MotoGP | Bastianini: "Forse c'era un piano, ma non ho ricevuto messaggi"

Gara un po' in ombra a Motegi per il pilota del Gresini Racing, che con il nono posto ha visto salire a 49 punti il gap nei confronti del leader Quartararo. Sulla bagarre con Bagnaia ha assicurato che dal muretto non è arrivato alcun ordine, che comunque sarebbe stato inutile vista la caduta di Pecco.

MotoGP | Bastianini: "Forse c'era un piano, ma non ho ricevuto messaggi"
Carica lettore audio

Quella di Motegi è stata una domenica decisamente anomala, con una gara nella quale i grandi protagonisti nel Mondiale non hanno avuto modo di esserlo. Tra questi c'è anche Enea Bastianini, nono alla bandiera a scacchi, anche se va detto che il pilota del Gresini Racing aveva già complicato il suo weekend con le cadute di venerdì e sabato.

Quella della FP1, l'unico turno disputato con l'asciutto oltre al Warm-Up e alla gara, lo ha relegato fuori dalla Q2. Quella di ieri invece ne ha certificato il 15° posto in griglia. Da quando corre in MotoGP, "Bestia" ci ha abituati a dare vita a grandi rimonte, cosa che quindi ci si poteva attendere anche oggi, visto che aveva anche scelto la gomma soft al posteriore.

Stavolta però non è andata così, perché la risalita è stata più complicata di quanto si sarebbe aspettato. Alla fine, dunque, è arrivato un nono posto che gli ha permesso di recuperare qualcosa in classifica nei confronti di Pecco Bagnaia ed Aleix Espargaro, uno caduto all'ultimo giro e l'altro rimasto fuori dai punti per un problema tecnico prima del via. Tuttavia, il gap nei confronti del leader Fabio Quartararo, ottavo proprio davanti a lui, è salito a 49 punti. Tanti a quattro gare dal termine.

"Alla partenza era importante recuperare alcune posizioni e provare a sfruttare la gomma soft, ma è stato difficile, perché quando stai dietro a tante moto si alza la pressione della gomma anteriore, quindi diventa difficile sorpassare gli altri piloti in staccata", ha detto Bastianini dopo la gara.

Enea Bastianini, Gresini Racing

Enea Bastianini, Gresini Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Inoltre, davanti a me avevo Pecco e sappiamo che frena molto tardi, quindi superarlo non è stato facile. Poi, quando avevo pista libera, ero riuscito a prendere il mio ritmo, anche se nell'ultima parte della gara non ero troppo veloce, perché il drop della gomma è stato importante negli ultimi dieci giri", ha aggiunto.

Nonostante questo calo, il suo giro veloce in gara è arrivato dopo aver subito il controsorpasso di Bagnaia: "Sì, a tre o quattro giri dalla fine, perché ero abbastanza al limite per cercare di stare vicino a Pecco e a Fabio. Era un rischio, ma dovevo correrlo per rimanere attaccato ed avere magari un'occasione all'ultimo giro".

Proprio come nelle ultime due gare, lui e Bagnaia sono stati a contatto praticamente per tutta la corsa. Nel finale, prima che Pecco cadesse, le telecamere hanno indugiato su Davide Tardozzi, team manager della squadra ufficiale, che andava a dire qualcosa al muretto del Gresini Racing. Quando gli è stato chiesto se fosse arrivata qualche raccomandazione dai box, Enea ha tagliato corto: "No, non ho ricevuto messaggi. Forse c'era un piano, ma a me non è arrivato nulla".

Leggi anche:
condivisioni
commenti
MotoGP | Marquez: “Era da tempo che non attaccavo a fine gara”
Articolo precedente

MotoGP | Marquez: “Era da tempo che non attaccavo a fine gara”

Prossimo Articolo

Fotogallery MotoGP | Lo spettacolare GP del Giappone

Fotogallery MotoGP | Lo spettacolare GP del Giappone

MotoGP | Quartararo ci ripensa: non si opererà al dito fratturato

Sebbene lo stesso pilota della Yamaha avesse annunciato l'intenzione di sottoporsi ad un intervento chirurgico dopo la fine della stagione, il ragazzo di Nizza alla fine ha deciso di evitare la sala operatoria.

MotoGP
30 nov 2022

Domenicali: "Sostenibilità? Ducati non fa proclami, ma fatti"

L'amministratore delegato della Casa di Borgo Panigale ha introdotto l'ultima tappa del Ride to FIM Awards, che si è svolto all'interno del Museo Ducati, sottolineando l'impegno del marchio per quanto riguarda la transizione energetica. L'esempio più lampante è l'ingresso in MotoE come fornitore unico a partire dalla prossima stagione.

MotoGP
30 nov 2022

Viegas: "Le corse devono essere un esempio per la sostenibilità"

Il presidente della FIM ha portato al Museo Ducati di Borgo Panigale l'ultima tappa del Ride to FIM Awards, che aveva come tema centrale il futuro e la sostenibilità energetica per il mondo delle moto.

MotoGP
30 nov 2022

MotoGP | Ciabatti: "Le voci sugli ordini di scuderia erano bullshit"

Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati, ha dichiarato che il marchio ha dimostrato nelle ultime gare della stagione 2022 di MotoGP che le speculazioni relative agli ordini di scuderia per favorire la candidatura al titolo di Pecco Bagnaia erano "stronzate".

MotoGP
30 nov 2022

MotoGP | Espargaro: "Honda ha perso soldi e tempo con me"

Pol Espargaro ritiene che la Honda abbia sprecato tempo e denaro con lui durante la stagione 2022 della MotoGP, dopo che la squadra ha smesso di fornirgli nuove parti da testare.

MotoGP
28 nov 2022

MotoGP | Gabarrini: “La Ducati di Stoner aveva una sete sfrenata di benzina”

Cristian Gabarrini, responsabile tecnico del box di Pecco Bagnaia, lo è stato anche di Casey Stoner e sottolinea come l’australiano fosse più efficiente nella gestione del consumo dell’elettronica della moto nell’anno in cui vinse il titolo di MotoGP.

MotoGP
28 nov 2022

100Km dei Campioni: Baldassarri e Bartolini battono Rossi e Marini

Elia Bartolini e Lorenzo Baldassarri hanno vinto l'ottva edizione della 100Km dei Campioni davanti a Valentino Rossi e Luca Marini. Terzo posto per Vietti Ramus e Antonelli.

MotoGP
27 nov 2022

MotoGP | Bezzecchi: "Un rookie ha bisogno di un anno con la mente sgombra"

Marco Bezzecchi ha disputato una prima stagione esemplare in MotoGP, senza lasciarsi sopraffare dai buoni risultati o dalla pressione. Sa di aver potuto contare su condizioni favorevoli per questo, tanto che riterrebbe vantaggioso se ogni esordiente potesse, come lui, poter scoprire la classe regina con un contratto di due anni.

MotoGP
26 nov 2022