Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Prove Libere
MotoGP GP d'Olanda

MotoGP | Assen, Prove: Bagnaia da record, solo Vinales si avvicina

Il pilota della Ducati polverizza il record della pista, ma è quello più incisivo anche in termini di passo gara. Solo Vinales regge il confronto e chiude a 65 millesimi. Terzo c'è Alex Marquez davanti ad Espargaro, caduto nel finale. Paiono un pelo in difficoltà Martin e Marc Marquez, 5° e 6°. Quartararo manca la Q2 per poco, in Q1 anche Acosta

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Francesco Bagnaia, Ducati Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Reduce da due vittorie consecutive tra Barcellona ed il Mugello, Pecco Bagnaia non sembra aver perso il suo momento di grande forma nelle tre domeniche in cui i motori della MotoGP sono rimasti spenti, perché è stato l'assoluto dominatore del venerdì del Gran Premio d'Olanda.

Dopo essere stato il più veloce in mattinata, il pilota della Ducati si è confermato nella Pre-Qualifica, andando a stampare il nuovo record del tracciato di Assen con un crono di 1'31"340. Alla fine è vero che ha chiuso con un margine di appena 65 millesimi nei confronti dell'Aprilia di Maverick Vinales, ma lo è altrettanto che al campione del mondo è bastato un solo time attack per firmare il suo crono. Inoltre, sul passo gara ha dato la sensazione di avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza.

E' stata positiva però anche la giornata di Vinales e dell'Aprilia, che sono stati l'unico binomio capace di avvicinare Bagnaia, anche se la sessione del suo compagno di squadra Aleix Espargaro, alla fine quarto a 472 millesimi, si è conclusa con un brutto highside alla chicane conclusiva: l'atterraggio è stato piuttosto duro per il pilota di Granollers, che è stato portato via in barella, anche se sembra che possa trattarsi solo di una brutta botta senza particolari conseguenze.

Tra le due RS-GP c'è una Ducati GP23 del Gresini Racing, ma a sorpresa non è quella di Marc Marquez, che questa volta si è dovuto accontentare del sesto tempo, manifestando una certa difficoltà soprattutto nel terzo e nel quarto settore e chiudendo a poco più di mezzo secondo. Suo fratello Alex invece ha trovato una bella zampata proprio nel finale, piazzandosi appunto terzo a 320 millesimi. Meno brillante del solito anche il leader iridato Jorge Martin, quinto a poco meno di mezzo secondo con la sua Ducati del Prima Pramac Racing.

In settima posizione c'è l'unica KTM che si è guadagnata il pass diretto per la Q2, che è quella di Brad Binder, che comunque ha approfittato del gancio di Marquez per infilarsi nella top 10. Le RC16 stanno faticando abbastanza sul tracciato olandese e lo conferma il 15° tempo del rookie Pedro Acosta, ma anche il 18° di Jack Miller, che nel finale ha vissuto un bel brivido, rischiando di centrare Martin che procedeva lentamente nel giro di lancio. Fortunatamente ha solo rotto una fork wing ed entrambi se la sono cavata solo con un grande spavento.

Nonostante una caduta alla curva 8, anche Enea Bastianini si è guadagnato la Q2 con l'ottavo tempo, precedendo l'Aprilia Trackhouse di Raul Fernandez e l'altra Ducati di Franco Morbidelli. Il grande beffato è quindi Fabio Quartararo, che sembrava avere le carte in regola per portare la sua Yamaha in Q2, cosa che avrebbe confermato i progressi mostrati dalla M1 nei test della scorsa settimana a Valencia, ma si ritrova 11° per pochi millesimi, senza aver avuto la possibilità di migliorarsi nel finale a causa delle bandiere gialle.

Stesso discorso che vale anche per i due alfieri della Pertamina Enduro VR46, Marco Bezzecchi e Fabio Di Giannantonio, che sono 12° e 13°, davanti all'altra Yamaha di Alex Rins. Solo 17° la migliore delle Honda, quella di Johann Zarco, con le due RC213V della HRC che invece chiudono il gruppo. Johann Mir è 22° ed è anche incappato in una caduta alla curva 8, ma è comunque davanti a Luca Marini, ancora una volta ultimo purtroppo. Piccolo passo avanti, infine, per il collaudatore Aprilia Lorenzo Savadori, che in questo turno ha portato al debutto delle nuove pinne sul codone.

   
1
 - 
5
   
   
1
 - 
2
   
Cla Pilota # Moto Giri Tempo Distacco km/h Speed Trap
1 Italy F. Bagnaia Ducati Team 1 Ducati 23

1'31.340

  179.014  
2 Spain M. Viñales Aprilia Racing Team 12 Aprilia 25

+0.065

1'31.405

0.065 178.887  
3 Spain A. Marquez Gresini Racing 73 Ducati 24

+0.320

1'31.660

0.255 178.389  
4 Spain A. Espargaro Aprilia Racing Team 41 Aprilia 22

+0.472

1'31.812

0.152 178.094  
5 Spain J. Martin Pramac Racing 89 Ducati 26

+0.489

1'31.829

0.017 178.061  
6 Spain M. Marquez Gresini Racing 93 Ducati 24

+0.511

1'31.851

0.022 178.018  
7 South Africa B. Binder Red Bull KTM Factory Racing 33 KTM 24

+0.526

1'31.866

0.015 177.989  
8 Italy E. Bastianini Ducati Team 23 Ducati 19

+0.530

1'31.870

0.004 177.981  
9 Spain R. Fernandez Trackhouse Racing Team 25 Aprilia 26

+0.569

1'31.909

0.039 177.906  
10 Italy F. Morbidelli Pramac Racing 21 Ducati 26

+0.673

1'32.013

0.104 177.705  
11 France F. Quartararo Yamaha Factory Racing 20 Yamaha 25

+0.714

1'32.054

0.041 177.626  
12 Italy M. Bezzecchi Team VR46 72 Ducati 25

+0.828

1'32.168

0.114 177.406  
13 Italy F. Di Giannantonio Team VR46 49 Ducati 22

+0.833

1'32.173

0.005 177.396  
14 Spain A. Rins Yamaha Factory Racing 42 Yamaha 26

+0.863

1'32.203

0.030 177.339  
15 Spain P. Acosta Tech 3 31 KTM 26

+0.904

1'32.244

0.041 177.260  
16 Portugal M. Oliveira Trackhouse Racing Team 88 Aprilia 27

+1.148

1'32.488

0.244 176.792  
17 France J. Zarco Team LCR 5 Honda 24

+1.390

1'32.730

0.242 176.331  
18 Australia J. Miller Red Bull KTM Factory Racing 43 KTM 23

 

     
19 Japan T. Nakagami Team LCR 30 Honda 24

+1.787

1'33.127

0.397 175.579  
20 Italy L. Savadori Aprilia Racing Team 32 Aprilia 22

+1.966

1'33.306

0.179 175.242  
21 Spain A. Fernandez Tech 3 37 KTM 23

+2.004

1'33.344

0.038 175.171  
22 Spain J. Mir Repsol Honda Team 36 Honda 23

+2.015

1'33.355

0.011 175.150  
23 Italy L. Marini Repsol Honda Team 10 Honda 25

+2.197

1'33.537

0.182 174.809  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente MotoGP | Assen, Libere 1: Bagnaia precede Marquez, Martin è solo 10°
Prossimo Articolo MotoGP | Pramac conferma l'addio a Ducati: Yamaha ha il suo team satellite

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia