MotoGP
04 ott
-
06 ott
Evento concluso
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

MotoGP, Barcellona, Libere 1: Marquez davanti a Quartararo, Dovizioso quarto

condivisioni
commenti
MotoGP, Barcellona, Libere 1: Marquez davanti a Quartararo, Dovizioso quarto
Di:
14 giu 2019, 08:58

Il pilota della Honda parte forte e precede le Yamaha del francese e di Vinales. Quarta la Ducati di Dovi, mentre Petrucci è solo 18esimo. Nono Rossi dietro a Morbidelli, indietro Lorenzo nonostante i nuovi supporti Honda.

Il weekend di Barcellona della MotoGP si è aperto nel segno di Marc Marquez, con lo spagnolo che ha subito piazzato la sua Honda davanti a tutti. Tra le altre cose, contrariamente a quanto fa solitamente, il leader del Mondiale ha montato anche una gomma soft nuova nel finale per realizzare l'1'40"692 con cui ha messo tutti in fila.

E' partito forte anche Fabio Quartararo, che ormai si può considerare a tutti gli effetti uno dei nuovi top rider della classe regina. Il pilota della Yamaha Petronas ha chiuso con un ritardo di 111 millesimi dal leader iridato, ma anche lui nel finale ha fatto ricorso ad una gomma nuova, ma nel suo caso media.

Terzo tempo per l'altra Yamaha di Maverick Vinales, più lento di appena 69 millesimi rispetto al talento francese. Nel box della Casa di Iwata non nascondono però che queste buone prestazioni sono frutto anche di una temperatura più bassa rispetto alle aspettative, condizione che solitamente aiuta le M1.

Bisogna scorrere la classifica fino al quarto posto per trovare la prima delle Ducati, che è quella di Andrea Dovizioso. Il forlivese paga 338 millesimi e nel corso del turno ha provato anche a studiare da vicino Marquez, seguendolo da vicino per un paio di giri nell'ultimo run.

Per ora invece è in grande difficoltà l'altra Desmosedici GP ufficiale di Danilo Petrucci: il vincitore del Mugello, prossimo al rinnovo del contratto, sembra avere qualche problema sulla sua moto che gli impedisce di trovare il giusto grip e al momento si ritrova solamente in 18esima posizione, seppur staccato di meno di un secondo.

A completare la top 5 c'è un'altra Honda ed è quella del giapponese Takaaki Nakagami, che sta attraversando il miglior momento della sua carriera e l'ha spuntata sulla Ducati di Jack Miller nella battaglia per essere il migliore tra i piloti satellite. Settimo tempo poi per la Suzuki di Alex Rins, che ormai ci ha abituati a dover aspettare la domenica per scoprirne il reale potenziale.

A riprova del buon inizio di weekend delle Yamaha, nella top 10 c'è spazio anche per quelle di Franco Morbidelli e Valentino Rossi, che occupano rispettivamente l'ottava e la nona posizione. La prestazione del "Dottore" è arrivata proprio all'ultimo giro e non è male, perché comunque con gomma usata è riuscito a stare a meno di mezzo secondo da Marquez.

Il quadro dei piloti che al momento avrebbero accesso diretto alla Q2 si completa con l'Aprilia di Aleix Espargaro, che ha beffato per appena 30 millesimi la Honda di Cal Crutchlow. Bisogna scendere fino al 13esimo posto invece per trovare la migliore delle KTM, che è quella di Johann Zarco: il francese ha iniziato ad adottare il forcellone in carbonio ed il primo impatto è stato buono, perché si è messo dietro il compagno Pol Espargaro.

15esimo tempo poi per la seconda Ducati Pramac di Pecco Bagnaia, mentre Jorge Lorenzo ha iniziato ancora una volta il weekend a rilento: sul serbatoio della sua RC213V sono apparsi dei nuovi supporti, frutto del lavoro fatto la scorsa settimana in Giappone, ma per ora il loro impatto non si è visto troppo, perché il maiorchino è 17esimo a poco meno di un secondo. Poco più indietro, in 19esima piazza, troviamo poi la seconda Aprilia di Andrea Iannone.

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Marc Márquez Alenta Honda 20 1'40.692     169.002
2 France Fabio Quartararo Yamaha 20 1'40.803 0.111 0.111 168.816
3 Spain Maverick Viñales Yamaha 22 1'40.872 0.180 0.069 168.700
4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 17 1'41.030 0.338 0.158 168.437
5 Japan Takaaki Nakagami Honda 20 1'41.040 0.348 0.010 168.420
6 Australia Jack Miller Ducati 18 1'41.049 0.357 0.009 168.405
7 Spain Alex Rins Suzuki 19 1'41.142 0.450 0.093 168.250
8 Italy Franco Morbidelli Yamaha 21 1'41.160 0.468 0.018 168.220
9 Italy Valentino Rossi Yamaha 20 1'41.190 0.498 0.030 168.170
10 Spain Aleix Espargaro Aprilia 17 1'41.213 0.521 0.023 168.132
11 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 19 1'41.243 0.551 0.030 168.082
12 Spain Joan Mir Suzuki 21 1'41.355 0.663 0.112 167.896
13 France Johann Zarco KTM 18 1'41.390 0.698 0.035 167.839
14 Spain Pol Espargaro KTM 19 1'41.410 0.718 0.020 167.805
15 Italy Francesco Bagnaia Ducati 19 1'41.530 0.838 0.120 167.607
16 Spain Tito Rabat Ducati 22 1'41.603 0.911 0.073 167.487
17 Spain Jorge Lorenzo Honda 16 1'41.621 0.929 0.018 167.457
18 Italy Danilo Petrucci Ducati 18 1'41.624 0.932 0.003 167.452
19 Italy Andrea Iannone Aprilia 19 1'41.825 1.133 0.201 167.122
20 Portugal Miguel Oliveira KTM 20 1'41.920 1.228 0.095 166.966
21 Czech Republic Karel Abraham Ducati 18 1'41.972 1.280 0.052 166.881
22 United Kingdom Bradley Smith Aprilia 17 1'42.168 1.476 0.196 166.560
23 France Sylvain Guintoli Suzuki 17 1'42.363 1.671 0.195 166.243
24 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 18 1'42.448 1.756 0.085 166.105
Prossimo Articolo
Ducati ha deciso: offrirà il rinnovo a Petrucci nei prossimi giorni

Articolo precedente

Ducati ha deciso: offrirà il rinnovo a Petrucci nei prossimi giorni

Prossimo Articolo

Honda: ecco le novità di ergonomia che Lorenzo ha studiato in Giappone

Honda: ecco le novità di ergonomia che Lorenzo ha studiato in Giappone
Carica commenti