marquez: "Oggi ho fatto il massimo possibile"

Un secondo posto soddisfacente per lo spagnolo che lo tiene ancora in lotta per il Mondiale a 52 punti dalla vetta

E' un Marc Marquez soddisfatto quello visto al termine della gara di Moto Gp a Brno. Il campione del mondo 2014 ha interrotto la striscia di vittorie proprio sul tracciato ceco, concludendo secondo alle spalle di Jorge Lorenzo, ma davanti a Valentino Rossi. Un piazzamento che ha consentito al pilota della Honda di accorciare comunque leggermente la classifica, portando a 52 punti il suo gap dalla vetta.

Marquez ha analizzato l'intera gara affermando:"Oggi abbiamo dato il 100%, non si poteva fare di più. All'inizio, grazie alla gomma nuova, ho provato a stare con Jorge, ma quando la gomma ha iniziato a calare, dopo cinque giri, ho iniziato a faticare di più rispetto a Lorenzo. Lui riusciva a mantenere un buon ritmo, ma vedendo come è andato tutto il weekend, la seconda posizione è un ottimo risultato. Sapevamo che, nella seconda parte di stagione, Brno sarebbe stato un circuito difficile".

Marc ha analizzato anche i pregi della Yamaha di Lorenzo sul tracciato di Brno:"Questo tipo di tracciato si adattava poco alla nostra moto.La particolarità del tracciato ci penalizza per i nostri problemi in ingresso ed uscita di curva. Abbiamo fatto un pò di fatica durante il weekend ed ho capito che era impossibile duellare con Jorge".

Marquez non si è nascosto nell'affermare che Brno non è il suo circuito preferito:"Ho cercato di adattare il mio stile di guida alla pista ed ho cambiato anche il set up della moto dato che dopo la prime Libere avevamo un distacco da Lorenzo di quasi un secondo. Lì ho capito che dovevo cambiare non solo il setting della moto ma anche il mio modo di guidare. Penso che abbiamo fatto un grande weekend, sono riuscito a mantenere un buon margine rispetto a Valentino in gara e sono riuscito a mantenere questa seconda posizione".

Marc, infine, guarda il bicchiere mezzo pieno accogliendo con soddisfazione il secondo posto in ottica Mondiale:"Avrei potuto provare a prendere Lorenzo rischiando, ma con questa seconda posizione sono ancora in lotta per il Mondiale. Non credo che Jorge abbia aumentato il ritmo, piuttosto sono stato io a calare un pò nel corso della gara.All'inizio tenevamo un ritmo di cinquantasei e mezzo, poi ho iniziato a girare sul cinquantasei alto mentre Jorge ha mantanuto un passo costante per cinque, sei giri in più".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio della Repubblica Ceca
Circuito Brno
Team Repsol Honda Team
Articolo di tipo Commento