MotoGP, Austin, Libere 1: Marquez di un soffio su Vinales, Dovi quarto davanti a Rossi

condivisioni
commenti
MotoGP, Austin, Libere 1: Marquez di un soffio su Vinales, Dovi quarto davanti a Rossi
Di:
12 apr 2019, 15:57

Il pilota della Honda conferma i pronostici, ma Vinales è a soli 78 millesimi con la Yamaha. Il ducatista rimane fermo per un problema ed è a 0"6 dietro a Miller. Poco più indietro Valentino. Bene le Aprilia, entrambe nella top 10.

Verrebbe da dire tutto come previsto, ma fino ad un certo punto. Se per tutti era quasi scontato trovare Marc Marquez davanti a tutti alla conclusione della prima sessione di prove libere del GP delle Americhe di MotoGP, lo era molto meno il vantaggio di appena 78 millesimi dello spagnolo sulla Yamaha del connazionale Maverick Vinales.

Come temevano i piloti, la pista di Austin si è presentata molto scivolosa e con tante buche, ma il pilota della Honda è stato come al solito il più veloce a trovare il feeling con il saliscendi texano, arrivando a piazzare un crono di 2'05"311. La sorpresa però è che, anche se ha avuto bisogno di qualche giro in più, anche Vinales ha dato la sensazione di aver trovato un ottimo ritmo con la sua M1, tra le altre cose con la stessa combinazione di gomme: soft all'anteriore e media al posteriore.

In terza e quarta posizione, ma più staccate, troviamo le due Ducati di Jack Miller ed Andrea Dovizioso, che sono anche gli ultimi due ad essere riusciti ad infrangere il muro del 2'06". L'australiano lo ha fatto con le stesse gomme dei primi due, pur pagando oltre sei decimi, "Desmodovi" invece ha già montato la soft al posteriore, ma va detto che ha perso diversi minuti perché la sua prima Desmosedici GP è andata in "recovery", lasciandolo a piedi lungo la pista.

Tutto sommato positiva anche la FP1 di Valentino Rossi, che si è portato a casa il quinto tempo, anche se distanziato di quasi sette decimi dalla M1 gemella di Vinales. Per la Yamaha poi è positivo anche il settimo tempo di Fabio Quartararo, che però ha montato la gomma soft al posteriore sulla M1 con i colori Petronas.

Tra i due si è infilata la grande sorpresa di questa sessione, ovvero Pol Espargaro: lo spagnolo è stato davvero bravissimo ad arrampicarsi fino alla sesta posizione con la sua KTM. E' stata però altrettanto buono la FP1 delle Aprilia, che al momento sarebbero entrambe in Q2, con Aleix Espargaro ed Andrea Iannone che hanno staccato il nono ed il decimo tempo, alle spalle anche della Honda LCR di Cal Crutchlow.

Ancora una volta in prova sono quindi un po' mancate all'appello le due Suzuki, che non sono riuscite a fare meglio del 14esimo e del 15esimo tempo, con Joan Mir ed Alex Rins che si sono ritrovati a pagare oltre un secondo e mezzo. Davanti a loro ci sono anche due italiani che non hanno avuto un avvio proprio ottimale, ovvero Franco Morbidelli e Danilo Petrucci, che hanno chiuso rispettivamente 11esimo e 13simo.

Se "Morbido" al momento ha mancato la Q2 solo per 37 millesimi, per "Petrux" pesa il ritardo di quasi un secondo dalle altre due GP19 di Miller e Dovizioso, senza dimenticare che davanti a lui c'è anche Karel Abraham. Ancora in difficoltà anche Johann Zarco e Jorge Lorenzo, che sono rispettivamente 16esimo e 18esimo, con il nuovo arrivato in casa Honda che si ritrova a quasi 2" dal compagno di box. Il 19esimo tempo di Pecco Bagnaia completa poi il quadro dei piloti italiani.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h Speed Trap
1 93 Spain Marc Márquez Alenta Honda 15 2'05.311     158.380  
2 12 Spain Maverick Viñales Yamaha 16 2'05.389 0.078 0.078 158.281  
3 43 Australia Jack Miller Ducati 15 2'05.936 0.625 0.547 157.594  
4 4 Italy Andrea Dovizioso Ducati 13 2'05.963 0.652 0.027 157.560  
5 46 Italy Valentino Rossi Yamaha 18 2'06.042 0.731 0.079 157.461  
6 44 Spain Pol Espargaro KTM 17 2'06.327 1.016 0.285 157.106  
7 20 France Fabio Quartararo Yamaha 16 2'06.332 1.021 0.005 157.100  
8 35 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 15 2'06.482 1.171 0.150 156.914  
9 41 Spain Aleix Espargaro Aprilia 16 2'06.497 1.186 0.015 156.895  
10 29 Italy Andrea Iannone Aprilia 16 2'06.692 1.381 0.195 156.653  
11 21 Italy Franco Morbidelli Yamaha 16 2'06.729 1.418 0.037 156.608  
12 17 Czech Republic Karel Abraham Ducati 14 2'06.732 1.421 0.003 156.604  
13 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 16 2'06.807 1.496 0.075 156.511  
14 36 Spain Joan Mir Suzuki 17 2'06.863 1.552 0.056 156.442  
15 42 Spain Alex Rins Suzuki 17 2'06.883 1.572 0.020 156.418  
16 5 France Johann Zarco KTM 15 2'06.888 1.577 0.005 156.411  
17 30 Japan Takaaki Nakagami Honda 16 2'06.978 1.667 0.090 156.301  
18 99 Spain Jorge Lorenzo Honda 16 2'07.234 1.923 0.256 155.986  
19 63 Italy Francesco Bagnaia Ducati 17 2'07.407 2.096 0.173 155.774  
20 88 Portugal Miguel Oliveira KTM 15 2'08.035 2.724 0.628 155.010  
21 53 Spain Tito Rabat Ducati 17 2'08.175 2.864 0.140 154.841  
22 55 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 15 2'09.338 4.027 1.163 153.449
Prossimo Articolo
Lorenzo fa mea culpa: "La squadra e la moto sono eccellenti, sono io che devo dare di più"

Articolo precedente

Lorenzo fa mea culpa: "La squadra e la moto sono eccellenti, sono io che devo dare di più"

Prossimo Articolo

MotoGP, Austin, Libere 2: Vinales precede Marquez e Rossi, Dovi solo 11°

MotoGP, Austin, Libere 2: Vinales precede Marquez e Rossi, Dovi solo 11°
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie