Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Ultime notizie
MotoGP GP di Germania

MotoGP | Bagnaia: "Oggi era pericoloso spingere, ma ho un buon passo"

Il campione del mondo in carica, che ha chiuso il venerdì del GP di Germania con il quinto tempo, ha spiegato che il vento ha reso molto difficile mantenere in temperatura le gomme ed è per questo che si sono viste tante cadute. Lui quindi ha preferito stare lontano dai guai nel time attack, anche se sul passo è già messo bene.

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Dopo tre weekend di dominio totale, o quasi (pesa la caduta all'ultimo giro nella Sprint di Barcellona), Pecco Bagnaia ha avuto un avvio leggermente più in sordina nel Gran Premio di Germania. Il campione del mondo ha concluso la giornata di venerdì con il quinto tempo, ma ha anche ammesso di non aver esagerato nel time attack, perché le condizioni erano molto critiche a causa del vento, come confermato dalle ben 9 cadute a cui abbiamo assistito.

Essendo soddisfatto del suo passo gara, ma non avendo ancora trovato un assetto ottimale, il pilota della Ducati ha preferito stare lontano dai guai e portarsi a casa la qualificazione diretta per la Q2, che alla fine è sempre l'obiettivo primario per la giornata di venerdì.

"E' stata una giornata molto positiva. Di solito faccio un po' fatica qui al Sachsenring, soprattutto sul passo. Oggi invece siamo molto contenti del passo gara: penso che io e Martin al momento siamo i due più veloci insieme a Marc", ha detto Bagnaia a fine giornata.

"Non sono troppo contento del feeling con la moto onestamente, perché non mi sento al 100%, ma ci stiamo lavorando e sappiamo già che direzione prendere per domani. Nel time attack non sono riuscito a sfruttare le gomme, perché sentivo che l'anteriore non era al massimo sul lato destro: era freddo, c'era tanto vento ed era meglio finire il turno, perché l'importante oggi era riuscire a stare nei primi dieci", ha aggiunto.

Riguardo alle condizioni odierne, è stato molto chiaro sui motivi per cui era meglio non rischiare, ma ha anche elogiato Maverick Vinales, che è riuscito comunque a staccare il nuovo record del Sachsenring in sella alla sua Aprilia.

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

"Oggi era pericoloso spingere liberamente, perché il vento era veramente intenso e freddo, quindi bastava fare due curve piano e la gomma davanti era già a rischio. Dietro uguale, quindi il limite era molto piccolo per riuscire a sfruttare tutto al 100% e Maverick è stato molto bravo a riuscirci, perché ogni volta che piegavi la sensazione era che si stesse chiudendo l'anteriore".

Si sono viste anche diverse cadute impressionanti alla "Waterfall", la famigerata curva 11 in discesa e la prima a destra dopo una lunga sequenza a sinistra. A farne le spese sono stati Marco Bezzecchi, Enea Bastianini, ma soprattutto Marc Marquez, che poi ha dovuto rinunciare alla seconda parte del turno pomeridiano a causa del dolore al costato.

"Il grip posteriore è davvero tanto con le gomme introdotte quest'anno e questo spinge sull'anteriore. Quella curva era già critica in passato e ora quindi lo è a maggior ragione. Tutti quelli che sono caduti lì, lo hanno fatto nel primo giro lanciato, quando in queste condizioni bisogna essere ancora molto cauti, perché con il vento il lato destro della gomma anteriore non è ancora caldo".

Oltre a Vinales, nelle primissime posizioni si è rivisto anche Miguel Oliveira, terzo con la RS-GP del Trackhouse Racing, al piemontese quindi è stato domandato se si aspettava di vedere le moto di Noale così incisive: "Qua l'Aprilia e Maverick sono sempre andati molto forte. E' una pista dove stai molto tempo piegato e l'Aprilia, per le sue caratteristiche, è portata ad andare forte su questi circuiti. Però vedremo domani, perché penso che domani le condizioni cambieranno abbastanza e domenica saranno una via di mezzo tra oggi e domani", ha concluso.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Sachsenring, Prove: Vinales tra tante cadute e il giallo Marquez
Prossimo Articolo MotoGP | Marquez ha un dito fratturato, ma teme di più il dolore al costato

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia