MotoGP: Bagnaia inarrestabile, terza pole di fila ad Austin!

Il pilota della Ducati sembrava in difficoltà, ma poi ha sfoderato un giro clamoroso nel momento più importante, precedendo Quartararo e Marquez e diventando il primo a battere Marc in qualifica ad Austin. Terza fila per un grande Marini, mentre gli altri italiani sono eliminati in Q1, con Rossi e Petrucci in coda al gruppo.

MotoGP: Bagnaia inarrestabile, terza pole di fila ad Austin!

Sembrava in difficoltà, invece Pecco Bagnaia ha tirato fuori dal cilindro una prestazione clamorosa nelle qualifiche del Gran Premio delle Americhe di MotoGP, firmando la sua terza pole position consecutiva dopo quelle di Aragon e Misano, la quarta in questa stagione.

Il pilota della Ducati ieri era stato uno dei più critici sulle condizioni dell'asfalto di Austin e sembrava faticare davvero tanto sulle buche e i dossi del tracciato texano. Dopo aver studiato le linee di Jack Miller in FP4, però, quando è arrivato il momento di cominciare a fare sul serio, il piemontese ha fatto un giro davvero straordinario, scendendo fino a 2'02"781 e risultando l'unico capace di infrangere il muro del 2'03".

Ma soprattutto, è stato il primo nella storia a privare Marc Marquez della pole position su questo tracciato, dove il pilota della Honda aveva una striscia di ben sette partenze al palo consecutive. Questa volta l'otto volte campione del mondo si dovrà accontentare di prendere il via dalla terza casella (prima volta in prima fila in questa stagione), con un gap di 428 millesimi, completando una prima fila che potremmo definire delle grandi occasioni.

Tra l'italiano e lo spagnolo si è infilato infatti il leader iridato Fabio Quartararo, che ha chiuso staccato di 348 millesimi dal suo inseguitore nella corsa al titolo con la sua Yamaha. E questi due ancora una volta si sono confermati i più in forma dell'intera griglia della MotoGP, perché mettersi dietro Marquez ad Austin è una vera impresa.

Tanta Ducati anche in seconda fila, con Jorge Martin e Johann Zarco che scatteranno rispettivamente dalla quarta e dalla sesta posizione dello schieramento. Tra i due portacolori del Pramac Racing si è infilato poi un Takaaki Nakagami, che ha ribadito di trovarsi particolarmente a suo agio sul tracciato texano con la sua Honda LCR.

Ad aver steccato questa qualifica invece sono stati gli altri due piloti ufficiali di Ducati ed Honda: dopo essere stato velocissimo nelle prove libere, Jack Miller non ha trovato la zampata giusta ed è stato quasi un secondo più lento della FP3, chiudendo decimo. Male anche Pol Espargaro, solo 12esimo dopo essere scivolato anche nella FP4.

In terza fila ci sono le due Suzuki di Alex Rins e Joan Mir, con il campione del mondo che in FP4 ha dovuto fare i conti con la probabile rottura del motore della sua GSX-RR, che ha fatto una grande fiammata proprio mentre si inseriva sul rettilineo opposto. I due piloti della Casa di Hamamatsu però sembrano attrezzati entrambi di un buon passo in ottica gara.

La grande sorpresa di queste qualifiche però è senza ombra di dubbio Luca Marini, nono con la Ducati di Sky VR46 Avinti dopo aver fatto segnare il miglior tempo in Q1. Una bella rivincita dopo le difficoltà che ha attraversato nelle ultime gare mentre invece assistevamo all'esplosione del suo compagno Enea Bastianini. Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso alla Q2 si completa poi con l'11esimo tempo di Brad Binder, primo tra i piloti KTM.

Purtroppo sono due piloti italiani i primi ad essere rimasti esclusi al termine della Q1. Per Franco Morbidelli ed Andrea Dovizioso possiamo comunque parlare di un piccolo passo avanti nella direzione giusta rispetto a Misano.

Il pilota ufficiale della Yamaha, ancora alle prese con la convalescenza dall'operazione al ginocchio sinistro, è rimasto fuori per circa tre decimi. Non è stato particolarmente fortunato invece il forlivese della Petronas SRT, perché al T2 era in linea con il miglior tempo, poi ha trovato traffico e quindi alla fine domani si dovrà accontentare di scattare 14esimo.

Ci ha provato anche Enea Bastianini, ma non è riuscito a conquistare la sua terza Q2 consecutiva: il pilota della Ducati Avintia era stato velocissimo nel T1, ma poi ha perso davvero tanto nel T2 e nel T3 e prenderà il via dalla 16esima casella dello schieramento, alle spalle anche della Honda LCR di Alex Marquez.

In sesta fila c'è spazio anche per le due KTM di Iker Lecuona e Miguel Oliveira, con il portoghese che ha rovinato la sua qualifica con una scivolata alla curva 12. Così come le cadute hanno segnato particolarmente la giornata di Aleix Espargaro: il pilota dell'Aprilia si ritrova 19esimo in griglia, ma oggi è caduto per ben tre volte, due molto ravvicinate tra la FP4 e la Q2. E questo chiaramente ha complicato il suo lavoro, lasciandogli a disposizione solamente un paio di giri lanciati.

A chiudere il gruppo poi ci sono due veterani di casa nostra come Valentino Rossi e Danilo Petrucci. Il "Dottore" è caduto nella curva 6 al finale nel tentativo di migliorare con la sua Yamaha Petronas, mentre il ternano della KTM Tech3 oggi è stato praticamente sempre il fanalino di coda. E questo non è certamente il modo migliore per chiudere le loro carriere in MotoGP.

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Francesco Bagnaia Ducati 7 2'02.781     161.643
2 France Fabio Quartararo Yamaha 7 2'03.129 0.348 0.348 161.187
3 Spain Marc Márquez Honda 6 2'03.209 0.428 0.080 161.082
4 Spain Jorge Martin Ducati 6 2'03.278 0.497 0.069 160.992
5 Japan Takaaki Nakagami Honda 6 2'03.292 0.511 0.014 160.973
6 France Johann Zarco Ducati 7 2'03.379 0.598 0.087 160.860
7 Spain Alex Rins Suzuki 7 2'03.453 0.672 0.074 160.764
8 Spain Joan Mir Suzuki 6 2'03.528 0.747 0.075 160.666
9 Italy Luca Marini Ducati 3 2'03.546 0.765 0.018 160.642
10 Australia Jack Miller Ducati 6 2'03.720 0.939 0.174 160.417
11 South Africa Brad Binder KTM 6 2'03.781 1.000 0.061 160.338
12 Spain Pol Espargaro Honda 6 2'03.875 1.094 0.094 160.216

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Italy Luca Marini Ducati 7 2'03.410     160.820
2 Spain Joan Mir Suzuki 7 2'03.540 0.130 0.130 160.650
3 Italy Franco Morbidelli Yamaha 6 2'03.872 0.462 0.332 160.220
4 Italy Andrea Dovizioso Yamaha 7 2'04.044 0.634 0.172 159.998
5 Spain Alex Marquez Honda 7 2'04.100 0.690 0.056 159.925
6 Italy Enea Bastianini Ducati 6 2'04.118 0.708 0.018 159.902
7 Spain Iker Lecuona KTM 7 2'04.324 0.914 0.206 159.637
8 Portugal Miguel Oliveira KTM 6 2'04.392 0.982 0.068 159.550
9 Spain Aleix Espargaro Aprilia 5 2'04.419 1.009 0.027 159.515
10 Italy Valentino Rossi Yamaha 6 2'04.699 1.289 0.280 159.157
11 Italy Danilo Petrucci KTM 7 2'04.829 1.419 0.130 158.991
condivisioni
commenti
LIVE MotoGP, Gran Premio delle Americhe: Libere 4 e Qualifiche

Articolo precedente

LIVE MotoGP, Gran Premio delle Americhe: Libere 4 e Qualifiche

Prossimo Articolo

Bagnaia ringrazia il "prof" Miller: "La pole è anche sua"

Bagnaia ringrazia il "prof" Miller: "La pole è anche sua"
Carica commenti
Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano Prime

Le più grandi imprese di Valentino Rossi a Misano

Quella di settimana prossima sarà l'ultima gara della carriera di Valentino Rossi a Misano in MotoGP. Sulla pista che si affaccia sull'Adriatico, il Dottore ha ricordi agrodolci. Dall'esordio su una moto da gran premio ai mondiali spianati, sino a quelli persi per aver sbagliato tattica.

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull Prime

KTM coltiva talenti, ma occhio a non bruciarli come Red Bull

La KTM ha messo sotto contratto a lungo termine alcuni dei prospetti più interessanti del panorama del Motomondiale, come Raul Fernandez e Pedro Acosta. Con loro però non deve avere fretta come ne ha avuta con Iker Lecuona, "rottamato" in neanche 13 mesi, a meno che non voglia farsi la nomea di "Red Bull" della MotoGP.

MotoGP
14 ott 2021
Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica” Prime

Ceccarelli: “Marquez ad Austin in superiorità psico-fisica”

In questa nuova puntata della rubrica Doctor F1, Franco Nugnes e Riccardo Ceccarelli ci illustrano come mai Marc Marquez sia riuscito a dominare la concorrenza in quel di Austin, in occasione della tappa texana della MotoGP

MotoGP
7 ott 2021
Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via" Prime

Nakagami: "La RC213V va guidata come fa Marc, lui traccia la via"

Takaaki Nakagami ci parla in esclusiva della sua stagione in MotoGP. Dopo un 2020 in cui si è tolto parecchie soddisfazioni, ora che è rientrato quasi a pieno regime Marc Marquez è lo spagnolo - giustamente - il punto di riferimento della casa dell'ala dorata. Ed anche lo sviluppo va seguito di pari passo, se si vuole performare a dovere

MotoGP
6 ott 2021
Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider Prime

Pagelle MotoGP: Bastianini sta diventando un top rider

Andiamo a dare i voti ai protagonisti del Gran Premio degli Stati Uniti di MotoGP, con Marquez capace di tornare alla vittoria e Quartararo pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo iridato

MotoGP
4 ott 2021
MotoGP: la griglia di partenza di Austin Prime

MotoGP: la griglia di partenza di Austin

Scopriamo insieme la griglia di partenza del Gran Premio delle Americhe di MotoGP. Ad Austin, Bagnaia regala la terza pole consecutiva a Borgo Panigale, piazzandosi davanti al favorito al titolo Quartararo. Riuscirà il giovane alfiere Ducati a tenere dietro la Yamaha?

MotoGP
3 ott 2021
Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP? Prime

Come Ducati è riuscita a essere la moto più versatile in MotoGP?

La rilevanza che Ducati dà ai suoi team satellite e l’impegno di Andrea Dovizioso nel migliorare la capacità delle ultime Desmosedici permettono al costruttore di Bologna di avere la moto più versatile della griglia, in grado di salire sul podio anche con cinque piloti diversi.

MotoGP
23 set 2021
Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia" Prime

Marini: quando è impossibile tener testa alla "Bestia"

Luca Marini è il protagonista di questa puntata de Il Primo degli Ultimi. Il pilota del team Esponsorama è reduce da due gare ben al di sotto delle aspettative e delle possibilità, visto e considerato quanto sia riuscito a conquistare il suo compagno di team, Enea Bastianini

MotoGP
21 set 2021