MotoGP
18 ott
-
20 ott
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso

MotoGP, Assen: terza pole di Quartararo, disastrosi Dovizioso e Rossi

condivisioni
commenti
MotoGP, Assen: terza pole di Quartararo, disastrosi Dovizioso e Rossi
Di:
29 giu 2019, 13:08

Il francese della Yamaha Petronas polverizza il record della pista e precede Vinales e un grande Rins promosso dalla Q1. Marquez apre la seconda fila, mentre Dovizioso è 11esimo e Valentino non passa la Q1.

Ormai non ci sono più dubbi: la MotoGP ha trovato una nuova stella in Fabio Quartararo. Il pilota della Yamaha Petronas ha regalato un altro lampo del suo talento nelle qualifiche del GP d'Olanda, che ha concluso con la sua seconda pole position consecutiva, la terza nella classe regina, arrivata con tanto di nuovo record del tracciato di Assen in 1'32"017.

"El Diablo" è stato fin qui il mattatore del weekend olandese, comandando tre delle quattro sessioni di prove libere e mettendo tutti in fila anche in Q2. Tra le altre cose, sembra attrezzato molto bene anche sul passo gara, quindi domani potrebbe scrivere un altro capitolo importante della sua carriera, anche se ormai non potrà più battere il record di Marc Marquez per diventare il più giovane a vincere in MotoGP.

Il rookie transalpino è stato davvero mostruoso, andando a battere il crono di 1'32"158 piazzato da Maverick Vinales, che sembrava già un riferimento fantasmagorico. Il secondo tempo dello spagnolo comunque conferma che le Yamaha sono in grande forma in questo weekend, ad eccezione di quella di Valentino Rossi, che si è ritrovato addirittura eliminato in Q1. Ma di lui parleremo più avanti.

A completare la prima fila c'è un Alex Rins che ha reagito alla grande all'aver mancato la Q2 in mattinata. Il pilota della Suzuki se l'è guadagnata con il miglior tempo in Q1, ma poi ha fatto di meglio andando anche ad artigliare il terzo tempo che gli è valso il miglior risultato stagionale ed in carriera in qualifica. Non male per uno che in gara ha sempre fatto molto meglio che al sabato quest'anno.

Per la prima volta in questa stagione, dunque, non c'è spazio in prima fila per Marc Marquez, che con la sua Honda si è dovuto accontentare del quarto tempo, beccando tra le altre cose ben sette decimi dalla pole di Quartararo e regalando un altro salvataggio dei suoi alla curva 1. In generale però è stata una buonissima qualifica per la Suzuki, perché anche Joan Mir ha piazzato la seconda GSX-RR in seconda fila, con il quinto tempo davanti alla Honda LCR di Cal Crutchlow.

Sono mancate all'appello invece le Ducati: dopo essere stato molto veloce nelle prove libere, Danilo Petrucci non è riuscito a fare meglio del settimo tempo, pagando addirittura 1"2. Se la passa anche peggio Andrea Dovizioso, 11esimo a quasi 1"7. Per lui si prospetta una gara decisamente in salita, anche perché non c'è troppo spazio per recuperare con una grande partenza prima di arrivare alla prima curva.

Tra le due Desmosedici GP ufficiali ci sono poi l'altra Honda LCR di Takaaki Nakagami, la seconda Yamaha Petronas di Franco Morbidelli e la Ducati Pramac di Jack Miller. Questo vuol dire che "Desmodovi" è stato il peggiore tra i piloti in sella alle GP19. Il quadro dei piloti che hanno avuto accesso alla Q2 si completa poi con la KTM di un acciaccato Pol Espargaro (ha male ad un polso dopo la caduta nei test di Barcellona).

Purtroppo è guidata da due piloti italiani la pattuglia dei piloti eliminati al termine della Q1. Il primo degli esclusi è Pecco Bagnaia, che con la sua Ducati Pramac è stato beffato per appena 51 millesimi dalla KTM di Espargaro proprio sotto alla bandiera a scacchi.

L'eliminazione più clamorosa però è quella di Valentino Rossi, perché il "Dottore" non è riuscito a centrare la Q2 in un weekend in cui le Yamaha hanno fatto quasi sempre la parte del leone con Quartararo e Vinales. Anche ad Assen, su un'altra delle sue piste preferite, si è invece materializzato lo stesso incubo del Mugello e domani scatterà solo dalla 14esima casella.

A dividere con loro la quinta fila ci sarà un'Aprilia, ma a sorpresa non è quella di Andrea Iannone, bensì quella di Aleix Espargaro. Dopo aver brillato nella giornata di ieri, il pilota di Vasto oggi è crollato nelle sue solite difficoltà a sfruttare la gomma nuova e si è messo alle spalle il solo Tito Rabat. Questo vuol dire che la RS-GP #29 prenderà il via dalla 20esima posizione.

In difficoltà anche Johann Zarco, che con la seconda KTM è poco più avanti in 18esima posizione, ma nel corso della Q1 è stato anche protagonista di una scivolata senza conseguenze alla curva 5.

Bisogna ricordare, infine, che in griglia non ci sarà la Honda di Jorge Lorenzo: il pilota spagnolo è stato costretto ad alzare bandiera bianca perché si è fratturato la vertebra D6 nell'incidente avvenuto durante la FP1 di lui. Un infortunio che gli impedirà di scendere in pista anche la settimana prossima in Germania.

Classifica Q2

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 France Fabio Quartararo Yamaha 7 1'32.017     177.697
2 Spain Maverick Viñales Yamaha 8 1'32.157 0.140 0.140 177.427
3 Spain Alex Rins Suzuki 6 1'32.458 0.441 0.301 176.850
4 Spain Marc Márquez Alenta Honda 7 1'32.731 0.714 0.273 176.329
5 Spain Joan Mir Suzuki 8 1'33.085 1.068 0.354 175.658
6 United Kingdom Cal Crutchlow Honda 8 1'33.228 1.211 0.143 175.389
7 Italy Danilo Petrucci Ducati 7 1'33.282 1.265 0.054 175.287
8 Japan Takaaki Nakagami Honda 8 1'33.295 1.278 0.013 175.263
9 Italy Franco Morbidelli Yamaha 8 1'33.314 1.297 0.019 175.227
10 Australia Jack Miller Ducati 8 1'33.323 1.306 0.009 175.210
11 Italy Andrea Dovizioso Ducati 7 1'33.692 1.675 0.369 174.520
12 Spain Pol Espargaro KTM 3 1'33.762 1.745 0.070 174.390

Classifica Q1

Cla Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 Spain Alex Rins Suzuki 7 1'32.710     176.369
2 Spain Pol Espargaro KTM 7 1'33.170 0.460 0.460 175.498
3 Italy Francesco Bagnaia Ducati 8 1'33.221 0.511 0.051 175.402
4 Italy Valentino Rossi Yamaha 7 1'33.336 0.626 0.115 175.186
5 Spain Aleix Espargaro Aprilia 7 1'33.547 0.837 0.211 174.791
6 Czech Republic Karel Abraham Ducati 7 1'33.583 0.873 0.036 174.724
7 Portugal Miguel Oliveira KTM 7 1'33.706 0.996 0.123 174.494
8 France Johann Zarco KTM 7 1'33.776 1.066 0.070 174.364
9 Malaysia Hafizh Syahrin KTM 7 1'33.869 1.159 0.093 174.191
10 Italy Andrea Iannone Aprilia 7 1'33.960 1.250 0.091 174.022
11 Spain Tito Rabat Ducati 8 1'34.580 1.870 0.620 172.882
Prossimo Articolo
MotoGP, Assen, Libere 4: Quartararo e Vinales volano, Rossi solo 18esimo

Articolo precedente

MotoGP, Assen, Libere 4: Quartararo e Vinales volano, Rossi solo 18esimo

Prossimo Articolo

Quartararo stratosferico: “Quando ho visto il tempo mi sono detto di provarci ancora”

Quartararo stratosferico: “Quando ho visto il tempo mi sono detto di provarci ancora”
Carica commenti