Brno, Libere 1: Marquez subito al comando

Il campione del mondo in carica ha preceduto Lorenzo e Pedrosa. Quinto Rossi e settimo Dovizioso

Brno, Libere 1: Marquez subito al comando

Marc Marquez non si smentisce e dimostra di essere un cannibale motoristico, dominando sin da subito il fine settimana del Gran Premio di Repubblica Ceca, a Brno.

Lo spagnolo ha potuto sfruttare i dati raccolti nel test di qualche giorno fa proprio sulla pista ceca e ha posto subito la sua Honda RC2013V davanti a tutti. Marquez ha fermato il cronometro in 1'56"803, tempo limato proprio all'ultimo passaggio di appena quattro millesimi ma sufficienti per abbassare ulteriorimente un tempo già buono, considerando la pioggia caduta sul tracciato di Brno pochi giorni fa che ha reso il manto d'asfalto più scivoloso. 

Secondo posto per Jorge Lorenzo, che ha così confermato i progressi fatti dalla sua Yamaha M1 in termini di assetto e il suo piacere a correre nel layout ceco. Il maiorchino cerca infatti di ripetere il buon fine settimana di Indianapolis di appena una settimana fa, quando ha chiuso la gara alle spalle del solito, imprendibile, Marc Marquez. Daniel Pedrosa, così come il compagno di squadra, ha potuto far affidamento sui dati del recente test a Brno, ma non è riuscito ad andare oltre al terzo posto, staccato di pochi centesimi dal connazionale della Yamaha.

Quarto posto per Aleix Espargarò, con la prima moto della categoria Open, la sua Yamaha del team Forward. Lo spagnolo è riuscito a sfruttare al meglio la specifica più morbida messa a disposizione dal regolamento ed è riuscito a migliorare sensibilmente la sua classifica proprio all'ultimo tentativo a sua disposizione. A rompere l'egemonia dei piloti iberici ci ha pensato Valentino Rossi, quinto con la seconda Yamaha M1 ufficiale e vicino al tempo di Lorenzo e Pedrosa. 

Sesto posto per la Honda di Stefan Bradl, seguito dalla prima delle Ducati - quella ufficiale - di Andrea Dovizioso, secondo degli italiani in classifica. Il pilota di Forlimpopoli ha mostrato di aver sistemato la sua Desmosedici al meglio nei primi due settori del tracciato, mentre nel terzo la sua Rossa si muove molto e determina un ritardo considerevole dai primi. Dovizioso è compunque staccato di appena tre decimi dalla Honda di Marquez. 

Ottavo posto per un ottimo Yonny Hernández, che ha portato la sua Ducati Desposedici GP14 alle spalle di quella ufficiale numero 04. Il pilota del team Pramac è risultato veloce per tutta la sessione, non solo nelle tornate con gomme più soffici. Nono posto per il secondo degli Espargarò, Pol, che ha portato la sua Yamaha del team Tech 3 davanti al compagno di squadra Bradley Smith.

Undicesimo posto per il terzo degli italiani nella lista dei tempi, Michele Pirro, che ha preceduto Andrea Iannone, ancora in difficoltà con l'assetto della sua Ducati Desmosedici. Diciannovesimo posto per Alex De Angelis, rientrato in MotoGP mentre Danilo Petrucci ha chiuso in ventitreesima posizione. 

condivisioni
commenti
Lorenzo: "La M1 è cresciuta molto in questi mesi"

Articolo precedente

Lorenzo: "La M1 è cresciuta molto in questi mesi"

Prossimo Articolo

Brno, Libere 2: pioggia protagonista della sessione

Brno, Libere 2: pioggia protagonista della sessione
Carica commenti
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia" Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini è davvero una "Bestia"

Il Gran Premio di San Marino di MotoGP ha regalato tanti promossi e tanti bocciati. Da un perfetto Bagniaia, un sorprendente Bastianini, fino ad arrivare alla delusione Dovizioso, ecco le pagelle stilate e commentate da Franco Nugnes e Matteo Nugnes.

MotoGP
20 set 2021
MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino Prime

MotoGP, Lap Chart del GP di San Marino

A Misano, Bagnaia si ripete. Un successo arrivato dopo una gara impeccabile. Ripercorriamo, grazie alla nostra animazione grafica, tutte le emozioni del Gran Premio di San Marino.

MotoGP
20 set 2021
MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati Prime

MotoGP: il sabato di Misano parla Ducati

Bagnaia precede Miller nella doppietta Ducati in quel di Misano. Alle spalle delle rosse di Borgo Panigale, abbiamo la Yamaha di Fabio Quartararo.

MotoGP
19 set 2021
Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro Prime

Ducati: la vittoria di Aragon richiama il passato e guarda al futuro

Duellando contro Marc Marquez nel Gran Premio di Aragon, Francesco Bagnaia ha avuto la meglio e si è assicurato una prima vittoria in MotoGP che inseguiva da tempo. Marquez lo ha paragonato ad una vecchia conoscenza della Ducati e ora Pecco potrebbe finalmente iniziare a lottare costantemente per il successo.

MotoGP
15 set 2021
Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda Prime

Pagelle MotoGP: Bagnaia perfetto, Zarco sprofonda

Il fine settimana spagnolo di Aragon ha regalato molto promossi e bocciati alla classe regina del Motomondiale. Bagnaia impeccabile, a differenza di altri che hanno deluso le aspettative. Ecco le pagelle stilate e commentate da Lorenza D'Adderio e Matteo Nugnes.

MotoGP
14 set 2021
MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez Prime

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

Andiamo a rivivere l'emozionante prima vittoria in MotoGP di Pecco Bagnaia ed il duello con Marquez degli ultimi giri in questa nostra animazione

MotoGP
14 set 2021