MotoGP | Bagnaia: "Questo terzo posto vale come una vittoria"

Il pilota della Ducati ha finalmente risolto i suoi problemi sul bagnato e conquistato un preziosissimo terzo posto nel Gran Premio di Thailandia, perché con il concomitante 17° posto di Quartararo ha ridotto a soli 2 punti il ritardo nel Mondiale nei confronti del rivale della Yamaha.

MotoGP | Bagnaia: "Questo terzo posto vale come una vittoria"
Carica lettore audio

- 2 e palla al centro. E' vero che non parliamo di un pareggio vero e proprio, ma 2 punti non sono davvero niente quando in palio ce ne sono ancora 75 e soprattutto quando ne hai recuperati 89 nello spazio delle ultime sette gare. Alla luce di questo, non c'è da stupire se dopo aver tagliato il traguardo di Buriram al terzo posto abbia esultato come per una vittoria, anche perché la gara si è disputata sotto alla pioggia.

Il bagnato era stato il suo tallone d'Achille in questa stagione, ma questa volta si è trasformato in un'arma che gli ha permesso di recuperare ben 16 punti sul rivale della Yamaha, che invece ha faticato tantissimo e non è riuscito ad artigliare neppure un punticino. Ora quindi non solo c'è un Mondiale apertissimo, ma anche la convinzione di essere competitivo in qualunque condizione in vista delle ultime tre gare della stagione, che decideranno le sorti del Mondiale.

"Questo terzo posto vale come una vittoria per me", ha detto a caldo, appena arrivato al parco chiuso. "E' il mio primo podio sul bagnato dall'Austria dell'anno scorso, ed è un po' strano. Sono davvero contentissimo e vorrei ringraziare Jack perché prima della gara abbiamo fatto una chiacchierata e mi ha motivato molto", ha aggiunto, facendo accenno al compagno Miller, che lo ha preceduto in seconda posizione, alle spalle del vincitore Miguel Oliveira.

Trovare la concentrazione oggi non è stato facile per niente, perché la gara è stata ritardata di circa un'ora a causa del vero e proprio diluvio che si è abbattuto sul circuito thailandese durante la gara della Moto2. Inoltre, un ospite ha avuto un malore in griglia proprio davanti alla sua piazzola di partenza. Pecco però questa volta è riuscito a non farsi impressionare e a non commettere sbavature.

Il vincitore della gara Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing, il secondo classificato Jack Miller, Ducati Team, il terzo classificato Francesco Bagnaia, Ducati Team

Il vincitore della gara Miguel Oliveira, Red Bull KTM Factory Racing, il secondo classificato Jack Miller, Ducati Team, il terzo classificato Francesco Bagnaia, Ducati Team

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Sono molto contento, perché trovare la concentrazione in griglia non è stato facile per ciò che è accaduto. All'inizio cercavo di non guardare per cercare la concentrazione, ma mi è stato abbastanza difficile", ha raccontato più tardi Bagnaia ai microfoni di Sky Sport MotoGP HD.

"In ogni caso, dal momento in cui è partita la gara, ho cercato di stare il più vicino possibile a chiunque avessi davanti. Sapevo che il mio potenziale sul bagnato era questo e non quello che avevamo mostrato in Giappone. Devo ringraziare la mia squadra, che mi è venuta dietro nelle richieste che avevo fatto, perché abbiamo tirato fuori un potenziale altissimo per tutto il weekend sia sull'asciutto che sul bagnato, quindi sono veramente contento", ha aggiunto.

Pecco ha anche spiegato che durante la gara non aveva informazioni sulla posizione di Quartararo: "Già dalla gara scorsa avevo chiesto di non avere segnalazioni a riguardo. D'ora in avanti sì, perché siamo solo a 2 punti, ma fino ad oggi erano 18, quindi avevo chiesto esplicitamente di non avere informazioni a riguardo, perché avevo bisogno di concentrarmi sulla guida e basta".

Dopo l'errore di Motegi ha ammesso che un pizzico di tensione c'era stata prima della gara, ma poi una volta iniziata è stato bravo a rimanere concentrato e a centrare l'obiettivo.

"Ho dato tutto quello che avevo sinceramente. Diciamo che ieri, dopo la qualifica, avevo sentito un po' di tensione, ma fortunatamente le persone che mi vogliono bene mi hanno dato una gran mano. Siamo stati a parlare di altro, ho parlato con il mio preparatore e con Domizia (la fidanzata) prima di andare a dormire e mi hanno aiutato molto. Oggi ero concentrato al 100% su questa gara. Già prima della gara sapevo che sarebbe stata una situazione diversa dal Giappone, perché quello che abbiamo risolto venerdì ci avrebbe aiutato molto", ha concluso.

Leggi anche:
condivisioni
commenti

MotoGP | Mondiale: Bagnaia pressa Quartararo a -2, Aleix va a -20

MotoGP | Oliveira re dell’acqua: “So dov'è il limite e mi diverto"