Iannone: "Fatichiamo a tenere la corda in curva"

Terzo tempo per Andrea, primo pilota del team bolognese, ma grazie a una gomma morbida posteriore

Andrea Iannone è risultato il primo pilota Ducati al termine del secondo turno di prove libere sul tracciato ceco di Brno, sede dell'undicesimo appuntamento del Motomondiale 2015.

Il pilota di vasto ha centrato un buon terzo tempo assoluto proprio nell'ultimo tentativo disponibile grazie alla gomma posteriore morbida, che gli ha permesso di scalare la classifica e inserirsi alle spalle di Marc Marquez e Jorge Lorenzo, rispettivamente in prima e seconda posizione.

La Ducati, però, dovrà affrontare la gara con gomme medie, ovvero le più morbide a disposizione delle "factory" che invece utilizzeranno presumibilmente le dure. Questo dovrebbe rappresentare un grosso svantaggio per le GP15, che oggi hanno mostrato di poter mantenere un buon ritmo solo per alcuni giri, per poi perdere inesorabilmente competitività a causa dell'eccessivo degrado delle gomme posteriori. 

"Questo pomeriggio le condizioni della pista erano peggiori rispetto a quelle di questa mattina. Purtroppo lo scarso grip ci ha impedito di notare e differenze con gli assetti provati nelle Libere  e, anzi, entrambe le soluzioni che ho provato nelle due moto sono apparse peggiori rispetto a quanto ho percepito nel corso della mattina. Ora studierò bene i cronologici per vedere dove poter recuperare qualche decimo per le QUalifiche e la gara di domenica".

"Per quanto riguarda la scelta delle gomme per la gara la nostra è praticamente obbligata. Comunque qui fatichiamo a far girare la moto e a tenere la corda, la giusta traiettoria in curva a causa dello scarso grip della pista", ha dichiarato al termine delle Libere 2 Andrea Iannone. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Gran Premio della Repubblica Ceca
Circuito Brno
Piloti Andrea Iannone
Articolo di tipo Prove libere