Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Intervista
MotoGP GP d'Austria

MotoGP | Bastianini: "Pensavo di aver capito i guai. Non è così"

Enea Bastianini continua ad avere difficoltà in sella alla Ducati, ma si augura di trovare il problema al più presto per essere competitivo come i compagni di marca. Il Red Bull Ring può essere un punto di partenza.

Enea Bastianini, Ducati Team

Enea Bastianini sta ancora andando alla ricerca di se stesso in sella alla Ducati Desmosedici GP 2023. In questo fine settimana si terrà il Gran Premio d'Austria sul tracciato del Red Bull Ring.

La pista di proprietà dell'azienda che produce bibite energetiche è spesso stata teatro di superbe prestazioni della Ducati nel recente passato. Bastianini, che sta cercando il giusto assetto di base per poter sfruttare il suo potenziale e quello della moto, spera di poter trovare una soluzione ai suoi interrogativi per prendere la strada giusta, quella che potrebbe consentirgli di entrare a far parte del novero di piloti che lotta per il podio e, perché no, anche per le vittorie.

"Secondo me per migliorare devo bilanciare le cose, ovvero io mi devo adattare più alla moto, ma devo fare in modo che la moto possa essere più vicina alle mie preferenze. Una volta che ho trovato il problema principale sarà tutto in discesa. Ma senza capire la direzione da prendere è molto difficile essere competitivo. Si va forte quando si ha la moto nelle mani. E' sempre stato così e nonostante la Ducati sia la moto migliore del lotto, non ce l'ho nelle mani. Quindi non riesco a fare la differenza come il mio compagno e gli altri piloti Ducati. Mi serve un po' di tempo. Cercare di capire qual è il problema e da lì partirò".

"Penso che il Red Bull Ring possa in parte aiutarmi a capire certe cose. L'anno scorso ero andato bene, ma ero andato bene anche a Silverstone. In gara, a parte il contatto alla prima curva, ero andato forte. Quest'anno, invece, è successo l'opposto. Sono partito bene, ma non riuscivo a tenere il ritmo, non riuscivo a essere preciso e fare le stesse traiettorie. E' stata una situazione complicata ma non serve innervosirsi. Questa per me è una pista amica, perché sono sempre andato forte. Non ho mai fatto alcun risultato perché alla domenica per diversi motivi non ho mai concretizzato, ma di solito mi trovo bene".

Enea Bastianini, Ducati Team

Enea Bastianini, Ducati Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Bastianini non si prefigge obiettivi per il fine settimana a livello di risultati, ma è chiaro che voglia cercare di capire quale sia il problema che non gli permette di sfruttare le potenzialità della GP23 ed essere alla pari con tutti gli altri piloti che guidano una Ducati.

"Ogni volta che arrivo in pista non ho l'obiettivo di fare decimo, ma di cogliere il podio e fare bene. Ma non so se ci riuscirò. Vedrò domani come sono messo e poi trarremo delle conclusioni. Comunque avrò una situazione più chiara. Dovremo cercare di risolvere i problemi che abbiamo e poi vedremo".

"Sono rimasto spiazzato perché ad Assen pensavo di aver capito qualcosa e di aver trovato la strada giusta. Invece poi siamo arrivati a Silverstone e ci siamo accorti che la base non era buona. Quindi abbiamo rifatto un po' tutto per capire il reale problema, perché comunque abbiamo lavorato tanto sull'assetto, abbiamo fatto tante modifiche, ma le sensazioni non sono mai arrivate. Ci deve essere qualche altro problema. Spero di arrivarci prima possibile per fare qualche bella gara".

Per un pilota che è alla ricerca della strada giusta da seguire per ciò che riguarda l'assetto, la presenza della Gara Sprint del sabato potrebbe essere un ostacolo più che un aiuto. Il romagnolo non la pensa così. Anzi, ha ammesso di aver utilizzato quella di Silverstone per raccogliere dati e avere più informazioni possibili per cercare di risolvere i suoi problemi.

"La gara Sprint, per me, a oggi è un aiuto, non un problema. Mi fornisce dati. A Silverstone, è brutto da dire, ma ho lavorato soprattutto per raccogliere dati più che per essere super veloce. A volte devi sacrificare la prestazione per il lavoro. Qui invece spero proprio di trovare una soluzione rapidamente e poi vedere".

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Pol Espargaró e Augusto Fernandez convinti: "In GasGas nel 2024"
Prossimo Articolo MotoGP | Quartararo: “Aggressivo per scuotere Yamaha, ora cambio approccio”

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia