MotoGP | Bagnaia: "L'obiettivo è vincere, non battere Fabio"

Nonostante una qualifica disastrosa sul bagnato, conclusa con il 12° tempo, il pilota della Ducati è convinto di avere ancora delle buone chance di vittoria se la gara di domani si disputerà sull'asciutto. Per questo il mirino non è puntato sul leader Quartararo, che prenderà il via solamente una fila più avanti rispetto a lui.

MotoGP | Bagnaia: "L'obiettivo è vincere, non battere Fabio"
Carica lettore audio

Pecco Bagnaia ormai è l'uomo delle rimonte della MotoGP. Dopo aver recuperato 81 punti a Fabio Quartararo nelle ultime cinque gare, domani a Motegi dovrà provare a risalire dalla 12° casella dello schieramento se non vuole veder vanificati parte dei suoi sforzi recenti.

Il sabato del GP del Giappone è stata una di quelle giornate difficili da digerire: la pioggia è arrivata a colpire in maniera piuttosto violenta il Twin Ring, costringendo anche la Direzione Gara a cancellare la terza sessione di prove libere, mandando così i piloti della classe regina direttamente in qualifica.

Una situazione che il pilota della Ducati ha pagato a carissimo prezzo, vedendo tornare i fantasmi della domenica di Mandalika e non riuscendo a trovare minimamente il feeling. Beccare oltre due secondi dalla pole di Marc Marquez è un qualcosa per cui per il momento Pecco non riesce a darsi una spiegazione però, anche perché in passato è sempre stato un pilota veloce sul bagnato.

"Sinceramente, non ho ancora avuto modo di guardare bene i dati, perché ho avuto poco tempo dopo le qualifiche. Ma chiaramente qualcosa non ha funzionato, perché l'anno scorso eravamo sempre competitivi sul bagnato, mentre quest'anno faccio sempre fatica. L'unica volta che abbiamo corso sotto alla pioggia è stata in Indonesia ed ho chiuso 15°, ma ho fatto fatica anche nei vari turni con il bagnato", ha detto Bagnaia a fine giornata.

"Vuol dire che con questa moto non riesco ad esprimermi al meglio in queste condizioni, anche se sono convinto che sia successo qualcosa, quindi voglio vedere i dati, perché non è possibile prendere due secondi: sono stato più veloce stamattina, quando la pista era in condizioni peggiori. Questo risultato non è accettabile, quindi voglio capire perché sia successo", ha aggiunto.

Francesco Bagnaia, Ducati Team, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Francesco Bagnaia, Ducati Team, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

Quando gli è stato chiesto quale fosse il problema, il vice-campione del mondo è stato molto chiaro, ma soprattutto ha ringraziato il fatto di essere già dentro alla Q2, perché altrimenti il risultato avrebbe potuto essere molto più doloroso di un 12° posto.

"Non avevo feeling sulla moto, quindi non riuscivo a capire il limite. La cosa positiva è che ero già entrato nella Q2, perché con il mio tempo penso che sarei stato ultimo altrimenti. Dobbiamo capire perché siamo in questa situazione, ma non ho perso la mia determinazione a cercare di fare meglio domani. Se dovesse piovere, proverò a finire davanti, perché so che il nostro livello è più alto di così".

Fortunatamente per lui, per domani le previsioni però parlano di una gara asciutta. E in quel caso i valori cambierebbero, perché nell'unico turno di ieri era stato competitivo. Proprio per questo, non vuole fissare il target solamente sul provare a recuperare ancora qualche punticino su Quartararo, che schiererà la sua Yamaha poco più avanti, in nona posizione, ma vuole alzare l'asticella.

"Il mio obiettivo per domani è vincere. Poi è ovvio che sarà importante recuperare punti, ma il mio obiettivo non è stare davanti a Fabio, è provare a vincere. Per come era andata ieri, penso che il mio passo sull'asciutto sia molto buono e costante, anche se è difficile dirlo ora, perché oggi abbiamo girato solo sul bagnato. Se poi dovesse essere bagnato poi, sarebbe un'altra storia per me".

Anche sulla strategia da attuare non sembrano esserci grossi dubbi: "Dovrò spingere e provare a tornare davanti. Nelle ultime gare sono sempre partito bene, ma sarà importante anche essere intelligenti e gestire bene le gomme, perché in questo fine settimana non abbiamo avuto modo di fare dei long run, quindi non sappiamo come si comporteranno. Il tutto, però, cercando di fare più sorpassi possibile nei primi giri, perché credo che abbiamo il potenziale per farli".

Leggi anche:
condivisioni
commenti

Video correlati

Video MotoGP | La griglia di partenza del GP del Giappone
Articolo precedente

Video MotoGP | La griglia di partenza del GP del Giappone

Prossimo Articolo

MotoGP | Quartararo preoccupato per le possibilità di sorpasso

MotoGP | Quartararo preoccupato per le possibilità di sorpasso