MotoGP: Bagnaia porta la Ducati in pole anche a Misano

Seconda pole consecutiva per Pecco, con le Ducati che dominano la scena occupando quattro delle prime cinque posizioni in griglia. Quartararo cade nel tentativo di rispondergli e chiude terzo dietro a Miller. Marquez invece va giù per prendergli la scia ed è settimo. Eliminato in Q1 Morbidelli. Disastro per Petrucci, Rossi e Dovizioso: sono in ultima fila.

MotoGP: Bagnaia porta la Ducati in pole anche a Misano

Pecco Bagnaia sembra essersi veramente sbloccato definitivamente. Dopo la pole e la vittoria di Aragon, il pilota della Ducati si è rimesso davanti a tutti in qualifica anche nel Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, firmando la sua terza partenza al palo nella top class in una sessione che è stata letteralmente dominata dalle Desmosedici GP in versione factory.

Dopo il primo run, Fabio Quartararo sembrava avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza, ma poi il pilota piemontese ha alzato l'asticella nel secondo run, arrivando a sfoderare addirittura un 1'31"065 che gli è valso la nuova best pole del tracciato di Misano.

Una prestazione davvero di grande rilievo, che ha portato i suoi avversari a sbagliare per provare a batterla: Marc Marquez si era messo proprio nella scia di Pecco per tentare il time attack, ma ha perso l'anteriore della sua RC213V all'ingresso della curva del Tramonto e quindi si dovrà accontentare di prendere il via dalla settima posizione.

Anche la risposta di Quartararo è durata solo pochi secondi, perché il pilota della Yamaha ha esagerato alla staccata della curva 1 ed è scivolato. Poco male comunque per il francese, che scatterà comunque dalla prima fila, in terza posizione, e nella FP4 ha dimostrato di essere probabilmente quello accreditato del passo migliore di tutti.

Ad approfittare dell'errore di "El Diablo" è stato Jack Miller, che proprio sotto alla bandiera a scacchi è andato a ricomporre la doppietta Ducati che avevamo visto anche la scorsa settimana ad Aragon in qualifica, chiudendo a 249 millesimi dal compagno. Anzi, la prima fila è esattamente la stessa di 7 giorni fa e chissà che questo non possa essere un presagio favorevole per Pecco.

Come detto, per la Ducati però è stata una qualifica davvero spettacolare, perché le quattro moto factory sono addirittura nelle prime cinque posizioni, con Jorge Martin e Johann Zarco ad aprire una seconda fila che sarà completata dalla Honda di Pol Espargaro.

Già detto del settimo tempo di Marquez, che era stato promosso dalla Q1, in terza fila ci sarà anche l'Aprilia di Aleix Espargaro, nonostante lo spagnolo sia incappato in una caduta alla curva 15 nel finale, che gli ha impedito di migliorarsi nel secondo run. Il suo nuovo compagno di squadra Maverick Vinales invece è decimo e forse ci si aspettava qualcosina di più dopo le grandi cose che aveva mostrato in sella alla RS-GP sia nella FP1 che nella FP3.

Tra le due Aprilia si è infilata la Suzuki di Alex Rins, nono, mentre quella del campione del mondo in carica Joan Mir è solo in 11esima posizione. Un risultato deludente per il maiorchino, che fino a questa mattina sembrava avere le carte in regola per ambire a qualcosa di più importante. Il quadro delle prime quattro file si completa poi con Enea Bastianini, che ha centrato la sua seconda Q2 consecutiva, con il piccolo brivido di una scivolata nel giro di rientro al termine della Q1.

Il primo degli esclusi al termine della Q1 è stato Takaaki Nakagami, che probabilmente avrebbe potuto giocarsela fino alla fine se non fosse scivolato alla curva 9 quando aveva fatto segnare dei "caschi rossi" nei primi due settori.

In quinta fila ci sarà anche Michele Pirro, con il collaudatore della Ducati che si è ritrovato a dover affrontare la Q1 dopo che la Direzione Gara ha restituito ad Aleix Espargaro un tempo che gli era stato cancellato al termine della FP3, facendo così scivolare il pugliese all'11esimo posto nella cumulativa delle libere. Accanto a lui in quindicesima piazza ci sarà l'altra Desmosedici GP di Luca Marini, che ha fatto almeno un passetto avanti rispetto alle ultime uscite.

Purtroppo tra gli esclusi figura anche Franco Morbidelli, ma dopo uno stop di oltre tre mesi per l'operazione al ginocchio era inevitabile che il nuovo pilota ufficiale della Yamaha avesse bisogno di un po' di tempo per riprendere il ritmo e domani quindi prenderà il via dalla 16esima casella dello schieramento.

Solo 17esima la prima delle KTM, che è quella di Brad Binder, nonostante il sudafricano sia incappato anche in una scivolata alla curva 2 nel finale, che gli ha impedito di provare a guadagnare almeno qualche posizione sulla griglia.

Bisogna poi scorrere lo schieramento fino all'ultima fila per trovare il terzetto di veterani italiani composto da Danilo Petrucci, Valentino Rossi ed Andrea Dovizioso. Il "Dottore" è incappato nella seconda scivolata della giornata alla curva 15, mentre il forlivese sta ancora prendendo le misure alla M1 "Spec B", ma se non altro ha chiuso a soli 131 millesimi dal compagno di box. "Petrux" invece forse era ancora un filino acciaccato dopo la caduta della FP3.

Vedere questi piloti al fondo dello schieramento, però, sembra davvero un passaggio di consegna definitivo alla nuova generazione...

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Francesco Bagnaia Ducati 9 1'31.065     167.142
2 Australia Jack Miller Ducati 8 1'31.314 0.249 0.249 166.686
3 France Fabio Quartararo Yamaha 7 1'31.367 0.302 0.053 166.589
4 Spain Jorge Martin Ducati 9 1'31.663 0.598 0.296 166.051
5 France Johann Zarco Ducati 8 1'31.836 0.771 0.173 165.738
6 Spain Pol Espargaro Honda 8 1'31.923 0.858 0.087 165.582
7 Spain Marc Márquez Alenta Honda 5 1'31.935 0.870 0.012 165.560
8 Spain Aleix Espargaro Aprilia 4 1'31.937 0.872 0.002 165.556
9 Spain Alex Rins Suzuki 8 1'32.017 0.952 0.080 165.412
10 Spain Maverick Viñales Aprilia 7 1'32.121 1.056 0.104 165.226
11 Spain Joan Mir Suzuki 7 1'32.426 1.361 0.305 164.680
12 Italy Enea Bastianini Ducati 7 1'32.461 1.396 0.035 164.618

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Enea Bastianini Ducati 7 1'31.876     165.666
2 Spain Marc Márquez Alenta Honda 8 1'32.029 0.153 0.153 165.391
3 Japan Takaaki Nakagami Honda 8 1'32.210 0.334 0.181 165.066
4 Italy Michele Pirro Ducati 7 1'32.287 0.411 0.077 164.928
5 Italy Luca Marini Ducati 7 1'32.289 0.413 0.002 164.925
6 Italy Franco Morbidelli Yamaha 8 1'32.296 0.420 0.007 164.912
7 South Africa Brad Binder KTM 6 1'32.427 0.551 0.131 164.679
8 Germany Stefan Bradl Honda 8 1'32.439 0.563 0.012 164.657
9 Spain Alex Marquez Honda 8 1'32.476 0.600 0.037 164.591
10 Spain Iker Lecuona KTM 8 1'32.481 0.605 0.005 164.582
11 Portugal Miguel Oliveira KTM 8 1'32.821 0.945 0.340 163.980
12 Italy Danilo Petrucci KTM 8 1'32.891 1.015 0.070 163.856
13 Italy Valentino Rossi Yamaha 6 1'32.967 1.091 0.076 163.722
14 Italy Andrea Dovizioso Yamaha 8 1'33.098 1.222 0.131 163.492
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio di San Marino: Libere 4 e Qualifiche

Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio di San Marino: Libere 4 e Qualifiche

Prossimo Articolo

Bagnaia: "Da Aragon mi trovo alla perfezione con la Ducati"

Bagnaia: "Da Aragon mi trovo alla perfezione con la Ducati"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

MotoGP
17 ott 2021
KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021